transparent
UniversitÓ degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Torphasol

SocieÓ aniMedica GmbH
Ultimo aggiornamento: 08/03/2021




A cosa serve

Torphasol Ŕ un medicinale veterinario a base del principio attivo Butorfanolo Tartrato, appartenente alla categoria degli Analgesici e nello specifico Derivati del morfinano. E' commercializzato in Italia dall'azienda SocieÓ aniMedica GmbH.

Torphasol pu˛ essere prescritto con Ricetta RNRV - ricetta medica in copia unica non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: SocieÓ aniMedica GmbH
Concessionario: SocieÓ aniMedica GmbH
Ricetta: RNRV - ricetta medica in copia unica non ripetibile
Principio attivo: Butorfanolo Tartrato
Gruppo terapeutico: Analgesici
Forma farmaceutica: fiala iniettabile

Confezioni

Torphasol 4 mg/ml soluzione iniettabile per cani e gatti flacone da 10 ml

Principio Attivo

1 ml contiene: 4 mg butorfanolo (come butorfanolo tartrato 5,83 mg)

Indicazioni

cani: come analgesico per alleviare il dolore viscerale da leggero a moderato; come sedativo in combinazione con medetomidina.
Gatti: come analgesico per alleviare il dolore viscerale da leggero a moderato.

Posologia

cani: analgesia: somministrazione intravenosa di 0,2- 0,4 mg/kg peso corporeo di butorfanolo (equivalente a 0,05-0,1 ml/kg peso corporeo). Per analgesia postoperatoria, si consiglia la somministrazione intravenosa di 0,2-0,4 mg/kg peso corporeo di butorfanolo 20 minuti prima della fine dell'intervento chirurgico sui tessuti molli.
Sedazione in combinazione con medetomidina: somministrazione intravenosa di 0,1- 0,2 mg/kg peso corporeo di butorfanolo (equivalente a 0,025-0,05 ml/kg peso corporeo) con 10-30 Ág/kg peso corporeo di medetomidina, a seconda del grado di sedazione richiesto.
Gatti: analgesia: somministrazione intravenosa di 0,1- 0,2 mg/kg peso corporeo di butorfanolo (equivalente a 0,025-0,05 ml/kg peso corporeo). Il butorfanolo Ŕ destinato all'uso in cani e gatti, quando si richiede analgesia di breve o da breve a media durata. Tuttavia, si possono somministrare trattamenti ripetuti di butorfanolo. La necessitÓ e la tempistica di un trattamento ripetuto va basata sulla risposta clinica. Per i casi in cui si prevede la necessitÓ di un'analgesia pi¨ prolungata, si dovrebbe usare un agente terapeutico alternativo. In assenza di un'adeguata risposta analgesica, si deve prendere in considerazione l'uso di un agente analgesico alternativo come un altro analgesico oppioide e/o un farmaco antinfiammatorio non steroideo. Qualsiasi analgesia alternativa deve prendere in considerazione l'azione del butorfanolo sui recettori per gli oppioidi.

Avvertenze

il butorfanolo Ŕ destinato all'uso nei casi in cui Ŕ necessaria un'analgesia breve (cane) o da breve a media (gatto). Tuttavia, possono essere somministrati trattamenti ripetuti di butorfanolo. Nei casi in cui sia necessaria una durata superiore dell'anestesia, deve essere usato un agente terapeutico alternativo. La sicurezza del prodotto in cagnolini e gattini giovani non Ŕ stata stabilita. L'uso del prodotto in questi gruppi dovrebbe basarsi sulla valutazione del rapporto rischio/beneficio da parte del veterinario responsabile. Nei gatti, la risposta degli individui al butorfanolo pu˛ variare. In assenza di un'adeguata risposta analgesica, va usato un diverso agente analgesico. Nei gatti, aumentare il dosaggio potrebbe non aumentare l'intensitÓ o la durata dell'analgesia.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: l'auscultazione cardiaca deve essere eseguita di routine prima di utilizzarlo in combinazione con agonisti degli adrenocettori [7:a]2. La combinazione di butorfanolo e alfa-2 adrenocettori agonisti dev'essere usata con cautela negli animali affetti da patologie cardiovascolari. L'uso concomitante di farmaci anticolinergici, es. atropina, deve essere preso in considerazione. Nel caso di depressione respiratoria, questa pu˛ essere invertita mediante un antagonista oppioide (es. Naloxone). ╚ possibile notare una certa sedazione negli animali trattati. A causa delle proprietÓ antitussive del butorfanolo, questo non va usato in combinazione con un espettorante o in animali con patologie respiratorie associate a un aumento della produzione di muco, perchÚ ci˛ potrebbe portare ad un accumulo di muco nelle vie respiratorie. I gatti devono essere pesati per garantire che la dose Ŕ calcolata correttamente. ╚ raccomandato l'uso di siringhe da insulina o siringhe graduate a 1 ml.