Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu
menu

Unistrain PRRS

Ultimo aggiornamento: 05/03/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Unistrain PRRS sosp. iniett. per suini 1 flac. 10 dosi liof. + 1 flac. 20 ml solv.
Unistrain PRRS sosp. iniett. per suini 1 flac. 125 dosi liof. + 1 flac. 250 ml solv.
Unistrain PRRS sosp. iniett. per suini 1 flac. 50 dosi liof. + 1 flac. 100 ml solv.
Unistrain PRRS sosp. iniett. per suini 10 flac. 50 dosi liof. + 10 flac. 100 ml solv.
Unistrain PRRS I.D sosp. iniett. per suini 1 flac. 125 dosi liof. + 1 flac. 25 ml solv.
Unistrain PRRS I.D sosp. iniett. per suini 1 flac. 50 dosi liof. + 1 flac. 10 ml solv.

A cosa serve

Unistrain PRRS è un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Sindrome Respiratoria E Riproduttiva Dei Suini, appartenente alla categoria degli Vaccini e nello specifico Vaccini virali vivi. E' commercializzato in Italia dall'azienda Hipra Italia S.r.l..

Unistrain PRRS può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Hipra Laboratorios S.A.
Concessionario: Hipra Italia S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Vaccino Sindrome Respiratoria E Riproduttiva Dei Suini
Gruppo terapeutico: Vaccini
Forma farmaceutica: fiale/flaconcini + solvente


Principio Attivo

ogni dose contiene: Virus della sindrome riproduttiva e respiratoria del suino (PRRSV, Porcine reproductive and respiratory virus) vivo e attenuato, ceppo VP-046 BIS 10[5:3,5]-10[5:5,5] DICC[6:50]*
*dose infettante la coltura cellulare.

Indicazioni

scrofe da riproduzione: per l'immunizzazione attiva di femmine da riproduzione in allevamenti affetti dal virus PRRS europeo, al fine di ridurre i disturbi riproduttivi, l'incidenza e la durata della viremia, la trasmissione transplacentare del virus, la carica virale nei tessuti e i segni clinici nella prole associati all'infezione da ceppi del virus della PRRS. In condizioni di laboratorio, la vaccinazione delle femmine ha ridotto l'impatto negativo dell'infezione da virus della PRRS sulla performance dei suinetti (mortalità e aumento ponderale) nei primi 28 giorni di vita. Inizio dell'immunità: 30 giorni dopo la vaccinazione. Durata dell'immunità: 16 settimane dopo la vaccinazione.
Suini a partire da 4 settimane di età: per l'immunizzazione attiva di suini di allevamento affetti dal virus PRRS europeo, al fine di ridurre i segni clinici associati all'infezione virale da PRRS, l'incidenza e la durata della viremia e la durata dell'eliminazione del virus da animali infetti. In condizioni di laboratorio, è stato dimostrato che la vaccinazione riduce la carica virale nei tessuti polmonari. In condizioni di campo, dove si è verificata un'infezione da PRRSV durante il periodo dell'ingrasso, è stata dimostrata una riduzione della mortalità e degli effetti negativi dell'infezione sull'aumento del peso giornaliero. Inizio dell'immunità: 28 giorni dopo la vaccinazione. Durata dell'immunità: 24 settimane dopo la vaccinazione.

Posologia

il metodo di somministrazione è per via intramuscolare o intradermica. Entrambe le vie di somministrazione devono essere praticate nella regione del collo. Nel caso della via intradermica, il dispositivo ID deve essere fornito da titolari di autorizzazione di fabbricazione oppure deve trattarsi di dispositivi privi di ago in grado di somministrare dosi da 0,2 ml (forza della molla di iniezione: 400-190N; diametro dell'ugello: 0,25 mm).Ricostituire il vaccino con il solvente corrispondente:
n. di dose/fiala: 10 dosi; volume del solvente IM: 20 ml
n. di dose/fiala: 25 dosi; volume del solvente IM: 50 ml
n. di dose/fiala: 50 dosi; volume del solvente IM: 100 ml; volume del solvente ID: 10 ml
n. di dose/fiala: 100 dosi; volume del solvente IM: 200 ml; volume del solvente ID: 20 ml
n. di dose/fiala: 125 dosi; volume del solvente IM: 250 ml; volume del solvente ID: 25 ml
Se il solvente è conservato in frigorifero, è necessario attendere che raggiunga una temperatura compresa tra 15 ºC e 25 ºC prima della ricostituzione della polvere liofilizzata. Rimuovere la capsula di alluminio dal flacone contenente il solvente e aspirare un determinato volume del contenuto. Iniettare quindi questo volume di solvente nel flacone contenente il vaccino liofilizzato. Agitare fino a completa dissoluzione della polvere liofilizzata. Una volta ricostituita, prelevare dal flacone del vaccino tutta la sospensione ottenuta e iniettarla nel flacone contenente il solvente rimanente. Agitare bene prima dell'uso. Il vaccino ricostituito è una soluzione omogenea di colore rossastro. Evitare l'introduzione di agenti contaminanti durante la ricostituzione e l'uso. Per la somministrazione usare solo aghi e siringhe sterili. Devono essere applicati i seguenti metodi e dosi di somministrazione:
Suini a partire da 4 settimane di età: 2 ml per via intramuscolare o 0,2 ml per via intradermica.
Scrofe da riproduzione: 2 ml per via intramuscolare o 0,2 ml per via intradermica.Una vaccinazione singola deve essere somministrata una volta in ciascun ciclo riproduttivo per la protezione durante la gravidanza successiva.
In giovani scrofe (scrofette), somministrare un'iniezione di vaccino ricostituito per animale 4 settimane dopo l'accoppiamento.
In scrofe, somministrare un'iniezione di vaccino ricostruito per animale, 2 settimane dopo l'accoppiamento o a 8-9 settimane di gestazione (circa 60 giorni dopo l'accoppiamento). In ogni gestazione, vaccinare le scrofe seguendo il programma di vaccinazione summenzionato. Per l'uso simultaneo con Eryseng Parvo in scrofe da riproduzione dai 6 mesi di età, la somministrazione della miscela di Unistrain PRRS ed Eryseng Parvo può essere utilizzata esclusivamente per la vaccinazione degli animali prima dell'accoppiamento. Devono essere seguite le istruzioni specificate di seguito: i contenuti di una singola fiala di Unistrain PRRS devono essere ricostituiti con i contenuti di una singola fiala di Eryseng Parvo nel modo descritto per la ricostituzione con solvente. Deve essere iniettata una dose unica (2 ml) di vaccini miscelati, entro 2 ore, per via intramuscolare.
Unistrain PRRS: 10 dosi; Eryseng Parvo: 10 dosi (20 ml)
Unistrain PRRS: 25 dosi; Eryseng Parvo: 25 dosi (50 ml)
Unistrain PRRS: 50 dosi: Eryseng Parvo: 50 dosi (100 ml).

Avvertenze

vaccinare solo animali sani. Prendere precauzioni per evitare il trasferimento del virus nella mandria, ad esempio da animali sieropositivi ad animali sieronegativi. Gli anticorpi di origine materna possono interferire sull'efficacia del vaccino. In presenza di un alto tasso di anticorpi di origine materna, i tempi della vaccinazione iniziale dei suinetti devono essere pianificati di conseguenza.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: per un controllo ottimale del virus PRRS si consiglia di vaccinare in massa tutti i suini target della mandria a partire dall'età minima raccomandata. Le femmine introdotte recentemente nell'allevamento e naïve al PRRSV (ad esempio femmine da rimonta provenienti da mandrie negative al PRRSV) devono essere vaccinate prima della gravidanza. Il virus del vaccino potrebbe diffondersi dopo la vaccinazione, ad esempio nelle feci e/o nelle secrezioni nasali e orali degli animali vaccinati. Dopo la vaccinazione di scrofe da riproduzione il ceppo vaccinale può diffondersi per un massimo di nove giorni. Dopo la vaccinazione di suini di 4 settimane di età, la diffusione del ceppo vaccinale potrebbe avvenire fino a 29 giorni. Il ceppo vaccinale può diffondersi ad animali coabitanti non vaccinati, inclusi i feti durante la gravidanza e i suinetti dopo il parto, senza alcuna conseguenza clinica. Devono quindi essere prese precauzioni speciali per evitare la diffusione agli animali suscettibili, se necessario.