UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Lipidem

B. Braun Milano S.p.A.
Ultimo aggiornamento: 20/07/2021




Cos'Ŕ Lipidem?

Lipidem Ŕ un farmaco a base del principio attivo Trigliceridi Saturi A Catena Media + Trigliceridi Di Acidi Omega-3 + Olio Di Soia Per Uso Parenterale, appartenente alla categoria degli Soluzioni nutrizionali parenterali e nello specifico Soluzioni nutrizionali parenterali. E' commercializzato in Italia dall'azienda B. Braun Milano S.p.A..

Lipidem pu˛ essere prescritto con Ricetta OSP - medicinali soggetti a prescrizione medica limitativa, utilizzabili esclusivamente in ambiente ospedaliero o in struttura ad esso assimilabile.

Confezioni

Lipidem 200 mg/ml 10 flaconi 500 ml
Lipidem emuls. per infusione 200 mg/ml 10 flaconi 100 ml
Lipidem emuls. per infusione 200 mg/ml 10 flaconi 250 ml

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: B. Braun Melsungen AG
Concessionario: B. Braun Milano S.p.A.
Ricetta: OSP - medicinali soggetti a prescrizione medica limitativa, utilizzabili esclusivamente in ambiente ospedaliero o in struttura ad esso assimilabile
Classe: C
Principio attivo: Trigliceridi Saturi A Catena Media + Trigliceridi Di Acidi Omega-3 + Olio Di Soia Per Uso Parenterale
Gruppo terapeutico: Soluzioni nutrizionali parenterali
Forma farmaceutica: preparazione iniettabile

Indicazioni

Apporto di energia, comprendente una componente di lipidi immediatamente utilizzabile (trigliceridi a catena media) e acidi grassi essenziali omega-6 e omega-3, come parte di nutrizione parenterale, quando la nutrizione orale o enterale è impossibile, insufficiente o controindicata.
Lipidem è indicato negli adulti, nei neonati pre-termine e a termine, nella prima infanzia, nei lattanti, nei bambini e negli adolescenti.

Posologia

Posologia
Il dosaggio deve essere adeguato alle esigenze del singolo paziente.
Le dosi massime giornaliere devono essere somministrate soltanto dopo l'incremento graduale sotto attento monitoraggio della tolleranza delle infusioni.
L'utilizzo di lipidi per via infusionale dipende per esempio dalla gravità della patologia sottostante, dal peso corporeo, dall'età gestazionale e postnatale e specifiche funzionalità corporee.
A seconda del fabbisogno energetico, sono raccomandate le seguenti dosi giornaliere:
Adulti
La dose utilizzata di solito è da 0,7 a 1,5 g di lipidi/kg di peso corporeo (pc)/al giorno. Non bisogna superare una dose massima di 2,0 g di lipidi/kg di pc/giorno, per esempio quando il fabbisogno energetico è elevato o il consumo dei grassi è aumentato (come nei pazienti oncologici). Per un trattamento di nutrizione parenterale domiciliare a lungo termine (>6 mesi) e nei pazienti con sindrome dell'intestino corto, l'apporto di lipidi per via endovenosa non deve superare 1,0 g di lipidi/kg di pc/giorno.
In un paziente di 70 kg di peso, una dose giornaliera di 2,0 g di lipidi/kg di pc/giorno corrisponde a una dose giornaliera massima di 700 ml di Lipidem.
Popolazione pediatrica
Un aumento graduale dell'apporto di lipidi con incrementi della dose di 0,5-1,0 g/kg di pc/giorno può portare benefici per quanto riguarda la possibilità di monitorare l'aumento del livello di trigliceridi nel plasma e prevenire l'iperlipidemia.
Neonati pre-termine, neonati a termine, prima infanzia e lattanti
Si raccomanda di non superare una dose giornaliera di 2,0-3,0 g di lipidi/kg di pc/giorno.
Nei neonati pre-termine, neonati a termine, prima infanzia e lattanti e nei divezzi, la dose giornaliera di lipidi raccomandata deve essere infusa di continuo nell'arco di circa 24 ore.
Bambini e adolescenti
Si raccomanda di non superare una dose giornaliera di 2,0-3,0 g di lipidi/kg di pc/giorno.
Velocità d'infusione
L'infusione deve essere somministrata alla minima velocità possibile. Durante i primi 15 minuti la velocità d'infusione deve essere pari solo al 50% della massima velocità d'infusione applicabile.
Il paziente deve essere monitorato attentamente dato il verificarsi di reazioni avverse.
Velocità d'infusione massima
Adulti
Fino a 0,15 g di lipidi/kg di pc/ora.
In un paziente di 70 kg di peso, questo corrisponde a una velocità d'infusione massima pari a 52,5 ml di Lipidem all'ora. La quantità di lipidi somministrata corrisponde pertanto a 10,5 g all'ora.
Neonati pre-termine, neonati a termine, prima infanzia e lattanti
Fino a 0,15 g di lipidi/kg di pc/ora.
Bambini e adolescenti
Fino a 0,15 g di lipidi/kg di pc/ora.
Modo di somministrazione
Uso endovenoso.
Le emulsioni lipidiche sono adatte alla somministrazione venosa periferica e possono anche essere somministrate separatamente attraverso le vene periferiche come parte della nutrizione parenterale totale.
Il connettore a Y o il set di trasferimento deve essere posizionati il più vicino possibile al paziente se le emulsioni lipidiche sono somministrate insieme a soluzioni di amminoacidi e carboidrati.
Durata del trattamento
Poiché l'esperienza clinica relativa all'uso di Lipidem a lungo termine è limitata, di norma il medicinale non deve essere somministrato per più di una settimana. Se si ritiene necessario prolungare la nutrizione parenterale con emulsioni lipidiche, Lipidem può essere somministrato per periodi più lunghi, a condizione che si ricorra a un adeguato monitoraggio.

Controindicazioni

  • Ipersensibilità ai principi attivi, all'uovo, pesce, arachidi, proteine della soia o uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.
  • Grave ipertrigliceridemia (≥ 1.000 mg/dl o 11,4 mmol/l).
  • Coagulopatia grave.
  • Colestasi intraepatica.
  • Grave insufficienza epatica.
  • Insufficienza renale grave in assenza di una terapia sostitutiva della funzione renale.
  • Episodi tromboembolici acuti, embolia gassosa.
  • Acidosi.
Le controindicazioni generali alla nutrizione parenterale includono:
  • Stato circolatorio instabile e potenzialmente letale (stati di collasso e shock).
  • Infarto cardiaco o ictus in fase acuta.
  • Condizioni metaboliche instabili (es. diabete mellito scompensato, sepsi grave, coma di origine non nota).
  • Apporto insufficiente di ossigeno alle cellule.
  • Disordini nell'equilibrio di elettroliti e liquidi.
  • Edema polmonare acuto.
  • Insufficienza cardiaca scompensata.


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Durante l'infusione di Lipidem deve essere monitorata la concentrazione di trigliceridi sierici.
Nei pazienti in cui si sospetti la presenza di disturbi del metabolismo lipidico, prima dell'inizio dell'infusione deve essere ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Non sono stati effettuati studi d'interazione.
L'eparina somministrata a dosaggi clinici induce un temporaneo rilascio della lipoproteina-lipasi nel circolo sanguigno. Inizialmente, questo può causare un aumento della lipolisi plasmatica, seguito ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Assumere Lipidem durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Lipidem durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza
I dati relativi all'uso di Lipidem in donne in gravidanza non esistono o sono in numero limitato. Gli studi sull'animale eseguiti con un'emulsione lipidica contenente il doppio della quantità ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacitÓádi guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Non pertinente.


Effetti indesiderati

Il seguente elenco include numerose reazioni avverse sistemiche che possono essere associate all'uso di Lipidem. In condizioni d'uso corretto in termini di dosaggio, monitoraggio, osservanza delle controindicazioni e delle istruzioni ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

Sintomi
Iperlipidemia, acidosi metabolica.
Può anche manifestarsi una sindrome da sovraccarico di grassi. Vedere paragrafo 4.8.
Trattamento
In caso di sovradosaggio è indicata l'interruzione immediata dell'infusione. Ulteriori misure terapeutiche dipenderanno dai sintomi specifici del paziente e dalla loro gravità. Quando si riprende l'infusione dopo la scomparsa dei sintomi, si raccomanda di aumentare la velocità d'infusione gradualmente monitorando il paziente a intervalli frequenti.


ProprietÓ farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: soluzioni per nutrizione parenterale, emulsioni di grassi, codice ATC: B05BA02
Lipidem è indicato per fornire energia e acidi grassi polinsaturi omega-6 e omega-3 (“essenziali“) come parte di una ...


ProprietÓ farmacocinetiche

Assorbimento
Biodisponibilità: data la somministrazione endovenosa, la biodisponibilità dei costituenti di Lipidem è del 100%.
Distribuzione
La dose, la velocità d'infusione, lo stato metabolico e altri fattori individuali relativi al ...


Dati preclinici di sicurezza

Gli studi preclinici, tra cui studi di sicurezza farmacologica e studi di tossicità eseguiti con un'emulsione lipidica contenente il doppio della quantità di trigliceridi con acidi grassi omega-3 presenti nel ...


Elenco degli eccipienti

Lecitina d'uovo
Glicerolo
Sodio oleato
Ascorbile palmitato
α-Tocoferolo
Sodio idrossido (per l'aggiustamento del pH)
Acqua per preparazioni iniettabili


Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Lipidem a base di Trigliceridi Saturi A Catena Media + Trigliceridi Di Acidi Omega-3 + Olio Di Soia Per Uso Parenterale ...
Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Fonti Ufficiali



Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o pi¨ prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca