UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Ventipulmin

Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.
Ultimo aggiornamento: 01/02/2021




A cosa serve

Ventipulmin Ŕ un medicinale veterinario a base del principio attivo Clenbuterolo Cloridrato, appartenente alla categoria degli Adrenergici respiratori e nello specifico Agonisti selettivi dei recettori beta2-adrenergici. E' commercializzato in Italia dall'azienda Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A..

Ventipulmin pu˛ essere prescritto con Ricetta RRV - ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Boehringer Ingelheim Vetmedica GmbH
Concessionario: Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.
Ricetta: RRV - ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile
Principio attivo: Clenbuterolo Cloridrato
Gruppo terapeutico: Adrenergici respiratori
Forma farmaceutica: fiala iniettabile

Confezioni

Ventipulmin soluzione iniettabile flacone da 50 ml

Principio Attivo

1 ml contiene: clenbuterolo cloridrato 0,0300 mg pari a 0,02651 mg di clembuterolo.

Indicazioni

trattamento delle malattie respiratorie (tosse e dispnea, bronchiti e bronchioliti subacute e croniche, "malattia polmonare ostruttiva cronica" COPD) con broncospasmo e che siano influenzabili da una terapia broncospasmolitica. Ventipulmin soluzione iniettabile, nei casi acuti di bronchite e broncopolmonite, pu˛ essere associato ad antibiotici e/o sulfamidici, e/o secretolitici.

Posologia

somministrare 2,7 ml di soluzione ogni 100 kg di peso corporeo, per via endovenosa lenta o per via intramuscolare, 2 volte al giorno (una somministrazione corrisponde a 0,8 microgrammi di clenbuterolo cloridrato per kg di p.c.). Normalmente, nelle forme acute e subacute Ŕ sufficiente un trattamento massimo di 10 giorni.

Avvertenze

la somministrazione del prodotto deve essere effettuata da un veterinario o sotto la sua diretta responsabilitÓ. Un uso eccessivo o un uso non corretto di Ventipulmin, al di fuori delle indicazioni terapeutiche (per es. per migliorare le prestazioni sportive dell'animale) pu˛ portare a complicazioni anche gravi e pericolose per la vita dello stesso.