Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Jadiza

Ultimo aggiornamento: 11/06/2021




Cos'è Jadiza?

Jadiza è un farmaco a base del principio attivo Etinilestradiolo + Levonorgestrel, appartenente alla categoria degli Contraccettivi ormonali sistemici e nello specifico Associazioni fisse estro-progestiniche. E' commercializzato in Italia dall'azienda Gedeon Richter Italia S.r.l..

Jadiza può essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.

Confezioni

Jadiza 100 mcg/20 mcg 21+7 compresse rivestite con film
Jadiza 100 mcg/20 mcg 63+21 compresse rivestite con film

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Gedeon Richter Plc
Concessionario: Gedeon Richter Italia S.r.l.
Ricetta: RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe: C
Principio attivo: Etinilestradiolo + Levonorgestrel
Gruppo terapeutico: Contraccettivi ormonali sistemici
Forma farmaceutica: compresse rivestite

Indicazioni

Contraccezione orale.

Posologia

Posologia
Come prendere Jadiza
L'assunzione regolare giornaliera delle compresse per 28 giorni consecutivi è importante per preservare l'efficacia contraccettiva.
Le compresse devono essere assunte seguendo l'ordine indicato sulla confezione ogni giorno all'incirca alla stessa ora con un po' di liquido, secondo necessità.
Deve essere presa una compressa al giorno per 28 giorni consecutivi. Ogni confezione successiva deve essere iniziata il giorno dopo aver assunto l'ultima compressa della confezione precedente.
Durante l'assunzione delle compresse placebo si manifesta emorragia da interruzione. Tale sanguinamento in genere si presenta dopo 2-3 giorni dall'inizio dell'assunzione delle compresse di placebo e potrebbe non terminare prima dell'inizio della confezione successiva.
Come iniziare il trattamento con Jadiza
Nessun trattamento contraccettivo ormonale (nel mese precedente)
L'assunzione delle compresse deve iniziare il primo giorno del ciclo mestruale naturale (cioè il primo giorno del sanguinamento mestruale). È possibile iniziare anche tra il secondo e il quinto giorno del ciclo ma durante il primo ciclo si raccomanda di impiegare un ulteriore metodo di controllo delle nascite [come i preservativi o lo spermicida] durante i primi 7 giorni di assunzione.
Passaggio da un altro contraccettivo orale combinato,(COC)
L'assunzione di Jadiza deve iniziare preferibilmente nel giorno successivo all'ultima compressa attiva del contraccettivo orale combinato precedente, ma non più tardi del giorno successivo all'intervallo abituale senza compresse o di assunzione di compresse contenenti placebo del contraccettivo orale combinato precedente.
Passaggio da un contraccettivo a base di solo progestinico (pillola progestinica, iniezione, impianto)
Il passaggio dalle pillole contenenti solo progestinico può avvenire in qualunque giorno e l'assunzione di Jadiza deve iniziare il giorno successivo. Jadiza deve essere iniziato nel giorno della rimozione di un impianto o, se si sta usando un'iniezione, nel giorno in cui si sarebbe praticata l'iniezione successiva. In tutte queste situazioni, si deve consigliare alla donna di ricorrere ad un ulteriore metodo contraccettivo di supporto nei primi 7 giorni di assunzione delle compresse.
Dopo un aborto al primo trimestre
La donna può iniziare l'assunzione delle compresse immediatamente. In questo caso, non sono necessarie ulteriori misure contraccettive.
Dopo il parto o un aborto al secondo trimestre
Poiché il periodo immediatamente successivo al parto è associato ad un aumentato rischio di tromboembolismo, i contraccettivi orali devono essere iniziati non prima del 28° giorno dopo il parto o dopo un aborto al secondo trimestre di gravidanza.
Si consiglia un metodo contraccettivo di supporto addizionale nei primi 7 giorni di assunzione delle compresse. Tuttavia, se nel frattempo la donna ha già avuto rapporti sessuali, occorre escludere una gravidanza prima di iniziare l'assunzione del contraccettivo orale combinato o si deve attendere la comparsa della prima mestruazione (vedere paragrafo 4.4 e 4.6).
Compresse dimenticate
L'affidabilità contraccettiva può essere ridotta se vengono dimenticate le compresse attive e in particolare se le compresse dimenticate allungano l'intervallo senza compresse attive. Se si dimenticano le compresse attive nella prima settimana del ciclo e si sono avuti rapporti nella settimana precedente alla dimenticanza delle compresse, si deve considerare la possibilità di una gravidanza.
  • A condizione che il ritardo nell'assunzione della compressa attiva è inferiore alle 12 ore, la donna deve assumerla appena se ne ricorda e le successive compresse devono essere assunte alla solita ora.
  • Se il ritardo nell'assunzione della compressa attiva supera le 12 ore, la protezione contraccettiva può risultare ridotta.
L'utilizzatrice deve assumere la compressa dimenticata appena se ne ricorda, anche se questo significa prendere 2 compresse in un giorno. In seguito, deve continuare ad assumere le compresse all'ora consueta. Inoltre, si deve utilizzare un ulteriore metodo di supporto , come un preservativo, per i 7 giorni successivi.
Se questi 7 giorni proseguono oltre l'ultima compressa attiva dell'attuale confezione, deve essere iniziata la confezione successiva il giorno dopo l'assunzione dell'ultima compressa attiva, ovvero gettando tutte le compresse non attive. Ciò previene una pausa prolungata nell'assunzione delle compresse che può aumentare il rischio di ovulazione. È improbabile che l'utilizzatrice presenti una emorragia da interruzione fino al termine della seconda confezione, tuttavia potrebbe manifestare spotting o metrorragia da interruzione durante l'assunzione delle compresse.
  • Se l'utilizzatrice non presenta emorragia da interruzione al termine della seconda confezione, deve essere esclusa la possibilità di una gravidanza prima di riprendere l'assunzione delle compresse dalla successiva confezione.
  • Gli errori nell'assunzione delle compresse non attive possono essere ignorati, a patto che la prima compressa attiva della confezione successiva venga assunta nel giorno corretto.
In caso di disturbi gastrointestinali
L'insorgenza di disturbi digestivi che intercorrono entro 4 ore dall'assunzione delle compresse, come vomito o diarrea grave, possono causare inefficacia transitoria del metodo riducendo l'assorbimento del COC ormonale e tali eventi devono essere gestiti come il caso in cui si è dimenticata l'assunzione della compressa per meno di 12 ore. La compressa extra deve essere presada un'altra confezione. Se questi episodi ricorrono per diversi giorni, allora deve essere usato un metodo contraccettivo non ormonale di supporto (preservativo, spermicida) fino all'inizio della confezione successiva.
Come posticipare una mestruazione
Per ritardare il mestruo, la donna deve continuare con un'altra confezione di Jadiza senza alcun intervallo della compressa placebo. È possibile continuare a ritardare il ciclo come desiderato, fino al termine della seconda confezione. In questo periodo la donna può manifestare metrorragia o spotting.
La regolare assunzione di Jadiza viene poi ripresa dopo il consueto intervallo di 7 giorni della compressa non attiva.
Popolazione Pediatrica
La sicurezza e l'efficacia sono state valutate in soggetti di età pari o superiore a 18 anni.

Controindicazioni

I contraccettivi orali di tipo combinato non devono essere usati in donne con una delle seguenti condizioni elencate di seguito. Qualora durante l'impiego del contraccettivo orale combinato compaia per la prima volta una qualunque di queste condizioni, l'assunzione del medicinale deve essere immediatamente interrotta.
  • Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.
  • Trombosi venosa in corso o pregressa (trombosi venosa profonda, embolia polmonare) o altre malattie, associate ad un aumento del rischio tromboembolico come valvulopatie trombogeniche e disordini trombogenici del ritmo (in corso o pregressi)
  • Trombosi arteriosa in corso o pregressa (per esempio infarto del miocardio) o condizioni prodromiche (per esempio angina pectoris o attacco ischemico transitorio).
  • Presenza o anamnesi di prodromi di una trombosi (per esempio attacco ischemico transitorio, angina pectoris).
  • Accidente cerebrovascolare presente o pregresso.
  • La presenza di un grave o più fattori di rischio di trombosi venosa o arteriosa può costituire una controindicazione all'uso (vedere paragrafo 4.4).
  • Carcinoma della mammella accertato o sospetto.
  • Carcinoma dell'endometrio o altra neoplasia estrogeno-dipendente accertato o sospetto.
  • Emorragia vaginale di natura non accertata.
  • Malattia epatica grave, in corso o pregressa, fino a quando i valori della funzionalità epatica non sono tornati alla norma.
  • Presenza o anamnesi di tumori epatici (benigni o maligni).
  • Ipertensione non controllata
  • Diabete mellito con interessamento vascolare.
  • Anamnesi di emicrania con sintomi focali neurologici.
  • Gravidanza accertata o sospetta.
L'uso concomitante di Jadiza con altri medicinali contenenti ombitasvir/paritaprevir/ritonavir, dasabuvir, glecaprevir/pibrentasvir e sofosbuvir/velpatasvir/voxilaprevir è controindicato (vedere paragrafi 4.4 e 4.5).


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Avvertenze
Qualora sia presente una delle/dei condizioni/fattori di rischio sotto elencati, i benefici dell'impiego del contraccettivo orale combinato devono essere valutati rispetto ai possibili rischi di ciascun caso individuale e ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Si possono verificareinterazioni tra COC e altri medicinali che possono compromettere l'efficacia contraccettiva e/o determinare sanguinamento da sospensione e/o fallimento della contraccezione.
Le donne sottoposte a trattamenti con qualsiasi di ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni riportate su letteratura scientifica internazionale
Prima di prendere "Jadiza" insieme ad altri farmaci come “Aprepitant Accord”, “Aprepitant Teva”, “Aptivus”, “Atanto”, “Atazanavir Accord”, “Atazanavir Dr. Reddys”, “Atazanavir Krka”, “Atazanavir Mylan”, “Atazanavir Sandoz”, “Atripla”, “Aurantin”, “Carbamazepina EG”, “Dintoina”, “Dintoinale”, “Efavirenz + Emtricitabina + Tenofovir Disoproxil Mylan”, “Efavirenz Emtricitabina Tenofovir Disoproxil Krka”, “Efavirenz Emtricitabina Tenofovir Disoproxil Teva”, “Efavirenz / Emtricitabina / Tenofovir Disoproxil Zentiva”, “Efavirenz Mylan”, “Efavirenz Teva”, “Emend”, “Evotaz”, “Fenitoina Hikma”, “Gamibetal Complex”, “Gardenale”, “Invirase”, “Ivemend”, “Luminale - Compressa”, “Maviret”, “Mycobutin”, “Mysoline”, “Nervaxon”, “Nevirapina Mylan”, “Nevirapina Sandoz GmbH”, “Nevirapina Teva Italia”, “Nevirapina Teva”, “Oxcarbazepina Tecnigen - Compresse Rivestite”, “Reyataz - Capsula”, “Rifadin”, “Rifater”, “Rifinah”, “Rifocin”, “Sustiva”, “Targretin”, “Tegretol”, “Telzir - Compressa Rivestita”, “Telzir - Sospensione”, “Tolep”, “Viramune”, “Vosevi”, etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Jadiza durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Jadiza durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza
Jadiza non è indicato durante la gravidanza. Se la donna entra in gravidanza durante il trattamento con Jadiza, la somministrazione deve essere interrotta immediatamente. Tuttavia, ampi studi epidemiologici non ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

L'impatto di Jadiza sulla capacità di guidare veicoli e di usare macchinari non è stato valutato in maniera sistematica. Le pazienti devono esercitare cautela fino a che non si accertano che Jadiza non ha effetti su queste capacità.


Effetti indesiderati

Per gli effetti avversi gravi durante l'assunzione dei COC, vedere il paragrafo 4.4:
Per eventi tromboembolici venosi e arteriosi, disturbi dei lipidi, patologie della cistifellea, cancro della mammella, ipertensione, tumori ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

Non sono stati segnalati effetti gravi dovuti a sovradosaggio. I sintomi che possono essere causati da sovradosaggio sono nausea, vomito, sonnolenza/stanchezza e lieve sanguinamento vaginale nelle ragazze giovani. Non ci sono antidoti e il trattamento è sintomatico.


Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica (ATC): progestinici ed estrogeni a combinazione fissa
Codice ATC: G03AA07
L'indice di Pearl (escludendo le gravidanze dopo aver mancato l'assunzione di 3 o più pillole) è 0.93 e ...


Proprietà farmacocinetiche

Farmacocinetica
Assorbimento
Non è stata condotta nessuna indagine specifica sulla biodisponibilità assoluta del Levonorgestrel 0.10 mg ed Etinilestradiolo 0.02 mg nelle donne. Tuttavia, la letteratura indica che il Levonorgestrel è ...


Dati preclinici di sicurezza

I profili di tossicità dell'etinilestradiolo e del levonorgestrel da soli e in combinazione sono ben noti. A causa delle marcate differenze tra le specie, i risultati preclinici possiedono un valore ...


Elenco degli eccipienti

Compresse rivestite con film attive Compresse rivestite con film di placebo Nucleo della compressa Nucleo della compressa Lattosio monoidrato 

Farmaci Equivalenti

I farmaci equivalenti di Jadiza a base di Etinilestradiolo + Levonorgestrel sono: Lasca, Lestronette, Loette, Miranova, Myfreesia, Naomi

Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Jadiza a base di Etinilestradiolo + Levonorgestrel ...
Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Fonti Ufficiali



Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca