transparent
Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Algidrin

Ultimo aggiornamento: 20/07/2021




Cos'è Algidrin?

Algidrin è un farmaco a base del principio attivo Ibuprofene Sale Di Lisina, appartenente alla categoria degli Analgesici FANS e nello specifico Derivati dell'acido propionico. E' commercializzato in Italia dall'azienda Dicofarm S.p.A..

Algidrin può essere prescritto con Ricetta SOP - medicinali non soggetti a prescrizione medica ma non da banco.

Confezioni

Algidrin 20 mg/ml sospensione orale, bambini 1 flacone da 120 ml con siringa per os da 5 ml

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Dicofarm S.p.A.
Ricetta: SOP - medicinali non soggetti a prescrizione medica ma non da banco
Classe: C
Principio attivo: Ibuprofene Sale Di Lisina
Gruppo terapeutico: Analgesici FANS
Forma farmaceutica: sospensione

Indicazioni

ALGIDRIN è indicato per bambini di età superiore a 3 mesi e adolescenti:
  • per il trattamento sintomatico della febbre
  • per il trattamento sintomatico del dolore da lieve a moderato

Posologia

Posologia
Deve essere assunta la dose efficace più bassa, nel più breve tempo possibile, necessaria per controllare i sintomi (vedere sezione 4.4)
Popolazione pediatrica:
La dose di ibuprofene da somministrare dipende dall'età e dal peso del bambino. Per i bambini di età compresa tra 3 mesi e 12 anni, la dose giornaliera raccomandata di ibuprofene va da 20 a 30 mg/kg di peso corporeo, suddivisa in tre o quattro dosi individuali (vedere la tabella seguente).
L'uso di questo medicinale non è raccomandato nei bambini di età inferiore a 3 mesi o di peso corporeo inferiore a 5 kg.
L'intervallo tra le dosi dipende dal decorso dei sintomi, ma non deve mai essere inferiore di 4 ore.
Il seguente schema posologico è raccomandato come linea guida. Le dosi possono essere ripetute ogni 6-8 ore, senza superare le quantità giornaliere indicate nell'ultima colonna 
POSOLOGIA PER BAMBINI
 
Età/peso
Frequenza
Dose
Dose massima
giornaliera
Da 3 a 6 mesi
Da 5 a 7,6 kg circa
3 volte al giorno
50 mg (2,5 ml)/dose
150 mg (7,5 ml)
Da 6 a 12 mesi
Da 7,7 a 9 kg circa
Da 3 a 4 volte al giorno
50 mg (2,5 ml)/dose
150-200 mg (7,5-10 ml)
Da 1 a 3 anni
Da 10 a 15 kg circa
Da 3 a 4 volte al giorno
100 mg (5 ml)/dose
300-400 mg (15-20 ml)
Da 4 a 6 anni
Da 16 a 20 kg circa
Da 3 a 4 volte al giorno
150 mg (7,5 ml)/dose
450-600 mg (22,5-30 ml)
Da 7 a 9 anni
Da 21 a 29 kg circa
Da 3 a 4 volte al giorno
200 mg (10 ml)/dose
600-800 mg (30-40 ml)
Da 10 a 12 anni
Da 30 a 40 kg circa
Da 3 a 4 volte al giorno
300 mg (15 ml)/dose
900-1200 mg (45-60
ml)
Adolescenti (oltre 12 anni di età):
La dose raccomandata è di 10-20 ml (equivalenti a 200-400 mg di ibuprofene) ogni 4-6 ore, se necessario, senza superare la dose giornaliera di 1200 mg di ibuprofene in 24 h. Dato il quantitativo di ibuprofene in questo prodotto medicinale, l'uso di altre confezioni con dosi più adatte è raccomandato per il trattamento di adulti e adolescenti oltre i 12 anni di età.
Insufficienza renale:
Alcune precauzioni devono essere adottate quando si utilizzano farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) in pazienti con insufficienza renale, poiché l'ibuprofene viene generalmente eliminato per via renale. Vengono utilizzate dosi più basse per i pazienti con disfunzione renale da lieve a moderata. L'ibuprofene non deve essere usato in pazienti con grave insufficienza renale (vedere paragrafo 4.3).
Insufficienza epatica:
Sebbene non siano state osservate differenze nel profilo farmacocinetico dell'ibuprofene in pazienti con insufficienza epatica, è consigliabile adottare precauzioni nell'uso dei FANS in questo tipo di pazienti. I pazienti con insufficienza epatica da lieve a moderata dovrebbero iniziare il trattamento a dosi più basse ed essere attentamente monitorati. L'ibuprofene non deve essere usato in pazienti con grave insufficienza epatica (vedere paragrafo 4.3).
Modo di somministrazione
Questo medicinale è somministrato per via orale. Può essere somministrato direttamente o diluito con acqua.
Agitare la bottiglia prima dell'uso.
Le confezioni contengono una siringa graduata di 5 ml per uso orale, per un dosaggio accurato.
La siringa dovrebbe essere sganciata dalla bottiglia, smontata, lavata e asciugata bene dopo ogni uso. I pazienti con problemi gastrici dovrebbero assumere il medicinale durante i pasti.

Controindicazioni

  • Ipersensibilità all'ibuprofene, a qualsiasi altro FANS o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.
  • Pazienti che hanno sviluppato reazioni allergiche, attacchi di asma, rinite acuta, orticaria o edema angioneurotico dopo ver assunto sostanze con simili azioni (ad esempio acido acetilsalicilico o altri farmaci anti-infiammatori).
  • Una storia di emorragia o di perforazione gastrointestinale correlata a precedenti trattamenti con farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS).
  • Ulcera peptica, emorragia gastrointestinale attiva o ricorrente (due o più episodi separati verificatisi di ulcerazione o emorragia).
  • Pazienti con malattie che tendono ad aumentare il sanguinamento.
  • Insufficienza cardiaca grave (NYHA: classe IV).
  • Grave insufficienza renale (velocità di filtrazione glomerulare al di sotto di 30 ml/min)
  • Grave insufficienza epatica
  • Pazienti con disidratazione grave (causata da vomito, diarrea o assunzione insufficiente di liquidi) - Durante il terzo trimestre di gravidanza (vedere paragrafo 4.6).


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Mascheramento dei sintomi delle infezioni sottostanti:
ALGIDRIN può mascherare i sintomi di infezione, che possono portare ad un ritardo dell'inizio del trattamento appropriato e quindi peggiorare l'esito dell'infezione. Questo è ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

In generale, i FANS devono essere assunti con precauzione se usati insieme ad altri farmaci che possono aumentare il rischio di ulcera gastrointestinale, emorragia gastrointestinale e disfunzione renale.
Sono state ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni riportate su letteratura scientifica internazionale
Prima di prendere "Algidrin" insieme ad altri farmaci come “Coumadin”, “Sintrom”, etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Algidrin durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Algidrin durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza
Primo e secondo trimestre di gravidanza
L'inibizione della sintesi delle prostaglandine influisce negativamente sulla gravidanza e/o sullo sviluppo dell'embrione/feto. Dati da studi epidemiologici suggeriscono un aumento del rischio ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Pazienti che soffrono di capogiri, vertigini, alterazioni visive o altri disturbi del sistema nervoso centrale durante l'assunzione di ibuprofene dovrebbero evitare la guida o l'uso di macchinari.
I pazienti in trattamento con ibuprofene possono riscontrare che i loro tempi di reazione sono influenzati; ciò deve essere tenuto presente quando si svolgono attività che richiedono maggiore attenzione, come guidare o usare macchinari.
Questo effetto è accentuato dal consumo simultaneo di alcol.


Effetti indesiderati

Gli effetti indesiderati osservati con maggiore frequenza sono di natura gastrointestinale. Ulcere peptidiche, perforazione o emorragia gastrointestinale, in alcuni casi fatali, possono verificarsi, soprattutto negli anziani (vedere paragrafo 4.4). Sono ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

La maggior parte dei casi di sovradosaggio è asintomatica. Generalmente non sono stati osservati segni di tossicità a dosi inferiori a 100 mg/kg nei bambini e negli adulti. Tuttavia, in alcuni casi potrebbe essere necessaria un'assistenza supplementare. È stato osservato che i bambini mostrano segni e sintomi di tossicità dopo aver ingerito quantità pari o superiori a 400 mg/kg.
Sintomi
La maggior parte dei pazienti che hanno assunto quantità significative di ibuprofene hanno mostrato sintomi entro le successive 4-6 ore.
I sintomi più frequentemente riportati in caso di sovradosaggio includono dolore addominale, nausea, vomito, letargia, sonnolenza.
Gli effetti sul sistema nervoso centrale (SNC) includono mal di testa, tinnito, capogiro, convulsioni, perdita di coscienza e atassia. Sono stati inoltre segnalati casi rari di nistagmo, acidosi metabolica, ipotermia, alterazioni della funzione renale, emorragia gastrointestinale, coma, apnea e depressione del sistema nervoso centrale e respiratorio. Sono stati segnalati casi di malattie cardiovascolari, incluse ipotensione, bradicardia e tachicardia.
In caso di avvelenamento grave, può verificarsi acidosi metabolica.
In caso di grave sovradosaggio, possono verificarsi danni ai reni e al fegato.
Misure terapeutiche per il sovradosaggio:
Il trattamento è sintomatico e non è disponibile alcun antidoto specifico. Per quantità in cui è improbabile che i sintomi si manifestino (meno di 50 mg / kg di ibuprofene) può essere somministrata acqua per ridurre il più possibile il disagio gastrointestinale. Se sono state ingerite grandi quantità, deve essere somministrato carbone attivo. Lo svuotamento dello stomaco con il vomito deve essere preso in considerazione solo entro 60 minuti dall'ingestione. Pertanto, la lavanda gastrica non deve essere presa in considerazione a meno che il paziente non abbia ingerito una quantità pericolosa per la vita del farmaco e siano trascorsi meno di 60 minuti dall'ingestione. Il beneficio di misure come la diuresi forzata, l'emodialisi o l'emoperfusione è discutibile, poiché l'ibuprofene si lega fortemente alle proteine plasmatiche.


Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: farmaco anti-infiammatorio non steroideo. Derivati dell'acido propionico; ibuprofene.
Codice ATC: M01AE01
L'ibuprofene è un principio attivo dalle spiccate proprietà analgesiche, antinfiammatorie e antipiretiche. Il suo meccanismo d'azione ...


Proprietà farmacocinetiche

L'ibuprofene è un principio attivo con farmacocinetica lineare.
Assorbimento:
L'ibuprofene è ben assorbito attraverso il tratto gastrointestinale. Le pubblicazioni stabiliscono che il picco di concentrazione plasmatica di ibuprofene viene raggiunto ...


Dati preclinici di sicurezza

L'ibuprofene non è risultato teratogeno in diverse specie animali. Inoltre, non ha mostrato alcun potenziale mutagenico o cancerogeno. In alcuni studi sulla riproduzione animale sono stati riscontrati un aumento della ...


Elenco degli eccipienti

Acqua purificata
Cellulosa microcristallina
Sodio carbossimetilcellulosa
Sorbitolo (E-420)
Maltitolo (E-965)
Beta-ciclodestrina
Saccarina di sodio
Sucralosio (E-955)
Aroma frutti di bosco
Colorante rosso Allura-AC (E-129)
Para-idrossibenzoato di metile (E-218) Para-idrossibenzoato di

Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Algidrin a base di Ibuprofene Sale Di Lisina ...
Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Fonti Ufficiali



Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca