Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
menu

Carvedilolo Germed

Ultimo aggiornamento: 21/11/2018


Confezioni

Carvedilolo Germed 25 mg 30 compresse
Carvedilolo Germed 6,25 mg 28 compresse

A cosa serve

Carvedilolo Germed è un farmaco a base del principio attivo Carvedilolo, appartenente alla categoria degli Betabloccanti e nello specifico Bloccanti dei recettori alfa- e beta-adrenergici. E' commercializzato in Italia dall'azienda SF Group s.r.l..

Carvedilolo Germed può essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.

Carvedilolo Germed serve per la terapia e cura di varie malattie e patologie come Angina, Infarto, Insufficienza cardiaca, Ipertensione.




Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare:Germed Pharma S.r.l.
Concessionario:SF Group s.r.l.
Ricetta:RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe:A
Principio attivo:Carvedilolo
Gruppo terapeutico:Betabloccanti
Forma farmaceutica:compressa


Indicazioni

Ipertensione essenziale
Angina pectoris stabile cronica
Trattamento aggiuntivo dell'insufficienza cardiaca cronica stabile da moderata a grave

Posologia

Ipertensione essenziale:
Il Carvedilolo può essere utilizzato per il trattamento dell'ipertensione da solo o in combinazione con altri farmaci antiipertensivi, per es. diuretici tiazidici. Si raccomanda una singola dose giornaliera, tuttavia la massima dose singola consigliata è di 25 mg e la massima dose giornaliera raccomandata è di 50 mg.
Adulti: La dose iniziale raccomandata è di 12,5 mg al giorno per i primi due giorni e, successivamente, il trattamento viene continuato al dosaggio di 25 mg al giorno. Se necessario, la dose può essere ulteriormente aumentata, in modo graduale, ad intervalli di due o più settimane.
Anziani: Nei pazienti affetti da ipertensionela dose iniziale raccomandata è di 12,5 mg al giorno; dose che può essere sufficiente per tutta la durata del trattamento. Tuttavia se non si è ottenuta una risposta terapeutica sufficiente, la dose può essere ulteriormente aumentata, in modo graduale, ad intervalli di due settimane o più lunghi.
Uso pediatrico: L'efficacia e la sicurezza del Carvedilolo nei bambini (al di sotto dei 18 anni) non sono state stabilite
Angina pectoris stabile:
Il regime posologico raccomandato suggerisce di assumere le compresse due volte al giorno.
Adulti: La dose iniziale raccomandata è di 12,5 mg due volte al giorno per i primi due giorni ed in seguito di 25 mg due volte al giorno. Se necessario, la dose può essere ulteriormente aumentata, con gradualità, ad intervalli di due o più settimane, fino alla massima dose giornaliera raccomandata di 100 mg, suddivisa in due dosi (due volte al giorno).
Anziani: La dose iniziale raccomandata è di 12,5 mg due volte al giorno per due giorni ed in seguito di 25 mg due volte al giorno, che corrisponde alla massima dose giornaliera raccomandata.
Uso pediatrico: L'efficacia e la sicurezza del Carvedilolo nei bambini (al di sotto dei 18 anni) non sono state stabilite.
Insufficienza Cardiaca Cronica:
Il Carvedilolo è somministrato in pazienti affetti da insufficienza cardiaca da moderata a grave, in aggiunta alla terapia di base convenzionale con diuretici, ACE inibitori, digitalici e/o vasodilatatori. Il paziente deve essere clinicamente stabile (nessuna variazione nella classe NYHA, nessuna ospedalizzazione dovuta a insufficienza cardiaca) e la terapia di base deve essere stabile da almeno quattro settimane prima del trattamento. Inoltre, il paziente deve avere una frazione di eiezione del ventricolo sinistro ridotta, una frequenza cardiaca sopra i 50 battiti al minuto ed una pressione sistolica che superi gli 85 mmHg (vedere 4.3 Controindicazioni).
La dose iniziale è di 3,125 mg due volte al giorno per due settimane. Se questa dose è ben tollerata, può essere aumentata lentamente, ad intervalli di non meno di due settimane, fino alla dose di 6,25 mg due volte al giorno, poi fino a 12,5 mg due volte al giorno ed infine a 25 mg due volte al giorno. La dose è aumentata fino al raggiungimento della dose più alta tollerata.
La massima dose raccomandata è di 25 mg due volte al giorno per pazienti con un peso corporeo inferiore agli 85 kg, e di 50 mg due volte al giorno per pazienti con un peso corporeo superiore a 85 kg, purché l'insufficienza cardiaca non sia grave. Un incremento della dose a 50 mg due volte al giorno deve essere effettuato sotto stretta sorveglianza medica del paziente.
All'inizio del trattamento o in seguito all'aumento della dose può verificarsi un aggravamento temporaneo dei sintomi dell'insufficienza cardiaca, specialmente in pazienti con grave scompenso cardiaco e/o in trattamento con alte dosi di diuretici. Ciò non richiede solitamente la sospensione della terapia, ma la dose non deve essere aumentata. Il paziente deve essere monitorato da un medico/cardiologo per le due ore successive l'inizio del trattamento o all'aumento della dose. Prima di ciascun aumento di dose, deve essere fatta una visita medica per riconoscere i potenziali sintomi di un peggioramento dell'insufficienza cardiaca o i sintomi di una eccessiva vasodilatazione (es. funzione renale, peso corporeo, pressione sanguigna, frequenza e ritmo cardiaco). Un peggioramento dell'insufficienza cardiaca o la ritenzione idrica sono trattati con un aumento della dose di diuretici, e la dose di Carvedilolo non deve essere aumentata fino a quando il paziente non si sia stabilizzato. Se compare bradicardia o ritardo nella conduzione atrio-ventricolare, il livello di digossina deve essere tenuto sotto controllo. Occasionalmente può essere necessario ridurre la dose di Carvedilolo o interrompere completamente il trattamento per un determinato periodo. Anche in questi casi, è spesso possibile continuare la titolazione del dosaggio di Carvedilolo con successo.
La funzionalità renale, i trombociti e la glicemia (nel caso di NIDDM e/o IDDM) devono essere monitorati regolarmente durante la titolazione della dose; al termine della quale la frequenza di controllo può essere ridotta.
Se il trattamento con Carvedilolo è interrotto per più di due settimane, la terapia deve essere ripresa con una dose di 3,125 mg due volte al giorno, per poi aumentare gradualmente conformemente alle raccomandazioni sopra riportate.
Uso pediatrico: L'efficacia e la sicurezza del Carvedilolo non sono state stabilite nei pazienti al di sotto dei 18 anni d'età.
Interruzione della terapia:
Il trattamento con Carvedilolo non deve essere interrotto bruscamente, soprattutto in pazienti affetti da cardiopatia ischemica. La terapia deve essere interrotta gradualmente, nell'arco di 7-10 giorni, per es. dimezzando la dose giornaliera ogni tre giorni.
Insufficienza renale:
Il dosaggio deve essere determinato per ciascun paziente individualmente, ma, in accordo con i parametri farmacocinetici, non esistono evidenze che l'aggiustamento della dose di Carvedilolo nei pazienti con insufficienza cardiaca sia necessario.
Insufficienza epatica:
Il Carvedilolo non deve essere somministrato in pazienti con gravi disfunzioni epatiche (vedere 4.3 Controindicazioni). Nei casi di moderata insufficienza epatica, un aggiustamento della dose può essere necessario.
Modi di somministrazione
Le compresse devono essere assunte con una sufficiente quantità di liquidi e non è necessaria la loro assunzione durante i pasti. Comunque, ai pazienti con insufficienza cardiaca si raccomanda di assumere il Carvedilolo con il cibo per permettere un assorbimento più lento e ridurre il rischio di ipotensione ortostatica.

Controindicazioni

Ipersensibilità al carvedilolo o ad uno qualsiasi degli eccipienti
Insufficienza cardiaca instabile/scompensata
Insufficienza epatica clinicamente manifesta
Storia di broncospasmo o asma
Blocco atrioventricolare di II o III grado (a meno ...

Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Insufficienza cardiaca congestizia cronica
Nei pazienti affetti da insufficienza cardiaca congestizia cronica, il Carvedilolo deve essere somministrato principalmente in associazione a diuretici, ACE inibitori, digitalici e/o vasodilatatori. L'inizio della terapia ...

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Interazioni farmacocinetiche
Digossina: se digossina e carvedilolo sono somministrati in associazione, le concentrazioni di digossina sono aumentate di circa il 15%. Sia digossina che carvedilolo rallentano la conduzione AV. Si ...

Prima di prendere "Carvedilolo Germed" insieme ad altri farmaci come “Altiazem”, “Angizem”, “Diladel”, “Diltiazem DOC Generici”, “Diltiazem EG”, “Diltiazem Mylan Generics”, “Diltiazem Pensa”, “Diltiazem ratiopharm”, “Diltiazem Sandoz Gmbh”, “Diltiazem Sandoz”, “Dilzene”, “Isoptin”, “Tildiem”, “Verapamil Angelini”, “Verapamil DOC Generici”, “Verapamil EG”, “Verapamil Hexal”, “Votrient”, etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Carvedilolo Germed durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Carvedilolo Germed durante la gravidanza e l'allattamento?
Non è disponibile adeguata esperienza clinica col carvedilolo nelle donne in gravidanza.
Gli studi sugli animali non sono sufficienti riguardo agli effetti sulla gravidanza, sullo sviluppo dell'embrione/feto, sul parto e sullo ...

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Non sono stati condotti studi sugli effetti del carvedilolo sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari. A causa delle reazioni individuali variabili da soggetto a soggetto (per es. ...

Effetti indesiderati

a) Riassunto del profilo di sicurezza
La frequenza delle reazioni avverse non è dose dipendente, con l'eccezione dei capogiri, visione anormale e bradicardia.
b)Lista delle reazioni avverse
Il rischio di ...

Sovradosaggio

Sintomi e segnali
In caso di sovradosaggio si potrebbero verificare grave ipotensione, bradicardia, insufficienza cardiaca, shock cardiogeno e arresto cardiaco. Si potrebbero anche manifestare problemi respiratori, broncospasmo, vomito, alterazione della ...

Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: bloccante del recettore beta, bloccante del recettore alfa1 e beta.
ATC: C07AG02.
Il Carvedilolo riduce la pressione arteriosa mediante due meccanismi d'azione. Esercita un'azione vasodilatatrice sui vasi periferici, ...

Proprietà farmacocinetiche

La biodisponibilità del Carvedilolo è di circa il 25 %, ma la variabilità individuale è ampia.
Il picco plasmatico è raggiunto entro un' ora dalla somministrazione orale. La concentrazione aumenta ...

Dati preclinici di sicurezza

Il Carvedilolo non è risultato teratogeno nel ratto e nel coniglio. Gli effetti embrio/fetotossici si sono verificati nel coniglio, a livelli di dosaggio non tossici per le madri.
Test standard ...

Elenco degli eccipienti

Cellulosa microcristallina, lattosio monoidrato, idrossipropil cellulosa, amido di mais, talco, silice colloidale anidra, magnesio stearato.
...

Farmaci Equivalenti

I farmaci equivalenti di Carvedilolo Germed a base di Carvedilolo sono: Caravel, Carvedilolo Alfasigma, Carvedilolo Almus, Carvedilolo Alter, Carvedilolo Angelini, Carvedilolo Aurobindo, Carvedilolo DOC Generici, Carvedilolo EG, Carvedilolo Hexal, Carvedilolo Mylan Generics, Carvedilolo Pensa, Carvedilolo Ranbaxy, Carvedilolo ratiopharm, Carvedilolo Sandoz, Carvedilolo Tecnigen, Carvedilolo Zentiva, Colver, Curcix, Dilatrend, Omeria, Trakor ...

Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Carvedilolo Germed a base di Carvedilolo

Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Sistema di supporto alla prescrizione
Serinfar Regulatory Assistance