Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu
menu

Metoprololo EG

Ultimo aggiornamento: 22/11/2018

Area RiservataFoglietto Illustrativo Dica33

Indice


Confezioni

Metoprololo EG 100 mg 100 compresse
Metoprololo Eg 100 mg 30 compresse
Metoprololo EG 100 mg 50 compresse

Cos'è Metoprololo EG?

Metoprololo EG è un farmaco a base del principio attivo Metoprololo Tartrato, appartenente alla categoria degli Betabloccanti selettivi e nello specifico Betabloccanti selettivi. E' commercializzato in Italia dall'azienda EG S.p.A. - Società del Gruppo STADA Arzmeimittel AG.

Metoprololo EG può essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: EG S.p.A. - Società del Gruppo STADA Arzmeimittel AG
Concessionario: EG S.p.A. - Società del Gruppo STADA Arzmeimittel AG
Ricetta: RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe: A
Principio attivo: Metoprololo Tartrato
Gruppo terapeutico: Betabloccanti selettivi
Forma farmaceutica: compressa

Indicazioni

Ipertensione arteriosa, cardiopatia coronarica (angina pectoris), disturbi funzionali cardiovascolari (sindromi cardiache ipercinetiche), forme rapide di aritmie cardiache, (aritmie tachicardiche), trattamento preventivo dell'emicrania, trattamento acuto e di lunga durata durante e dopo l'infarto cardiaco.

Posologia

Il dosaggio dovrebbe essere determinato individualmente, soprattutto sulla base delle pulsazioni o dell'efficacia terapeutica, e non può essere modificato senza l'autorizzazione del medico.
Salvo diversa prescrizione medica, valgono le seguenti direttive di dosaggio:
  • Ipertensione arteriosa (ipertonia)
    100 mg di Metoprololo tartrato al giorno in unica somministrazione (1 compressa 1 volta al giorno)
  • Cardiopatia coronarica (angina pectoris)
    100 mg di Metoprololo tartrato al giorno in unica somministrazione (1 compressa1 volta al giorno)
  • Disturbi cardiovascolari funzionali (sindrome cardiaca ipercinetica)
    100 mg di Metoprololo tartrato al giorno in unica somministrazione (1 compressa 1 volta al giorno)
  • Forme accelerate di aritmie cardiache (aritmie tachicardiche); Trattamento terapeutico dell'emicrania da 100 a 200 mg di Metoprololo tartrato al giorno in 1-2 somministrazioni (1 compressa 1-2 volte al giorno)
  • Trattamento acuto e di lunga durata durante e dopo l'infarto cardiaco
a) Trattamento acuto
Nel caso di infarto cardiaco acuto si deve avviare entro il più breve tempo possibile, dopo il ricovero ospedaliero, il trattamento con 5 mg di Metoprololo i.v. sotto controllo continuo della situazione cardiocircolatoria (pressione arteriosa, polso, elettrocardiogramma).
Nel caso di un'adeguata tollerabilità vengono somministrate, a intervalli di 2 minuti, altre dosi singole da 5 mg di Metoprololo tartrato, fino a raggiungere una dose complessiva di 15 mg.
Se viene ben tollerata la dose completa di 15 mg di Metoprololo tartrato i.v., si somministrano (a partire da 15 minuti dopo l'ultima iniezione) ogni 6 ore da 25 a 50 mg di Metoprololo tartrato per via orale e per una durata di 48 ore.
b) Dose di mantenimento (trattamento di lunga durata)
Per la successiva terapia di mantenimento si somministrano da 100 a 200 mg di Metoprololo EG 100 mg in 1-2 dosi singole.
La durata del trattamento deve essere stabilita individualmente dal medico. In base ai risultati clinici di cui si dispone si suggerisce una durata minima del trattamento di 3 mesi; si consiglia di continuare il trattamento per un periodo compreso da 1 a 3 anni.
Nel caso di funzionalità epatica molto ridotta, il dosaggio dovrebbe essere individualmente ridotto.
Tipo e durata dell'impiego
Le compresse debbono essere ingerite senza masticarle con un po' di liquido e devono essere assunte a stomaco vuoto.
Nel caso di dose unica, il Metoprololo, salvo prescrizione contraria, dovrebbe essere preso al mattino, mentre se sono previste due dosi, il Metoprololo dovrebbe essere preso al mattino e alla sera.
L'interruzione o la variazione del dosaggio può avvenire soltanto dietro prescrizione medica.
La durata del trattamento viene decisa dal medico curante.
Si deve evitare un'interruzione improvvisa della terapia.
Questo vale in modo particolare nel caso delle cardiopatie coronariche in quanto, soprattutto nel caso di un lungo periodo di impiego, sussiste la possibilità di un aggravamento acuto.
Eventualmente la somministrazione del Metoprololo deve essere sospesa gradualmente nel corso di 10 giorni; in questo caso il dosaggio dovrà essere di 25 mg nel corso degli ultimi 6 giorni. Durante questa fase, il paziente deve essere sottoposto a rigido controllo.

Controindicazioni

Il metoprololo è controindicato nei seguenti casi:
  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1,
  • Disturbi nella conduzione dell'eccitazione dagli atri ai ventricoli (blocco atrio ventricolare di 2° e di 3° grado),
  • Sindrome del nodo senoatriale (sindrome del nodo di Keith-Flack),
  • Disturbo nella conduzione dell'eccitazione tra il nodo senoatriale e gli atri (gravi blocchi senoatriali), - Shock,
  • Astenia miocardica (insufficienza cardiaca manifesta),
  • Polso a riposo prima del trattamento, inferiore a 50 pulsazioni al minuto (bradicardia),
  • Pressione arteriosa eccessivamente bassa (ipotensione),
  • Iperacidificazione del sangue (acidosi),
  • Stadi tardivi di disturbi circolatori periferici,
  • Tendenza agli spasmi bronchiali (ipereccitabilità bronchiale),
  • Somministrazione concomitante di sostanze inibitrici MAO (eccezione: sostanze inibitrici MAO-B).


