transparent
Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Tolomec

Ultimo aggiornamento: 29/03/2021




A cosa serve

Tolomec è un medicinale veterinario a base del principio attivo Ivermectina, appartenente alla categoria degli Endectocidi e nello specifico Avermectine. E' commercializzato in Italia dall'azienda A.T.I. Azienda Terapeutica Veterinaria S.r.l..

Tolomec può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Fatro Industria Farmaceutica Veterinaria S.p.A.
Concessionario: A.T.I. Azienda Terapeutica Veterinaria S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Ivermectina
Gruppo terapeutico: Endectocidi
Forma farmaceutica: fiala iniettabile

Confezioni

Tolomec flacone in PP 200 ml
Tolomec flacone in PP 50 ml
Tolomec flacone in PP 500 ml

Principio Attivo

Ivermectina (FU) 10 mg/ml.

Indicazioni

l'impiego di Tolomec soluzione iniettabile è indicato per il trattamento ed il controllo di endo ed ectoparassiti in bovini (nematodi gastrointestinali, vermi polmonari, altri nematodi, parassiti esterni, pidocchi ematofagi, acari della rogna dei bovini), ovini (nematodi gastrointestinali e polmonari, estro ovino, acari) e suini (nematodi gastrointestinali, vermi polmonari, pidocchi, acari). In particolare: Bovini; Nematodi gastrointestinali (adulti e larve al 4° stadio): Ostertagia ostertagi (incluse le larve inibite), Ostertagia lyrata, Haemonchus placei, Trichostrongylus axei, Trichostrongylus colubriformis, Cooperia oncophora, Cooperia punctata, Cooperia pectinata, Cooperia spp., Oesophagostomum radiatum, Bunostomum phlebotomum, Nematodirus helvetianus (adulti), N. spathiger (adulti), Strongyloides papillosus (adulti), Toxocara (Neoascaris) vitulorum (adulti). Vermi polmonari (adulti e larve al 4° stadio): Dictyocaulus viviparus (incluse le larve inibite). Altri Nematodi: Parafilaria bovicola, Thelazia spp. (adulti). Parassiti esterni: Hypoderma bovis e H. lineatum (stadi larvali). Pidocchi: Linognathus vituli, Haematopinus eurysternus, Solenopotes capillatus, come ausilio nel controllo dei mallofagi appartenenti alla specie Damalinia bovis. Acari: Psoroptes ovis (sin. P. communis var. bovis), Sarcoptes scabiei var. bovis, come ausilio nel controllo di Chorioptes bovis. Tolomec soluzione iniettabile, somministrato alla dose raccomandata di 1 ml per 50 kg di peso corporeo controlla reinfestazioni sostenute da Haemonchus placei e Cooperia spp. che hanno luogo nei primi 14 giorni dal trattamento, da Ostertagia ostertagi ed Oesophagostomum radiatum che hanno luogo nei primi 21 giorni dal trattamento e da Dictyocaulus viviparus che hanno luogo nei primi 28 giorni dal trattamento. Ovini; Nematodi gastrointestinali: Haemonchus contortus (adulti, L4, L3), Ostertagia circumcincta (adulti, L4, L3), O. trifurcata (adulti, L4), Trichostrongylus axei (adulti), T. colubriformis (adulti, L4, L3), T. vitrinus (adulti), Nematodirus filicollis (adulti, L4), N. spathiger (L4, L3), Cooperia curticei (adulti, L4), Oesophagostomum columbianum (adulti, L4, L3), O. venulosum (adulti), Chabertia ovina (adulti, L4, L3), Trichiuris ovis (adulti), Strongyloides papillosus (L4, L3), Gaigeria pachyscelis (adulti, L4, L3). Nematodi polmonari: Dictyocaulus filaria (adulti, L4, L3), Protostrongylus rufescens (adulti). Estro ovino: Tutte le forme larvali di Oestrus ovis. Acari: Sarcoptes scabiei, Psoroptes communis var. ovis, Psorergates ovis. Una singola iniezione riduce in modo marcato il numero di Psoroptes communis var. ovis e spesso porta alla riduzione della sintomatologia clinica della rogna. Due iniezioni, a distanza di 7 giorni una dall'altra, sono necessarie per eliminare gli acari vivi. Suini; Nematodi gastrointestinali (adulti e larve al 4° stadio): Ascaris suum, Hyostrongylus rubidus, Oesophagostomumspp., Strongyloides ransomi (adulti), come ausilio nel controllo dei nematodi ematofagi appartenenti alla specie Trichiuris suis (adulti). Tolomec soluzione iniettabile somministrato alle scrofe 7-14 giorni prima del parto controlla efficacemente la trasmissione transmammaria ai suinetti delle infestazioni da Strongyloides ransomi. Vermi polmonari (adulti): Metastrongylus spp. Pidocchi: Haematopinus suis. Acari: Sarcoptes scabiei var. suis.

Posologia

La via di somministrazione raccomandata è quella sottocutanea. Bovini: 1 ml/50 kg p.v. (pari a 200 µg di ivermectina/kg p.v.). L'iniezione va effettuata in posizione craniale o caudale rispetto alla spalla. Si raccomanda l'utilizzo di un ago sterile calibro 16, da 15 a 20 mm. Ovini: 0,5 ml/25 kg p.v. (pari a 200 µg di ivermectina/kg p.v.). Somministrare con qualsiasi siringa standard automatica o a dosaggio singolo, rispettando le normali condizioni di asepsi. Suini: 1 ml/33 kg p.v. (pari a 300 µg di ivermectina/kg p.v.). Somministrare nella parte dorsale del collo, con qualsiasi siringa standard automatica o a dosaggio singolo, rispettando le normali condizioni di asepsi. Suddividere dosi superiori a 10 ml in due punti di iniezione per ridurre i disturbi occasionali e le reazioni locali. Per assicurare un corretto dosaggio, il peso corporeo deve essere determinato nel modo più accurato possibile.