transparent
Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Tilmovet 250 Mg/ml Soluzione Orale

Ultimo aggiornamento: 29/03/2021




A cosa serve

Tilmovet 250 Mg/ml Soluzione Orale è un medicinale veterinario a base del principio attivo Tilmicosina Fosfato, appartenente alla categoria degli Antibiotici e nello specifico Macrolidi. E' commercializzato in Italia dall'azienda Huvepharma NV.

Tilmovet 250 Mg/ml Soluzione Orale può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Huvepharma NV
Concessionario: Huvepharma NV
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Tilmicosina Fosfato
Gruppo terapeutico: Antibiotici
Forma farmaceutica: soluzione

Confezioni

Tilmovet 250 mg/ml soluzione orale flacone 240 ml
Tilmovet 250 mg/ml Soluzione Orale flacone 960 ml

Principio Attivo

ogni ml contiene Tilmicosina 250 mg.

Indicazioni

suini: per il trattamento e la prevenzione delle infezioni respiratorie associate a Mycoplasma hyopneumoniae, Pasteurella multocida e Actinobacillus pleuropneumoniae quando la patologia viene diagnosticata nel branco. Polli: per il trattamento e la prevenzione delle infezioni respiratorie del pollame associate a Mycoplasma gallisepticum e Mycoplasma synoviae quando la patologia viene diagnosticata nel branco. Tacchini: per il trattamento e la prevenzione delle infezioni respiratorie nei tacchini associate a Mycoplasma gallisepticum e Mycoplasma synoviae quando la patologia viene diagnosticata nel branco.
Vitelli: per il trattamento e la prevenzione delle infezioni respiratorie associate a Pasteurella haemolytica, P. multocida, Mycoplasma bovis e M.dispar quando la patologia viene diagnosticata nel branco.

Posologia

solo per uso orale. Prima della somministrazione il prodotto deve essere diluito nell'acqua da bere o in sostituto del latte. Suini: 15-20 mg di tilmicosina per Kg p.v. per 5 giorni, ovvero 6-8 ml di prodotto ogni 100 Kg p.v. corrispondenti a 80 ml di prodotto per 100 litri di acqua per 5 giorni. Polli: 15-20 mg di tilmicosina per Kg p.v. per 3 giorni, ovvero 6-8 ml di prodotto ogni 100 Kg p.v. corrispondenti a 30 ml di prodotto per 100 litri di acqua per 3 giorni. Tacchini: 10-27 mg di tilmicosina per Kg p.v. per 3 giorni, ovvero 4-11 ml di prodotto ogni 100 Kg p.v. corrispondenti a 30 ml di prodotto per 100 litri di acqua per 3 giorni.
Vitelli: 12,5 mg di tilmicosina per Kg p.v. due volte al giorno per 3-5 giorni, ovvero 1 ml di prodotto per 20 Kg p.v. due volte al giorno per 3-5 giorni. Un flacone da 960 ml è sufficiente per medicare 1200 litri di acqua per suini o 3200 litri di acqua per polli, tacchini e polletti. Un flacone da 960 ml è sufficiente per medicare acqua o sostituto del latte per 48 – 80 vitelli (40 kg p.c.). L'acqua medicata deve essere preparata fresca ogni 24 ore usando esclusivamente acqua pulita. Il latte medicato deve essere preparato fresco ogni 4 ore usando esclusivamente acqua pulita. Se i segni della patologia non danno segni significativi di miglioramento entro 3-5 giorni, la diagnosi va rivalutata ed il trattamento cambiato. Il peso corporeo deve essere stabilito nel modo più preciso possibile al fine di evitare il sottodosaggio. L'assunzione di acqua medicata dipende dalle condizioni cliniche degli animali. Per ottenere il dosaggio corretto, adattare la concentrazione del prodotto di conseguenza. Non somministrare ai suini con sistema di alimentazione umido.

Avvertenze

la tilmicosina non deve essere somministrata tramite iniezione ai suini. Il prodotto contiene edetato disodico. L'assunzione di acqua medicata può essere alterata a seguito della malattia. In caso di assunzione insufficiente può essere necessario un trattamento alternativo.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: un uso improprio del prodotto può accrescere la prevalenza di batteri resistenti alla tilmicosina e può ridurre l'efficacia del trattamento con le sostanze correlate alla tilmicosina. L'uso del prodotto deve essere basato su test di suscettibilità, nell'osservanza delle disposizioni di legge, locali e ufficiali, relative alle sostanze antimicrobiche. Non consentire a cavalli o altri equini di accedere all'acqua contenente tilmicosina.