transparent
Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Tolfedine 4%

Vétoquinol Italia S.r.l.
Ultimo aggiornamento: 29/03/2021




A cosa serve

Tolfedine 4% è un medicinale veterinario a base del principio attivo Acido Tolfenamico, appartenente alla categoria degli Agenti antinfiammatori e nello specifico Fenamati. E' commercializzato in Italia dall'azienda Vétoquinol Italia S.r.l..

Tolfedine 4% può essere prescritto con Ricetta RRV - ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Vetoquinol SA
Concessionario: Vétoquinol Italia S.r.l.
Ricetta: RRV - ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile
Principio attivo: Acido Tolfenamico
Gruppo terapeutico: Agenti antinfiammatori
Forma farmaceutica: fiala iniettabile

Confezioni

Tolfedine 4% im o sottoc. 1 flacone 10 ml

Principio Attivo

Tolfedine 40 mg/ml soluzione iniettabile per cani e gatti: 1 ml contiene: acido tolfenamico 40 mg.
Tolfedine 60 mg compresse per cani: una compressa contiene: acido tolfenamico 60 mg.
Tolfedine 6 mg compresse per gatti e cani di piccola taglia: una compressa contiene: acido tolfenamico 6 mg.

Indicazioni

Tolfedine soluzione iniettabile per cani e gatti: Cani: trattamento sintomatico dei processi infiammatori e sindromi dolorose dell'apparato osteo-articolare e muscolo-scheletrico. Prevenzione del dolore post-operatorio. Gatti: trattamento degli stati febbrili.
Tolfedine compresse da 60 mg per cani: Cani: trattamento sintomatico dei processi infiammatori e sindromi dolorose dell'apparato osteo-articolare e muscolo-scheletrico.
Tolfedine compresse da 6 mg per gatti e cani di piccola taglia: Cani: trattamento sintomatico dei processi infiammatori e sindromi dolorose dell'apparato osteo-articolare e muscolo-scheletrico. Gatti: trattamento degli stati febbrili.

Posologia

Tolfedine soluzione iniettabile per cani e gatti: Cani: trattamento sintomatico dei processi infiammatori e sindromi dolorose dell'apparato osteo-articolare e muscolo-scheletrico: 4 mg/kg di acido tolfenamico, pari a 1 ml per 10 kg di peso vivo per via sottocutanea o intramuscolare, da ripetere eventualmente 48 ore dopo (1 ml/10 kg p.v.); oppure un'iniezione di 1 ml/10 kg p.v. seguita dal trattamento per via orale. Prevenzione del dolore post-operatorio: per l'azione analgesica post-operatoria somministrare 1 ml/10 kg p.v. per via intramuscolare 1 ora prima dell'induzione dell'anestesia. Gatti: trattamento degli stati febbrili: 4 mg/kg di acido tolfenamico, pari a 1 ml per 10 kg di peso vivo per via sottocutanea, da ripetere eventualmente 48 ore dopo (1 ml/10 kg p.v.); oppure un'iniezione di 1 ml/10 kg p.v. seguita dal trattamento per via orale.
Tolfedine compresse da 60 mg per cani: 4 mg/kg di acido tolfenamico in un unica somministrazione giornaliera, pari a 1 compressa per 15 kg di peso vivo somministrata durante il pasto, per 3 giorni. La somministrazione per via orale può essere impiegata quale prosecuzione del trattamento per via parenterale.
Tolfedine compresse da 6 mg per gatti e cani di piccola taglia: 4 mg/kg di acido tolfenamico in un'unica somministrazione giornaliera, pari a 1 compressa per 1,5 kg di peso vivo somministrato durante il pasto, per 3 giorni. La somministrazione per via orale può essere impiegata quale prosecuzione del trattamento per via parenterale.

Avvertenze

FANS possono causare l'inibizione della fagocitosi e quindi nel trattamento di condizioni infiammatorie con presenza di infezioni batteriche deve essere associata una adeguata terapia antibiotica.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: l'impiego del prodotto presenta dei rischi in animali di età inferiore a 6 settimane. Nel caso l'impiego in questi soggetti non possa essere evitato, potrebbe rendersi necessario diminuire la posologia e monitorare l'animale dal punto di vista clinico. Non superare la dose e la durata raccomandata. Non somministrare in animali con disidratazione ipovolemica o in stati di ipotensione (possibilità di maggior rischio legato alla tossicità renale). Non somministrare in animali in anestesia generale. Anche se gli animali affetti da insufficienza renale cronica possono essere trattati senza bisogno di adattamenti della posologia, il trattamento con acido tolfenamico è controindicato in episodi di insufficienza renale acuta. In caso di comparsa degli effetti indesiderati durante il trattamento (anoressia, vomito, diarrea, presenza di sangue nelle feci) consultare il medico veterinario.