UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Standalone

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020




A cosa serve

Standalone Ŕ un medicinale veterinario a base del principio attivo Cefoperazone Sodico, appartenente alla categoria degli Antibiotici e nello specifico Cefalosporine di terza generazione. E' commercializzato in Italia dall'azienda Fatro Industria Farmaceutica Veterinaria S.p.A..

Standalone pu˛ essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Fatro Industria Farmaceutica Veterinaria S.p.A.
Concessionario: Fatro Industria Farmaceutica Veterinaria S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Cefoperazone Sodico
Gruppo terapeutico: Antibiotici
Forma farmaceutica: siringhe preriempite/fiala + siringa

Confezioni

Standalone 258,5 mg/10 ml sospensione intramammaria 12 tubi-siringa

Principio Attivo

10 ml contiene: cefoperazone sodico 258,5 mg pari a cefoperazone 250 mg.

Indicazioni

Il prodotto Ŕ indicato: nella terapia delle mastiti sia acute che croniche; nel trattamento delle galattoforiti; negli interventi chirurgici sul capezzolo; quando le infezioni sono sostenute da agenti patogeni sensibili al cefoperazone. Il cefoperazone Ŕ attivo neiconfronti di diversi microrganismi, inclusi i seguenti: Arcanobacterium (Actinomyces) pyogenes; Escherichia coli; Klebsiella spp.; Micrococcus spp.; Pseudomonas aeruginosa; Staphylococcus aureus (inclusi i ceppi produttori di beta-lattamasi); Streptococcus agalactiae; Streptococcus dysgalactiae; Streptococcus uberis.

Posologia

Unica somministrazione: una siringa per quarto mammario. Iniettare l'interocontenuto della siringa nel quarto malato.

Avvertenze

questo prodotto deve essere somministrato solo a bovine da latte in lattazione. Il prodotto deve essere impiegato sulla base di test di sensibilitÓ.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: questo prodotto deve essere somministrato solo a bovine da latte in lattazione per via intramammaria. L'uso improprio del prodotto pu˛ aumentare la quota di batteri resistenti e pu˛ incidere negativamente sulla suaeffi cacia. Prima della somministrazione mungere a fondo il quarto interessato dalla mastite. Pulire accuratamente la mammella ed il capezzolo.