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Una vigilanza medica particolarmente accurata si rende necessaria nei seguenti casi:
pazienti diabetici con valori glicemici fortemente oscillanti, nonché nel caso di diete rigide
pazienti con un tumore del ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Si deve tener conto delle seguenti interazioni tra il farmaco in questione ed altre sostanze:
Nel caso di un impiego concomitante di Metoprololo ed insulina o di farmaci ipoglicemizzanti orali, ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni riportate su letteratura scientifica internazionale
Prima di prendere "Metoprololo EG" insieme ad altri farmaci come “Altiazem”, “Angizem”, “Diladel”, “Diltiazem DOC Generici”, “Diltiazem EG”, “Diltiazem Mylan Generics”, “Diltiazem Pensa”, “Diltiazem ratiopharm”, “Diltiazem Sandoz Gmbh”, “Diltiazem Sandoz”, “Dilzene”, “Gilenya”, “Isoptin”, “Propafenone Accord”, “Propafenone DOC Generici”, “Propafenone EG”, “Propafenone Pensa”, “Propafenone ratiopharm”, “Propafenone Sandoz”, “Rytmonorm”, “Tildiem”, “Verapamil Aristo”, “Verapamil DOC Generici”, “Verapamil EG”, “Verapamil Hexal”, “Verapamil Pensa”, etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Metoprololo EG durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Metoprololo EG durante la gravidanza e l'allattamento?
Il metoprololo deve essere impiegato durante la gravidanza (soprattutto durante i primi tre mesi) soltanto nei casi strettamente necessari e dopo aver accuratamente valutato l'utilità derivante dalla somministrazione del farmaco ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

A causa delle differenti reazioni che si verificano a livello individuale può essere compromessa l'idoneità a partecipare attivamente alla circolazione stradale o alla manovra di macchine. Questo vale in modo particolare all'inizio del trattamento e quando si cambia preparato, nonché in combinazione con il consumo di alcool.


Effetti indesiderati

Gli effetti indesiderati sono stati suddivisi nelle seguenti categorie:
Molto comune: ≥1/10
Comune: ≥1/100, <1/10
Non comune:  ≥1/1.000, <1/100
Raro: ≥1/10.000, <1/1.000
Molto raro: <1/10.000, non noti (non possono essere stimati in base ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

a) Sintomi di intossicazione
I sovradosaggi possono provocare grave ipotonia, insufficienza cardiaca, shock cardiogeno, bradicardia, fino all'arresto cardiaco. Si possono altresì verificare disturbi respiratori, broncospasmi, vomito, disturbi della coscienza ed anche accessi convulsivi generalizzati.
b) Terapia delle intossicazioni
Nel caso di sovradosaggi o di una pericolosa caduta del polso e/o della pressione arteriosa, il trattamento con il metoprololo deve essere interrotto.
Oltre alle misure generali, in condizioni di terapia intensiva debbono essere controllati ed eventualmente corretti i parametri vitali. Come antidoti possono essere somministrate le seguenti sostanze:
Atropina: 0,5 - 2 mg per via intravenosa, in forma di bolo;
Glucagone: inizialmente 1-10 mg per via intravenosa, poi 2-2,5 mg ogni ora come perfusione continua; Simpatomimetici in dipendenza del peso corporeo e dell'effetto: dobutammina, orciprenalina, adrenalina.
Nel caso di bradicardia refrattaria a terapia, si dovrebbe effettuare una terapia con pace-maker.
Nel caso di broncospasmi possono essere somministrati per via intravenosa beta simpatomimetici in forma di aerosol (e, nel caso di scarsi effetti, anche per via intravenosa), oppure amminofillina.
Nel caso di eccessi convulsivi, si suggerisce una lenta somministrazione intravenosa di diazepam.


Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmaco terapeutica: betabloccanti, selettivi, non associati
Codice ATC: C07AB02
Il metoprololo, un bloccante dei beta recettori, presenta una selettività relativa rispetto ai beta-1-recettori ("cardioselettività") che sono prevalentemente localizzati nella ...


Proprietà farmacocinetiche

Il metoprololo viene assorbito, dopo somministrazione orale, pressoché completamente (95%) dal tratto gastrointestinale. In seguito ad un evidente metabolismo first-pass la disponibilità sistematica si colloca soltanto sul 50%.
Il legame ...


Dati preclinici di sicurezza

a) Tossicità acuta
Vedi numero 4.9 sovradosaggio
b) Tossicità cronica
Indagini sulla tossicità cronica condotte su diverse specie di animali non hanno evidenziato segni di effetti tossici provocati dalla ...


Elenco degli eccipienti

Lattosio monoidrato, polivinilpirrolidone, croscaramellosa sodica, magnesio stearato, talco, silice colloidale anidra.


Farmaci Equivalenti

I farmaci equivalenti di Metoprololo EG a base di Metoprololo Tartrato sono: Metoprololo Accord, Metoprololo Aurobindo, Metoprololo DOC Generici, Seloken

Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Metoprololo EG a base di Metoprololo Tartrato ...

Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca
Sistema di supporto alla prescrizione
Codifa Regulatory Assistance