UniversitÓ degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Broncolib

Bruno Farmaceutici S.p.A.
Ultimo aggiornamento: 25/03/2022




Cos'Ŕ Broncolib?

Broncolib Ŕ un farmaco a base del principio attivo Carbocisteina Sale Di Lisina Monoidrato, appartenente alla categoria degli Mucolitici e nello specifico Mucolitici. E' commercializzato in Italia dall'azienda Bruno Farmaceutici S.p.A..

Broncolib pu˛ essere prescritto con Ricetta OTC - medicinali non soggetti a prescrizione medica da banco.


Confezioni

Broncolib 90 mg/ml sciroppo 200 ml

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Ipso-Pharma S.r.l.
Concessionario: Bruno Farmaceutici S.p.A.
Ricetta: OTC - medicinali non soggetti a prescrizione medica da banco
Classe: C
Principio attivo: Carbocisteina Sale Di Lisina Monoidrato
Gruppo terapeutico: Mucolitici
Forma farmaceutica: sciroppo

Indicazioni

Mucolitico, fluidificante nelle affezioni dell'apparato respiratorio acute e croniche.

Posologia

Alla confezione è annesso un bicchiere dosatore graduato.
Eventuali aggiustamenti della posologia possono riguardare la frequenza delle somministrazioni o il frazionamento della dose ma devono comunque essere compresi entro il dosaggio massimo giornaliero indicato.
Adulti: 15 ml 2-3 volte al dì o secondo prescrizione medica
Bambini: oltre i 5 anni: 5 ml 2-3 volte al dì o secondo prescrizione medica da 2 a 5 anni: 2,5 ml 2-3 volte al dì o secondo prescrizione medica
In considerazione delle caratteristiche farmacocinetiche e della elevata tollerabilità, la posologia consigliata può essere mantenuta anche in pazienti con insufficienza renale ed epatica.
Durata del trattamento: Carbocisteina Sale Di Lisina Monoidrato può essere impiegata anche per periodi prolungati, in questo caso è opportuno seguire i consigli del medico.

Controindicazioni

  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.
  • Ulcera gastroduodenale.
  • Gravidanza ed allattamento.
  • Il farmaco è controindicato nei bambini di età inferiore ai 2 anni.


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

I mucolitici possono indurre ostruzione bronchiale nei bambini di età inferiore ai 2 anni.
Infatti la capacità di drenaggio del muco bronchiale è limitata in questa fascia d'età, a causa delle caratteristiche fisiologiche delle vie respiratorie.
Essi non devono quindi essere usati nei bambini di età inferiore ai 2 anni (vedere paragrafo 4.3).
Non sono noti fenomeni di assuefazione o dipendenza.
Sanguinamento gastrointestinale
Sono stati riportati casi di sanguinamento gastrointestinale con l'uso di carbocisteina. Si raccomanda cautela negli anziani, nei pazienti con una storia di ulcere gastroduodenali o nei pazienti che assumono farmaci concomitanti noti per aumentare il rischio di sanguinamento gastrointestinale. In caso di sanguinamento gastrointestinale, il paziente deve interrompere il trattamento con carbocisteina.
Pazienti asmatici e debilitati
Si raccomanda di prendere specifiche precauzioni in pazienti con grave insufficienza respiratoria, in pazienti con asma e con una storia di broncospasmo, nonché in pazienti debilitati. L'uso della carbocisteina provoca una diminuzione della viscosità del muco e un aumento della rimozione del muco, sia attraverso l'attività ciliare dell'epitelio, sia attraverso il riflesso della tosse. Pertanto, è previsto un aumento della tosse e dell'espettorato. L'uso di medicinali antitussivi inibisce il riflesso della tosse e aumenta il rischio di ostruzione delle vie aeree, a causa di un aumento dell'accumulo di muco nelle vie respiratorie. L'uso concomitante di questo medicinale con medicinali sedativi della tosse e/o medicinali che inibiscono la secrezione bronchiale (ad es. medicinali anti-muscarinici) non è raccomandato
Informazioni importanti su alcuni eccipienti
Saccarosio
Questo medicinale contiene 6 g di saccarosio (zucchero) per ogni dose da 15 ml. Da tenere in considerazione in persone affette da diabete mellito.
pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, da malassorbimento di glucosio-galattosio, o da insufficienza di sucrasi-isomaltasi, non devono assumere questo medicinale.
Se usato cronicamente (cioè per due settimane o più) BRONCOLIB può essere dannoso per i denti.
Etanolo
Questo medicinale contiene 96 mg di alcol (etanolo) in ogni dose (15 ml). La quantità in 15 ml di questo medicinale è equivalente a meno di 3 ml di birra o 1 ml di vino. La piccola quantità di alcol in questo medicinale non produrrà effetti rilevanti.
Metile para-idrossibenzoato
Questo medicinale contiene metile para-idrossibenzoato, che può causare reazioni allergiche (anche ritardate).

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

In studi clinici controllati non sono state evidenziate interazioni con i più comuni farmaci di impiego nel trattamento delle affezioni delle vie aeree superiori ed inferiori né con alimenti e con test di laboratorio.

FertilitÓ, gravidanza e allattamento

Sebbene il principio attivo non risulti né teratogeno né mutageno e non abbia mostrato effetti negativi sulla funzione riproduttiva nell'animale, BRONCOLIB non deve essere somministrato in gravidanza (vedere paragrafo 4.3). Poiché non sono disponibili dati relativi al passaggio di Carbocisteina Sale Di Lisina Monoidrato nel latte materno, l'uso durante l'allattamento è controindicato (vedere paragrafo 4.3).


Effetti sulla capacitÓádi guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Non sono stati riportati effetti negativi del medicinale sulla capacità di guidare veicoli o usare macchinari.


Effetti indesiderati

Gli effetti indesiderati che possono verificarsi con BRONCOLIB, classificati per sistemi e organi (SOC), sono i seguenti:

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo: sindrome di Steven-Johnson, dermatite bollosa, eritema multiforme, eruzione cutanea tossica, rash cutaneo, orticaria, eritema, esantema, esantema/eritema bolloso, prurito, angioedema, dermatite.

Patologie gastrointestinali: dolore addominale, nausea, vomito, diarrea, sanguinamento gastrointestinale.
Patologie del sistema nervoso: vertigine.
Patologie vascolari: rossore.
Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche: dispnea, ostruzione bronchiale (frequenza non nota).
Segnalazione delle reazioni avverse sospette
La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.


Sovradosaggio

I sintomi riportati in casi di sovradosaggio sono: cefalea, nausea, vomito, diarrea, gastralgia, reazioni cutanee, alterazioni dei sistemi sensoriali.
Non esiste un antidoto specifico; si consiglia di provocare il vomito ed eventualmente di eseguire lavanda gastrica seguita da terapia di supporto specifica.


Scadenza

21 mesi.
Validità dopo la prima apertura del flacone 15 giorni.


Conservazione

Questo medicinale non richiede alcuna particolare precauzione per la conservazione.


Elenco degli eccipienti

Metile para-idrossibenzoato, saccarosio, aroma amarena, etanolo (96%), acqua purificata.


Farmaci Equivalenti


Foglietto Illustrativo


Fonti Ufficiali



Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o pi¨ prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca