Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Lisinopril + Idroclorotiazide Teva

Ultimo aggiornamento: 10/12/2020




Cos'è Lisinopril + Idroclorotiazide Teva?

Lisinopril + Idroclorotiazide Teva è un farmaco a base del principio attivo Lisinopril + Idroclorotiazide, appartenente alla categoria degli ACE inibitori + diuretici e nello specifico ACE-inibitori e diuretici. E' commercializzato in Italia dall'azienda Teva Italia S.r.l. - Sede legale.

Lisinopril + Idroclorotiazide Teva può essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.

Confezioni

Lisinopril + Idroclorotiazide Teva 20 mg + 12,5 mg 14 compresse
Lisinopril + Idroclorotiazide Teva 20 mg + 12,5 mg 28 compresse

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Teva Italia S.r.l. - Sede legale
Concessionario: Teva Italia S.r.l. - Sede legale
Ricetta: RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe: A
Principio attivo: Lisinopril + Idroclorotiazide
Gruppo terapeutico: ACE inibitori + diuretici
Forma farmaceutica: compressa

Indicazioni

Trattamento dell'ipertensione essenziale.
Lisinopril Idroclorotiazide Teva in associazione a dose fissa (20 mg lisinopril e 12,5 mg idroclorotiazide) è indicato per i pazienti la cui pressione arteriosa non è adeguatamente controllata con lisinopril in monoterapia (o idroclorotiazide in monoterapia).

Posologia

La selezione di una idonea dose antiipertensiva di Lisinopril + Idroclorotiazide dipenderà dalla valutazione clinica del paziente.
Lisinopril/idroclorotiazide deve essere assunto una volta al giorno.
La somministrazione dell'associazione fissa di lisinopril e idroclorotiazide è solitamente consigliata dopo la titolazione delle dosi dei singoli componenti.
Se clinicamente appropriato, può essere preso in considerazione il passaggio diretto dalla monoterapia alla combinazione fissa.
Le compresse da 20 mg/12,5 mg possono essere somministrate ai pazienti la cui pressione arteriosa non sia adeguatamente controllata da lisinopril 20 mg in monoterapia.
Non superare la dose giornaliera massima di 40 mg di lisinopril/25 mg di idroclorotiazide.
Terapia diuretica precedente
La terapia diuretica deve essere interrotta due-tre giorni prima di iniziare il trattamento con lisinopril/idroclorotiazide. Qualora ciò non fosse possibile sarà necessario iniziare il trattamento con lisinopril in monoterapia a una dose di 2,5 mg.
Popolazioni speciali
Compromissione della funzionalità renale
L'associazione lisinopril/idroclorotiazide è controindicata per i pazienti affetti da grave insufficienza renale (clearance della creatinina <30 ml/min). In pazienti con una clearance della creatinina tra 30 e 80 ml/min può essere usata solo dopo la titolazione dei singoli componenti.
La dose iniziale di lisinopril consigliata come monoterapia per questi pazienti è 5-10 mg (vedere il paragrafo 4.4).
Anziani
Studi clinici sull'associazione di lisinopril e idroclorotiazide non hanno evidenziato correlazione tra età dei pazienti e cambiamenti di efficacia e tollerabilità. Vedere il precedente paragrafo relativo a “Compromissione della funzionalità renale“.
Popolazione pediatrica
L'efficacia e la sicurezza di lisinopril/idroclorotiazide nei bambini non sono state stabilite.

Controindicazioni

  • Anamnesi di ipersensibilità alla sostanza attiva o a uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1 o ad altri inibitori convertitori degli enzimi dell'angiotensina - (ACE).
  • Ipersensibilità alla idroclorotiazide o ad altri medicinali sulfonamidici.
  • Anamnesi di edema angioneurotico conseguente a precedente trattamento con ACE-inibitore.
  • Edema angioneurotico ereditario o idiopatico.
  • Grave alterazione renale (clearance della creatinina <30 ml/min).
  • Anuria
  • Grave insufficienza epatica.
  • Secondo e terzo trimestre di gravidanza (vedere i paragrafi 4.4 e 4.6).
  • L'uso concomitante di Lisinopril Idroclorotiazide Teva con medicinali contenenti aliskiren è controindicato nei pazienti affetti da diabete mellito o compromissione renale (velocità di filtrazione glomerulare GFR < 60 ml/min/1.73 m2) (vedere paragrafi 4.5 e 5.1).
  • Uso concomitante con terapia a base di sacubitril/valsartan. Lisinopril non deve essere iniziato prima che siano trascorse almeno 36 ore dall'ultima dose di sacubitril/valsartan (vedere anche paragrafi 4.4 e 4.5).


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Lisinopril
Ipotensione sintomatica
In pazienti con ipertensione non complicata, raramente è stata osservata ipotensione sintomatica. In pazienti ipertesi trattati con lisinopril, è più probabile che si verifichi ipotensione in pazienti ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Sono state segnalate le seguenti interazioni tra lisinopril/idroclorotiazide compresse, altri ACE-inibitori o prodotti che contengono idroclorotiazide.
Lisinopril
Duplice blocco del sistema renina-angiotensina-aldosterone
I dati degli studi clinici hanno dimostrato ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni riportate su letteratura scientifica internazionale
Prima di prendere "Lisinopril + Idroclorotiazide Teva" insieme ad altri farmaci come “Abelcet Complesso Lipidico”, “AmBisome”, “Artiss”, “Benzilpenicillina Potassica K24 Pharmaceuticals”, “Diretif”, “Fluss 40”, “Fungizone”, “Furosemide Accord”, “Furosemide DOC Generici - Compressa”, “Furosemide Fisiopharma”, “Furosemide Galenica Senese”, “Furosemide Hexal”, “Furosemide L.F.M.”, “Furosemide Mylan Generics - Compressa”, “Furosemide Salf”, “Furosemide Teva”, “Furosemide Teva Generics - Compressa”, “Lasitone”, “Lasix - Compressa”, “Lasix - Compressa, Soluzione (uso Interno)”, “Lasix - Soluzione”, “Sigmacillina”, “Spirofur”, “Zelboraf”, etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Lisinopril + Idroclorotiazide Teva durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Lisinopril + Idroclorotiazide Teva durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza
ACE inibitori
L'uso degli ACE-inibitori non è raccomandato durante il primo trimestre di gravidanza (vedere il paragrafo 4.4). L'uso degli ACE-inibitori è controindicato durante il secondo ed il terzo ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Come con altri antipertensivi, prodotti combinati lisinopril-idroclorotiazide possono avere da lievi a moderati effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari. Particolarmente all'inizio del trattamento o quando si modifica la dose, e anche se il farmaco viene assunto in associazione con alcool, ma questi effetti sono legati alla sensibilità del singolo soggetto.
In caso di guida di veicoli o uso di macchinari si deve tenere in considerazione che occasionalmente capogiri o stanchezza possono verificarsi.


Effetti indesiderati

Studi clinici hanno evidenziato che gli effetti indesiderati della preparazione in associazione sono simili a quelli già segnalati per Lisinopril + Idroclorotiazide assunti separatamente.
Durante il trattamento con lisinopril e/o ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

Non sono disponibili dati specifici sul trattamento di un sovradosaggio di lisinopril/idroclorotiazide. Il trattamento è sintomatico e di sostegno. L'uso del farmaco deve essere immediatamente interrotto e il paziente deve essere tenuto sotto stretta osservazione. Le misure terapeutiche dipendono dalla natura e dalla gravità dei sintomi. È necessario ricorrere a misure adeguate per prevenire l'assorbimento del farmaco e accelerarne l'eliminazione. Le misure consigliate includono l'induzione di vomito e/o l'esecuzione di un lavaggio gastrico se il farmaco è stato ingerito recentemente, mentre la disidratazione, gli squilibri elettrolitici e l'ipotensione devono essere trattati come di consueto.
Lisinopril
I dati sul sovradosaggio nell'uomo sono limitati. I sintomi associati a sovradosaggio di ACE-inibitori possono comprendere: ipotensione, shock circolatorio, disturbi degli elettroliti, insufficienza renale, iperventilazione, tachicardia, palpitazioni, bradicardia, capogiro, ansia e tosse.
Il trattamento consigliato in caso di sovradosaggio è per via endovenosa utilizzando soluzione fisiologica. Qualora insorga ipotensione, il paziente deve essere posto in posizione di shock. Se disponibile, può essere preso in considerazione anche il trattamento mediante infusione di angiotensina II e/o l'iniezione endovenosa di catecolamine. Se l'ingestione è recente, adottare le misure tendenti a eliminare il lisinopril (ad esempio: vomito, lavanda gastrica, somministrazione di sostanze assorbenti e di sodio solfato). Il lisinopril può essere eliminato dalla circolazione corporea mediante emodialisi (vedere il paragrafo 4.4). Se la bradicardia è refrattaria alla terapia è indicata una terapia con pacemaker. Si devono monitorare frequentemente i segni vitali, le concentrazioni di creatinina e degli elettroliti sierici.
Idroclorotiazide
I sintomi oggettivi e soggettivi più comuni sono la conseguenza della perdita di elettroliti (ipokaliemia, ipocloremia, iponatriemia) e della disidratazione per eccessiva diuresi.
Altri sintomi di overdose da idroclorotiazide sono aumento della diuresi, la depressione di coscienza (incl. coma), convulsioni, paresi, aritmie cardiache e insufficienza renale.
La bradicardia o le reazioni vagali estese devono essere trattate mediante somministrazione di atropina.
Se è stata somministrata anche digitale, l'ipokaliemia può accentuare l'aritmia.


Proprietà farmacodinamiche

Gruppo farmacoterapeutico: ACE-inibitori (ACE: enzima di conversione dell'angiotensina) e diuretici tiazidici, codice ATC: C09BA03.
Meccanismo d'azione: entrambi i componenti, l'ACE-inibitore e il diuretico, hanno meccanismi d'azione complementari ed esercitano un ...


Proprietà farmacocinetiche

La compressa combinata è bioequivalente alla monoterapia con ciascuno dei principi attivi.
Assorbimento
Lisinopril: circa il 25%, con una variabilità interindividuale del 6-60% su tutte le dosi studiate (5-80 mg). ...


Dati preclinici di sicurezza

I dati preclinici non segnalano rischi particolari per gli esseri umani, sulla base degli studi convenzionali di sicurezza farmacologica, tossicità di dose ripetuta, genotossicità e potenziale carcinogeno. Nei test condotti ...


Elenco degli eccipienti

Calcio fosfato dibasico
Magnesio stearato
Amido pregelatinizzato
Mannitolo
Amido di mais


Farmaci Equivalenti


Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Lisinopril + Idroclorotiazide Teva a base di Lisinopril + Idroclorotiazide ...
Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Articoli correlati


Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca