Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
menu

Bisoprololo EG

Ultimo aggiornamento: 22/11/2018

Foglietto Illustrativo

Confezioni

Bisoprololo EG 5 mg 28 compresse rivestite con film

Cos'è Bisoprololo EG?

Bisoprololo EG è un farmaco a base del principio attivo Bisoprololo Fumarato, appartenente alla categoria degli Betabloccanti selettivi e nello specifico Betabloccanti selettivi. E' commercializzato in Italia dall'azienda EG S.p.A. - Società del Gruppo STADA Arzmeimittel AG.

Bisoprololo EG può essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: EG S.p.A. - Società del Gruppo STADA Arzmeimittel AG
Concessionario: EG S.p.A. - Società del Gruppo STADA Arzmeimittel AG
Ricetta: RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe: A
Principio attivo: Bisoprololo Fumarato
Gruppo terapeutico: Betabloccanti selettivi
Forma farmaceutica: compressa rivestita

Indicazioni

  • Ipertensione.
  • Angina pectoris stabile cronica.

Posologia

Le compresse Bisoprololo EG 5 mg sono per uso orale.
Il trattamento con bisoprololo costituisce, solitamente, una terapia a lungo termine.
Il dosaggio deve essere aggiustato individualmente. Si raccomanda di partire con la dose più bassa possibile. In alcuni pazienti, può essere adeguato un dosaggio pari a 5 mg/die. Il dosaggio abituale è di 10 mg somministrato una volta al giorno con un dosaggio massimo raccomandato di 20 mg/die.
Le compresse devono essere assunte al mattino. Devono essere deglutite con un liquido e non devono essere masticate.
Pazienti con compromissione renale
Nel caso di pazienti con grave compromissione renale (clearance della creatinina < 20 ml/min) il dosaggio non deve essere superiore a 10 mg/die. Questo dosaggio può eventualmente essere diviso a metà. Dati limitati suggeriscono che bisoprololo non è eliminato dalla dialisi, i pazienti sottoposti a dialisi non richiedono alcuna dose aggiuntiva.
Pazienti con grave compromissione epatica
In pazienti con grave disfunzione epatica si raccomanda una dose massima giornaliera di 10 mg di bisoprololo emifumarato.
Pazienti anziani
Normalmente non è richiesto alcun aggiustamento posologico. Si raccomanda di partire con la dose più bassa possibile.
Bambini al di sotto di 12 anni e adolescenti
Non c'è esperienza pediatrica su questo medicinale. Per questo motivo il suo uso non è raccomandato.
Interruzione del trattamento
Il trattamento non deve essere interrotto bruscamente, specialmente in pazienti con ischemia cardiaca (vedere anche paragrafo 4.4 "Avvertenze speciali e precauzioni di impiego"). Diminuire il dosaggio gradualmente dimezzando la dose di settimana in settimana.

Controindicazioni

  • Insufficienza cardiaca acuta o durante episodi di insufficienza cardiaca non compensata che richiede una terapia inotropa endovenosa.
  • Shock cardiogeno.
  • Blocco AV di secondo o terzo grado (senza un pacemaker).
  • Sindrome del seno malato.
  • Blocco senoatriale.
  • Bradicardia sintomatica (meno di 50 battiti al minuto prima dell'inizio della terapia).
  • Ipotensione sintomatica (pressione sanguigna sistolica inferiore a 100 mm Hg).
  • Asma bronchiale grave o malattia polmonare cronica ostruttiva grave.
  • Gravi forme della malattia occlusiva arteriosa periferica o gravi forme della sindrome di Raynaud.
  • Acidosi metabolica.
  • Ipersensibilità al bisoprololo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati.
  • Feocromocitoma non trattato (vedere anche paragrafo 4.4).
  • Combinazioni di floctafenina e sultopride (vedere anche paragrafo 4.5).


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Nel trattamento dell'insufficienza cardiaca cronica sono utilizzate altre formulazioni di medicinali contenenti bisoprololo. L'uso di agenti beta-bloccanti in questa indicazione necessita un approccio molto cauto e deve iniziare con una ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Combinazioni controindicate
Floctafenina: i beta-bloccanti possono impedire le reazioni compensatorie cardiovascolari associate all'ipotensione o allo shock che possono essere indotti dalla floctafenina.
Sultopride: non si deve somministrare il bisoprololo ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni riportate su letteratura scientifica internazionale
Prima di prendere "Bisoprololo EG" insieme ad altri farmaci come “Gilenya”, etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Bisoprololo EG durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Bisoprololo EG durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza:
Il bisoprololo ha effetti farmacologici che possono causare effetti dannosi sulla gravidanza e/o sul feto/neonato. In generale, gli agenti bloccanti del beta-adrenorecettore riducono la perfusione placentare, il che è ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

A causa di differenze individuali nella risposta al medicinale, la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari può essere compromessa. Di ciò si deve tener conto soprattutto all'inizio del trattamento, in seguito a variazioni del medicinale ed in caso di assunzione contemporanea di alcool.


Effetti indesiderati

Gli effetti indesiderati segnalati sono generalmente attribuibili alle proprietà farmacologiche degli agenti beta-bloccanti.
La frequenza degli effetti indesiderati è stata definita come segue:
Molto comune (≥1/10), comune (≥1/100 a <1/10), ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

Sintomi
I sintomi attesi più comuni conseguenti ad un sovradosaggio di bisoprololo sono: bradicardia, ipotensione, broncospasmo, insufficienza cardiaca acuta, disturbi della conduzione e ipoglicemia.
Esiste un'ampia variabilità inter-individuale nella sensibilità ad una elevata dose di bisoprololo e probabilmente i pazienti con insufficienza cardiaca sono molto sensibili.
Trattamento
In caso di sovradosaggio, il trattamento con bisoprololo deve essere interrotto ed un trattamento sintomatico e di supporto deve essere effettuato. Si deve evitare il riassorbimento di bisoprololo nel tratto gastrointestinale; possono essere usati una lavanda gastrica o la somministrazione di sostanze adsorbenti (cioè carbone attivo) ed un agente lassativo (cioè solfato di sodio). La respirazione deve essere monitorata e, se necessario, deve essere iniziata la respirazione artificiale. Il broncospasmo deve essere neutralizzato da una terapia broncodilatatoria come isoprenalina o farmaci beta2-simpaticomimetici. Le complicazioni cardiovascolari devono essere trattate sintomaticamente: il blocco AV (di secondo o terzo grado) richiede un attento monitoraggio e deve essere trattato con infusione di isoprenalina o l'inserimento di un pacemaker cardiaco transvenoso. La bradicardia deve essere trattata con atropina per via endovenosa (o M-metil-atropina). La caduta della pressione sanguigna o lo shock devono essere trattati con agenti sostitutivi del plasma e vasopressori.
L'ipoglicemia può essere trattata con glucosio per via endovenosa.
Dati limitati suggeriscono che bisoprololo è difficilmente dializzabile.


Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: Agenti beta1-bloccanti selettivi
Codice ATC: C07 AB07
Meccanismo d'azione
Il bisoprololo è un potente agente bloccante del beta1-adrenorecettore altamente selettivo, privo di attività intrinseca simpaticomimetica. Come per altri ...


Proprietà farmacocinetiche

Il bisoprololo è assorbito quasi completamente dal tratto gastrointestinale. Insieme ad un piccolissimo effetto di primo passaggio nel fegato, ciò ha come risultato un'elevata biodisponibilità, pari approssimativamente al 90%. Il ...


Dati preclinici di sicurezza

I dati preclinici non rivelano rischi particolari per l'uomo sulla base di studi convenzionali di safety pharmacology, tossicità a dosi ripetute, genotossicità o potenziale cancerogeno.
Come altri beta-bloccanti, il bisoprololo ...


Elenco degli eccipienti

Nucleo:
Cellulosa microcristallina
Calcio idrogeno fosfato
Amido di mais pregelatinizzato
Crospovidone
Silice colloidale anidra
Magnesio stearato
Rivestimento:
Ipromellosa
Macrogol 400
Titanio diossido (E171)
Ferro ossido giallo (E172)
Ferro ossido rosso

Farmaci Equivalenti

I farmaci equivalenti di Bisoprololo EG a base di Bisoprololo Fumarato sono: Bisoprololo AHCL, Bisoprololo Almus, Bisoprololo Aurobindo Pharma Italia, Bisoprololo Doc Generics, Bisoprololo KRKA, Bisoprololo Mylan, Bisoprololo Mylan Generics, Bisoprololo Pensa, Bisoprololo Sandoz, Bisoprololo Teva, Cardicor, Congescor, Sequacor

Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Bisoprololo EG a base di Bisoprololo Fumarato

Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Sistema di supporto alla prescrizione
Codifa Regulatory Assistance