Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
menu

Benazepril Sandoz

Ultimo aggiornamento: 09/05/2018


Confezioni

Benazepril Sandoz 10 mg 14 compresse rivestite con film
Benazepril Sandoz 5 mg 28 compresse rivestite con film

A cosa serve

Benazepril Sandoz è un farmaco a base del principio attivo Benazepril Cloridrato, appartenente alla categoria degli ACE inibitori e nello specifico ACE-inibitori, non associati. E' commercializzato in Italia dall'azienda Sandoz S.p.A..

Benazepril Sandoz può essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.

Benazepril Sandoz serve per la terapia e cura di varie malattie e patologie come Infarto, Insufficienza cardiaca, Ipertensione.




Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare:Sandoz S.p.A.
Concessionario:Sandoz S.p.A.
Ricetta:RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe:A
Principio attivo:Benazepril Cloridrato
Gruppo terapeutico:ACE inibitori
Forma farmaceutica:compressa rivestita


Indicazioni

Trattamento dell'ipertensione essenziale.
Trattamento adiuvante dell'insufficienza cardiaca congestizia (New York Hearth Association (NYHA) classe II-IV).

Posologia

Dosaggio in un target generale di popolazione
Ipertensione
La dose iniziale raccomandata per i pazienti non trattati con diuretici tiazidici è di 10 mg una volta al giorno. La dose può essere aumentata a 20 mg al giorno. Il dosaggio deve essere aggiustato in base alla risposta pressoria, generalmente ad intervalli di 1-2 settimane. In alcuni pazienti, l'effetto antipertensivo può diminuire verso la fine dell'intervallo di dosaggio. Il dosaggio totale giornaliero deve inoltre essere diviso in due dosi uguali. La dose giornaliera massima raccomandata di benazepril in pazienti ipertesi è di 40 mg, somministrata in singola dose o in due dosi.
Se da solo benazepril non produce una caduta sufficiente della pressione sanguigna, può essere somministrato un altro medicinale antipertensivo in concomitanza, come per esempio un diuretico tiazidico o un calcioantagonista (inizialmente a una dose bassa). Una posologia prudente o la riduzione del dosaggio devono essere considerati quando si inizia un trattamento con benazepril in pazienti in trattamento preesistente con diuretici in particolare in pazienti con grave deplezione di sodio e/o di volume. Questo può includere una riduzione temporanea della dose o la sospensione del trattamento diuretico (es. 2-3 giorni) prima dell'inizio della terapia con benazepril o la riduzione della dose iniziale di benazepril a 5 mg (invece di 10 mg) al fine di evitare un'eccessiva ipotensione. Una deplezione di volume e/o di sale deve essere corretta prima di iniziare la terapia con benazepril (vedere paragrafi 4.3, 4.4, 4.5 e 5.1).
Si raccomanda la dose abituale di benazepril nei pazienti con una clearance della creatinina ≥ 30 ml/min.
Pazienti con clearance della creatinina <30 ml/min
La dose iniziale è di 5 mg. Il dosaggio può essere aumentato fino a 10 mg al giorno. Per ogni ulteriore riduzione della pressione arteriosa deve essere aggiunto un diuretico non tiazidico o un altro medicinale antiipertensivo.
Insufficienza cardiaca congestizia (ICC)
La dose iniziale raccomandata è di 2,5 mg una volta al giorno. A causa del rischio di un forte calo della pressione arteriosa in risposta alla prima dose, i pazienti che assumono benazepril per la prima volta devono essere attentamente monitorati (vedere paragrafo 4.4 Avvertenze speciali e precauzioni di impiego). La dose può essere aumentata a 5 mg una volta al giorno dopo 2-4 settimane, se non vengono adeguatamente alleviati sintomi di insufficienza cardiaca, a condizione che il paziente non abbia sviluppato ipotensione sintomatica o altri effetti negativi inaccettabili. A seconda della risposta clinica, la dose può essere ulteriormente aumentata a 10 mg e poi a 20 mg una volta al giorno ad intervalli appropriati.
La monosomministrazione giornaliera è generalmente efficace. Alcuni pazienti possono rispondere meglio ad un regime posologico di due volte al giorno. Studi clinici controllati indicano che i pazienti con insufficienza cardiaca più grave (classe NYHA IV) di solito richiedono dosi minori di benazepril rispetto ai pazienti con insufficienza cardiaca lieve o moderata (NYHA classe II e III).
Si raccomanda particolare cautela nella somministrazione e nella sorveglianza quando benazepril viene aggiunto alla terapia diuretica preesistente soprattutto in pazienti con grave deplezione di sodio e/o di volume. A seconda della situazione clinica possono essere considerati una riduzione della dose o la sospensione temporanea del trattamento diuretico prima dell'inizio della cura con benazepril. La deplezione di volume e/o di sale deve essere corretta prima di iniziare la terapia con benazepril.
Nei pazienti con ICC con una clearance della creatinina <30 ml/min la dose giornaliera può essere aumentata a 10 mg, ma la somministrazione di una ridotta dose iniziale (2,5 mg una volta al giorno) può risultare essere ottimale (vedere paragrafo 5.2 Proprietà farmacocinetiche).
Popolazioni particolari
Pazienti pediatrici
Gli effetti antipertensivi di benazepril sono stati valutati in uno studio in doppio cieco in pazienti pediatrici dai 7 a 16 anni di età. La dose iniziale abituale è di 0,2 mg/kg (fino ad una dose massima di 10 mg/die). Il dosaggio è stato aggiustato in base alla risposta della pressione arteriosa fino ad una dose massima di 0,6 mg/kg (o una dose massima giornaliera di 40 mg) (vedere paragrafo 5.1 Proprietà farmacodinamiche). La farmacocinetica di benazepril è stata valutata in pazienti pediatrici da 6 a 16 anni di età (vedere paragrafo 5.2 Proprietà farmacocinetiche).
Il trattamento con benazepril non è raccomandato in pazienti pediatrici con meno di 7 anni di età (peso corporeo <25 kg), e nei bambini con tasso di filtrazione glomerulare <30 ml/min in quanto non vi sono dati sufficienti per poter raccomandare un dosaggio in questi gruppi.
I bambini che non possono deglutire le compresse, o per i quali la dose calcolata (mg/kg) non corrisponde ai dosaggi disponibili delle compresse, non devono ricevere benazepril compresse. La sicurezza e l'efficacia non sono state stabilite nei bambini con ICC.
Non ci sono informazioni circa la somministrazione a lungo termine in pazienti pediatrici (vedere paragrafi 4.8 Effetti indesiderati e 5.1 Proprietà farmacodinamiche).
Anziani
La dose abituale iniziale per il trattamento dell'ipertensione è 5 mg una volta al giorno, che può essere aumentata a 10 mg.

Controindicazioni

ipersensibilità al principio attivo, ad un qualsiasi altro ACE inibitore, o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1;
anamnesi di edema angioneurotico associato a precedente terapia con un ...

Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Gravidanza
La terapia con ACE inibitori non deve essere iniziata durante la gravidanza.
Per le pazienti che stanno pianificando una gravidanza si deve ricorrere a trattamenti antipertensivi alternativi, con comprovato ...

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Diuretici
I pazienti in trattamento con diuretici o i pazienti con deplezione di liquidi possono manifestare occasionalmente un'eccessiva riduzione della pressione sanguigna all'inizio del trattamento con un ACE-inibitore. La possibilità ...

Prima di prendere "Benazepril Sandoz" insieme ad altri farmaci come “Artiss”, “Beriplast P Combi-Set”, etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Benazepril Sandoz durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Benazepril Sandoz durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza
L'uso di ACE-inibitori non è raccomandato durante il primo trimestre di gravidanza (vedere paragrafo 4.4). L'uso di ACE-inibitori è controindicato durante il 2° e 3° trimestre di gravidanza (vedere ...

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Come con gli altri medicinali antiipertensivi, si consiglia di prestare cautela durante la guida o l'utilizzo di macchinari.
...

Effetti indesiderati

Benazepril è ben tollerato. Le reazioni avverse associate con benazepril e altri ACE-inibitori sono elencate di seguito.
Il profilo degli eventi avversi per i pazienti pediatrici sembra essere simile a ...

Sovradosaggio

Segni e sintomi
Sebbene ci siano limitate esperienze di sovradosaggio con benazepril, il principale segno da attendersi è una marcata ipotensione, che può essere associata ad un disturbo elettrolitico e ...

Proprietà farmacodinamiche

Categoria terapeutica/farmacologica: inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina.
Codice ATC: C09AA07
Benazepril (benazepril HCl) è un prodotto che, dopo essere idrolizzato nel principio attivo benazeprilato, inibisce l'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) ...

Proprietà farmacocinetiche

Assorbimento e concentrazioni plasmatiche
Almeno il 37% della dose orale di benazepril HCl è assorbita. Il profarmaco viene rapidamente convertito nel metabolita farmacologicamente attivo, il benazeprilato. Dopo somministrazione di benazepril ...

Dati preclinici di sicurezza

Studi di tossicità riproduttiva
Nessun effetto negativo sulla funzionalità riproduttiva è stato osservato nei ratti maschi e femmine trattati con dosi fino a 500 mg/kg/die di benazepril cloridrato.
Non sono ...

Elenco degli eccipienti

Nucleo:
cellulosa microcristallina
crospovidone
olio di ricino idrogenato
lattosio monoidrato
silice colloidale anidra
amido pregelatinizzato.
Rivestimento:
lattosio monoidrato
ipromellosa
macrogol 4000
titanio diossido (E 171)
ferro ossido giallo (E 172)
...

Farmaci Equivalenti

I farmaci equivalenti di Benazepril Sandoz a base di Benazepril Cloridrato sono: Benazepril EG, Cibacen, Zinadril ...

Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Benazepril Sandoz a base di Benazepril Cloridrato

Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Sistema di supporto alla prescrizione
Serinfar Regulatory Assistance