Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Semfortan 10 Mg/ml

Eurovet Animal Health B.V
Ultimo aggiornamento: 24/10/2019




A cosa serve

Semfortan 10 Mg/ml è un medicinale veterinario a base del principio attivo Metadone Cloridrato, appartenente alla categoria degli Analgesici e nello specifico Derivati della difenilpropilamina. E' commercializzato in Italia dall'azienda Eurovet Animal Health B.V.

Semfortan 10 Mg/ml può essere prescritto con Ricetta MVET - medicinale ad uso esclusivo di medici veterinari.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Eurovet Animal Health B.V
Concessionario: Eurovet Animal Health B.V
Ricetta: MVET - medicinale ad uso esclusivo di medici veterinari
Principio attivo: Metadone Cloridrato
Gruppo terapeutico: Analgesici
Forma farmaceutica: soluzione (uso interno)

Confezioni

Semfortan 10 mg/ml soluzione iniettabile per cani 1 flacone 10 ml

Principio Attivo

1 ml contiene: metadone 8,9 mg equivalente a metadone cloridrato 10 mg.

Indicazioni

analgesia in cani e gatti. Premedicazione per anestesia generale o neuroleptanalgesia di cani e gatti in associazione a un neurolettico.

Posologia

Analgesia: cani: da 0,5 a 1 mg di metadone cloridrato per kg di peso corporeo per via sottocutanea, intramuscolare o endovenosa (corrispondenti a 0,05-0,1 ml/kg).
Gatti: da 0,3 a 0,6 mg di metadone cloridrato per kg di peso corporeo per via intramuscolare (corrispondenti a 0,03-0,06 ml/kg). Per essere sicuri dell'accuratezza del dosaggio nel gatto, dovrebbe essere utilizzata una siringa appropriatamente graduata per somministrare il prodotto. Poiché la risposta individuale al metadone è varia e dipende in parte dal dosaggio, dall'età del paziente, dalle differenze individuali di sensibilità al dolore e dalle condizioni generali (malattie, ecc.), il regime posologico ottimale deve essere personalizzato. Nel cane l'insorgenza d'azione è di circa 1 ora dopo la somministrazione sottocutanea, di circa 15 minuti dopo l'iniezione intramuscolare e subentra entro 10 minuti dall'iniezione endovenosa. La durata dell'effetto è di circa 4 ore dopo la somministrazione intramuscolare o endovenosa. Nei gatti l'insorgenza d'azione è di circa 15 minuti dopo la somministrazione e la durata dell'effetto è in media di 4 ore. L'animale deve essere visitato regolarmente per valutare se successivamente sia necessaria un'analgesia supplementare.
Preanestesia e/o neuroleptanalgesia:cani: Metadone cloridrato 0,5-1 mg/kg, e.v., s.c. o i.m.
Associazioni ad es.: Metadone cloridrato 0,5 mg/kg, e.v. + ad es. midazolam o diazepam
Induzione con propofol, mantenimento con isoflurano in ossigeno
Metadone cloridrato 0,5 mg/kg + ad es. acepromazina
Induzione con tiopentone o propofol ad effetto, mantenimento con isoflurano in ossigeno o induzione con diazepam echetamina.
Metadone cloridrato 0,5-1,0 mg/kg, e.v. o i.m. + [7:a][6:2]-agonista (ad es. xilazina o medetomidina)
Induzione con propofol, mantenimento con isoflurano in associazione a fentanil o protocollo per l'anestesia endovenosa generale (TIVA): mantenimento con propofol in associazione e fentanil.
Protocollo TIVA: induzione con propofol, ad effetto. Mantenimento con propofol e remifentanil.
Gatti: Metadone cloridrato 0,3-0,6 mg/kg, i.m.
Induzione con benzodiazepine (es. midazolam) e dissociativi (es. ketamina).
Con un tranquillante (es. acepromazina) e un FANS (meloxicam) o un sedativo (es. [7:a][6:2]-agonista).
Induzione con propofol, mantenimento con isofluorano in ossigeno.
La compatibilità chimico-fisica è stata dimostrata solo per diluizioni in un rapporto di 1:5 con le soluzioni per infusione seguenti: cloruro di sodio allo 0,9%, soluzione di Ringer lattato e glucosio al 5%. Le dosi dipendono dal grado di analgesia e sedazione desiderato, dalla durata dell'effetto desiderata e dall'usoconcomitante di altri analgesici e anestetici. Se usato in associazione ad altri prodotti, possono essere impiegati dosaggi inferiori. Per l'uso sicuro con altri prodotti farmaceutici, fare riferimento alla letteratura attinente al prodotto.

Avvertenze

precauzioni speciali per l'impiego negli animali: occasionalmente il metadone può causare depressione respiratoria e, come con altri oppioidi, occorre prestare cautela nel trattamento di animali con funzionalità respiratoria compromessa o di animali in cura con farmaci che possono causare depressione respiratoria. Per garantire un uso sicuro del prodotto, gli animali trattati devono essere monitorati regolarmente,includendo il controllo della frequenza cardiaca e respiratoria. Poiché il metadone viene metabolizzato dal fegato, la sua intensità e durata d'azione possono essere alterate negli animali con insufficienza epatica. In caso di disfunzione renale, cardiaca o epatica o di shock, può esservi un rischio maggiore associato all'uso del prodotto. La sicurezza del metadone non è stata dimostrata in cani di età inferiore a 8 settimane ed in gatti di età inferiore a 5 mesi. L'effetto di un oppioide su una lesione cranica dipende dal tipo e dalla gravità della lesione e dal supporto respiratorio fornito.La sicurezza non è stata completamente valutata in gatti in condizioni cliniche compromesse. A causa del rischio di eccitazione, nel gatto la somministrazione ripetuta dovrebbe essere applicata con cautela. Il rapporto beneficio/rischio per l'uso del prodotto deve essere valutato dal veterinario curante. Data la risposta individuale variabile al metadone, gli animali devono essere monitorati regolarmente per garantire un'efficacia sufficiente per la durata dell'effetto desiderato. L'uso del prodotto deve essere preceduto da un attento esame obiettivo. Nei gatti si nota dilatazione della pupilla anche per lungo tempo dopo che è terminato l'effetto analgesico. Per questo motivo la midriasi non è un parametro clinico adeguato per valutare l'efficacia della dose somministrata. I levrieri inglesi possono necessitare di dosi superiori rispetto ad altre razze per raggiungere livelli plasmatici efficaci.