transparent
Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Tiamvet 125 Mg/ml

Ultimo aggiornamento: 01/03/2021




A cosa serve

Tiamvet 125 Mg/ml è un medicinale veterinario a base del principio attivo Tiamulina Idrogeno Fumarato, appartenente alla categoria degli Antibiotici e nello specifico Pleuromutiline. E' commercializzato in Italia dall'azienda Ceva Salute Animale S.p.A..

Tiamvet 125 Mg/ml può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Ceva Salute Animale S.p.A.
Concessionario: Ceva Salute Animale S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Tiamulina Idrogeno Fumarato
Gruppo terapeutico: Antibiotici
Forma farmaceutica: granulato

Confezioni

Tiamvet 125 mg/ml os tanica 5 litri

Principio Attivo

1 ml di prodotto contiene: 101,2 mg Tiamulina pari a 125 mg Tiamulina idrogeno fumarato.

Indicazioni

polli e tacchini: trattamento e prevenzione delle forme respiratorie croniche causate da germi sensibili alla tiamulina: Mycoplasma gallisepticum, Mycoplasma meleagridis.
Suini:trattamento della polmonite enzootica causata da germi sensibili alla tiamulina: Mycoplasma hyopneumoniae, Mycoplasma hyorhinis. Trattamento dell'enterite emorragica causata o complicata da germi sensibili alla tiamulina: Brachyspira hyodysenteriae.

Posologia

uso orale. Polli (polli da carne, pollastre, galline ovaiole, riproduttori): 20.2 mg di tiamulina per kg di peso vivo al giorno per un periodo da 3 a 5 giorni consecutivi. Si raggiunge questa concentrazione mescolando in acqua di bevanda 20 ml di soluzione ogni 100 kg di peso vivo.
Tacchini (tacchinotti, tacchini da riproduzione): 32.4 mg di tiamulina per kg di peso vivo al giorno per un periodo da 3 a 5 giorni consecutivi. Si raggiunge questa concentrazione mescolando in acqua di bevanda 32.4 ml di soluzione ogni 100 kg di peso vivo. L'assunzione di acqua medicata dipende dalle condizioni fisiologiche e cliniche degli animali. Al fine di ottenere il dosaggio corretto la concentrazione di tiamulina deve essere regolata di conseguenza. Il trattamento preventivo con tiamulina dovrebbe essere iniziato solo dopo conferma dell'infezione con M. gallisepticum o M. meleagridis e successivamente come sostegno nella strategia preventiva per ridurre i sintomi clinici e la mortalità da malattia respiratoria in gruppi in cui è probabile l'infezione in ovum verticale poiché è noto che la malattia può essere presente nei riproduttori. La strategia preventiva dovrebbe includere attività mirate ad eliminare l'infezione dai riproduttori.
Suini: 6.48 - 8.1 mg di tiamulina base per kg di peso vivo al giorno (pari a 8 - 10 mg di tiamulina idrogeno fumarato /kg p.v./giorno) per 5 giorni per via orale nell'acqua di bevanda, pari a 6.40-8 ml di soluzione/100 kg di peso vivo al giorno, per 5 giorni. Per assicurare un dosaggio corretto il peso corporeo deve essere determinato in maniera quanto più accurata possibile per evitare sottodosaggi.

Avvertenze

per suini: l'assunzione di medicinale da parte degli animali può essere alterata a causa della malattia. Per quegli animali che abbiano un'assunzione di alimento ridotta, trattare per via parenterale utilizzando un prodotto iniettabile adeguato.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: l'uso del prodotto deve essere basato su test di sensibilità. Il trattamento mirato deve essere limitato agli animali appartenenti ad un gruppo dal quale sono stati isolati germi sensibili alla tiamulina. Un trattamento prolungato o ripetuto dovrebbe essere evitato migliorando la gestione con l'aiuto di pulizia e disinfezione. L'uso del prodotto non conforme alle istruzioni può aumentare la prevalenza di batteri resistenti alla tiamulina. La somministrazione di prodotti contenenti monensin, salinomicina, narasin, maduramicina o altri ionofori agli animali a partire da almeno 7 giorni prima fino a 7 giorni dopo un trattamento con il prodotto potrebbe causare una grave riduzione della crescita o addirittura la morte.