UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Narcoral

Sirton Medicare S.p.A.
Ultimo aggiornamento: 13/10/2020




Cos'Ŕ Narcoral?

Narcoral Ŕ un farmaco a base del principio attivo Naltrexone Cloridrato, appartenente alla categoria degli Disassuefanti e nello specifico Farmaci usati nella dipendenza da alcool. E' commercializzato in Italia dall'azienda Sirton Medicare S.p.A..

Narcoral pu˛ essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.

Confezioni

Narcoral 10 compresse 50 mg

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Sirton Medicare S.p.A.
Concessionario: Sirton Medicare S.p.A.
Ricetta: RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe: A
Principio attivo: Naltrexone Cloridrato
Gruppo terapeutico: Disassuefanti
Forma farmaceutica: compressa

Indicazioni

Narcoral consente di bloccare gli effetti farmacologici degli oppiacei somministrati per via esogena, favorendo così il mantenimento della non dipendenza dagli oppiacei in individui disintossicati ex-tossicodipendenti. Non esistono dati che dimostrino un indiscutibile effetto benefico di Narcoral sui tassi di recidiva fra individui disintossicati e precedentemente dipendenti da oppiacei.


Posologia

Il trattamento con Narcoral andrà iniziato nei centri clinici specializzati nel trattamento delle tossicodipendenze e andrà poi proseguito sotto lo stretto controllo dei medici addetti a tali centri.

Inizio della terapia con Narcoral

Non iniziare nessuna terapia fino a che il test del naloxone non risulterà negativo.

Quando si inizia una terapia con Narcoral ci si dovrà attenere alle seguenti istruzioni:

  1. Non si dovrà iniziare il trattamento fino a che il paziente non si sarà astenuto da assumere stupefacenti per 7-10 giorni. Le dichiarazioni del paziente che sostiene di essersi astenuto dall'uso di oppiacei dovranno essere verificate mediante l'analisi delle urine. Il paziente non dovrà presentare sintomatologia da astinenza, né riferire sintomi da crisi di astinenza.
  2. Si dovrà sottoporre il paziente ad un test del naloxone-Narcan. Se dopo tale prova si osservassero ancora segni di astinenza, si dovrà rinunciare al trattamento con Narcoral. Il test del naloxone può essere ripetuto dopo 24 ore.
  3. Il trattamento dovrà iniziare con cautela, aumentando lentamente la dose di Narcoral somministrata. Lo si potrà fare somministrando inizialmente 20 mg di Narcoral tenendo quindi il paziente sotto osservazione per un'ora. Se non si verificheranno segni di astinenza, si potrà somministrare al paziente il resto della dose giornaliera. Il test naloxone-Narcan non deve essere eseguito su pazienti che presentano segni o sintomi di astinenza da oppiacei, né su pazienti le cui urine contengano oppiacei.

Terapia di mantenimento

Dopo che il paziente ha superato la fase di induzione con Narcoral saranno sufficienti 50 mg ogni 24 ore per mantenere un blocco clinico adeguato dell'azione degli oppiacei somministrati per via parenterale (cioè questa dose bloccherà l'effetto di un bolo di 25 mg di eroina iniettata per via endovenosa). In alternativa si potrà ricorrere ad una posologia più flessibile. In questo modo si potrà somministrare ai pazienti 50 mg di Narcoral durante i primi 5 giorni della settimana e una dose di 100 mg il sabato. Oppure i pazienti potranno ricevere 100 mg a giorni alterni, o anche 150 mg un giorno su tre. Benché il grado di blocco degli oppiacei possa risultare relativamente ridotto dall'uso di dosi più elevate a intervalli più distanziati, la somministrazione ogni 48-72 ore potrebbe migliorare l'accettazione da parte del paziente. Alcuni studi clinici pubblicati in letteratura hanno utilizzato la seguente posologia: 100 mg il lunedì, 100 mg il mercoledì e 150 mg il venerdì. Questa posologia si è dimostrata accettabile per molti pazienti che sono riusciti a mantenersi in stato di disassuefazione per tempi adeguati.


Controindicazioni

Narcoral è controindicato in:

  1. Pazienti che assumono analgesici oppiacei
  2. Pazienti dipendenti da oppiacei
  3. Pazienti in crisi di astinenza da oppiacei (vedi “Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso“)
  4. Qualsiasi individuo che non abbia superato il test del naloxone - Narcan (vedi “Posologia e modo di somministrazione“)
  5. Qualsiasi individuo che presenti un reperto urinario positivo per gli oppiacei
  6. Qualsiasi individuo con anamnesi di sensibilità a Narcoral. Non è stata accertata l'eventuale sensibilità crociata con il naloxone o altri oppiacei fenantrenici
  7. Qualsiasi individuo con epatite acuta o insufficienza epatica


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Epatotossicità
Dosi elevate o prolungate di Narcoral possono provocare lesioni epatocellulari. Prima di prescrivere una terapia con Narcoral, il medico dovrà valutare la presenza di lesioni o malattie ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Interazione con prodotti contenenti narcotici
I pazienti trattati con Narcoral potrebbero non trarre vantaggio da farmaci contenenti oppiacei, come preparati contro la tosse e il raffreddore, antidiarroici e ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Assumere Narcoral durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Narcoral durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza
Non sono riportati studi adeguati e ben controllati sulle donne in stato di gravidanza. Narcoral dovrebbe essere usato in gravidanza soltanto quando il beneficio atteso giustifica il ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacitÓádi guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Nessuno



Effetti indesiderati

Estesi studi clinici finalizzati per la valutazione dell'impiego di Narcoral in individui disintossicati (in precedenza tossicodipendenti da sostanze oppiacee) non sono riusciti ad individuare alcun grave effetto indesiderabile in relazione ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

Non esistono esperienze cliniche di sovradosaggio di Narcoral nell'uomo. Uno specifico studio con soggetti che avevano ricevuto 800 mg al giorno di Narcoral per un massimo di una settimana non ha mostrato alcun segno di tossicità.

Trattamento del sovradosaggio

In caso di sovradosaggio è consigliabile contattare un centro antiveleni per ottenere le informazioni più aggiornate disponibili. Considerato che per il momento non si ha alcuna esperienza nel trattamento di casi di sovradosaggio da Narcoral, i pazienti dovrebbero essere trattati sintomaticamente e seguiti con la massima attenzione.



ProprietÓ farmacodinamiche

Narcoral (Naltrexone Cloridrato) è un antagonista puro degli oppiacei. Attenua considerevolmente, o blocca completamente in maniera reversibile, gli effetti soggettivi degli oppiacei somministrati per via endovenosa. In questo contesto il ...


ProprietÓ farmacocinetiche

Dopo somministrazione per via orale, Narcoral è sottoposto ad un esteso metabolismo epatico (sua principale via metabolica) di “first pass“; il 95% del farmaco viene convertito in svariati metaboliti.
...


Dati preclinici di sicurezza

DL 50 :
nel topo 186,9 mg/kg i.v. - 568,2 mg/kg s.c. - 1000,3 mg/kg p.o.,
ratto 178,6 mg/kg i.v. - 1800,6 mg/kg s.c. - 1116 ...


Elenco degli eccipienti

Mannitolo (capsule 10 mg), amido di mais, polivinilpirrolidone, carbossimetilamido, acido stearico, idrossipropilmetilcellulosa, polietilenglicole 6000, titanio biossido.


Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Narcoral a base di Naltrexone Cloridrato ...
Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Articoli correlati


Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o pi¨ prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca