Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Spasmipur

Richter Pharma AG
Ultimo aggiornamento: 03/11/2020




A cosa serve

Spasmipur è un medicinale veterinario a base del principio attivo Scopolamina Butilbromuro, appartenente alla categoria degli Antiemetici, Antispastici, Midriatici anticolinergici e nello specifico Alcaloidi della belladonna, semisintetici, composti ammonici quaternari. E' commercializzato in Italia dall'azienda Richter Pharma AG.

Spasmipur può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Richter Pharma AG
Concessionario: Richter Pharma AG
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Scopolamina Butilbromuro
Gruppo terapeutico: Antiemetici, Antispastici, Midriatici anticolinergici
Forma farmaceutica: flaconi iniettabili

Confezioni

Spasmipur 20 mg/ml soluzione iniettabile 1 flacone da 50 ml

Principio Attivo

ogni ml contiene: Butilbromuro di joscina 20 mg (equivalenti a 13,8 mg di joscina).

Indicazioni

trattamento degli spasmi acuti del tratto gastrointestinale (coliche) e del tratto urinario.Quale ausilio in procedure nelle quali è richiesta una riduzione dell'attività peristaltica del tratto gastrointestinale o una riduzione delle contrazioni del tratto urinario.

Posologia

per uso endovenoso o intramuscolare. Cavalli, bovini e suini: 0,2 – 0,4 mg di butilbromuro di joscina/kg di peso corporeo mediante iniezione endovenosa (equivalenti a 0,1 – 0,2 ml di prodotto/10 kg di peso corporeo). Pecore: 0,7 mg di butilbromuro di joscina/kg di peso corporeo mediante iniezione endovenosa (equivalenti a 0,35 ml di prodotto/10 kg di peso corporeo). Per ridurre le contrazioni della muscolatura liscia del tratto gastrointestinale o urinario (effetto spasmolitico): se necessario, il trattamento può essere ripetuto una volta 12 ore dopo la prima somministrazione, in base al giudizio del veterinario. Soltanto nei casi in cui l'iniezione endovenosa non sia possibile, il medicinale veterinario può essere somministrato per via intramuscolare alla dose più alta indicata per la relativa specie di destinazione. Per procedure cliniche: somministrare immediatamente prima del momento in cui sia richiesta l'inattività del tratto gastrointestinale o urinario. Per la procedure cliniche, somministrare esclusivamente per via endovenosa. Sia per la somministrazione endovenosa, sia per la somministrazione intramuscolare si raccomanda un'iniezione lenta. Per garantire la somministrazione della dose corretta, il peso corporeo va determinato il più accuratamente possibile e vanno usati dispositivi di dosaggio o siringhe opportunamente graduate. Il tappo di gomma può essere perforato al massimo 25 volte.

Avvertenze

precauzioni speciali per l'impiego negli animali: i cavalli vanno attentamente monitorati dopo il trattamento.Il trattamento è sostanzialmente sintomatico e la malattia di base va opportunamente gestita.