Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Sedator

Dechra Veterinary Products S.r.l. -
Ultimo aggiornamento: 28/10/2019




A cosa serve

Sedator è un medicinale veterinario a base del principio attivo Medetomidina Cloridrato, appartenente alla categoria degli Ipnotici-sedativi e nello specifico Altri ipnotici e sedativi. E' commercializzato in Italia dall'azienda Dechra Veterinary Products S.r.l. -.

Sedator può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Dechra Veterinary Products S.r.l. -
Concessionario: Dechra Veterinary Products S.r.l. -
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Medetomidina Cloridrato
Gruppo terapeutico: Ipnotici-sedativi
Forma farmaceutica: fiala iniettabile

Confezioni

Sedator soluzione iniettabile fiala 10 ml

Principio Attivo

1 ml = medetomidina cloridrata 1 mg.

Indicazioni

cani e gatti: effetto sedativo per facilitare la manipolazione. Preanestetico prima dell'anestesia generale. Gatti: in combinazione con la chetamina per l'anestesia generale in caso di piccoli interventi chirurgici di breve durata.

Posologia

cani: iniezione im o ev. Si raccomanda l'uso di un'appropriata siringa graduata per assicurare la corretta dose quando si somministrano piccole quantita. Cani: per un effetto sedativo il Sedator deve essere somministrato per via ev alla dose di 750 mcg di medetomidina cloridrata o per via im alla dose di 1000 mcg di medetomidina cloridrata per ogni m[5:2] di superficie corporea. L'effetto massimo si ottiene entro 15-20 minuti. L'effetto clinico dipende dalla dose, e può durare da 30 a 180 minuti. Per la preanestesia il Sedator deve essere somministrato in dosi da 10-40 mcg di medetomidina cloridrato per kg di p.v., corrispondente a 0,1-0,4 ml di Sedator per 10 kg di peso corporeo. La dose esatta dipende dalla combinazione dei farmaci utilizzati. Gatti: iniezione im. Gatti: per un effetto sedativo medio-profondo e la restrizione fisica dei gatti, il Sedator deve essere somministrato in dosi da 50-150 mcg di medetomidina cloridrata p.c. (corrispondente a 0,05-0,15 ml di Sedator/kg p.c.). Per l'anestesia, il Sedator deve essere somministrato in dosi da 80 mcg di medetomidina cloridrata/kg p.c. (corrispondente a 0,08 ml di Sedator/kg p.c. e da 2,5-7,5 mg di chetamina/kg p.c.). Usando questo dosaggio, l'anestesia avrà effetto entro 3-4 minuti e resterà efficace per 20-50 minuti. Per procedure di più lunga durata, si dovrà ripetere la somministrazione usando la metà della dose iniziale cioè 40 mcg di medantomidina cloridrata (corrispondente a 0,04 ml di Sedator/kg p.c. e 2,5-3,75 mg di chetamina/kg p.c.) oppure 3 mg di chetamina/kg p.c. da sola. In alternativa, per procedure di più lunga durata, l'anestesia può essere prolungata mediante inalazioni di agenti anestetici gassosi come l'isoflurano o l'alotano insieme ad ossigeno/protossido d'azoto. I dosaggi e corrispondenti quantitativi di medetomidina cloridrata sono indicati nella tabella nel foglietto illustrativo.

Avvertenze

è possibile che la medetomidina non fornisca un'analgesia per tutta la durata dell'effetto sedativo, e pertanto si deve prendere in considerazione una somministrazione supplementare per le procedure dolorose. Speciali precauzioni per la somministrazione agli animali: si deve eseguire un esame clinico in tutti gli animali prima dell'uso di prodotti medicinali veterinari per il trattamento sedativo e/o l'anestesia generale. Si devono evitare dosi più elevate di medetomidina nelle razze canine giganti. Si deve fare attenzione, quando si combina la medetomidina con prodotti anestetici o sedativi (da es. chetamina, tiopentale, propofol, alotano), a causa dei suoi marcati effetti di risparmio sugli anestetici. La dose di anestetico deve essere ridotta di conseguenza e valutata in relazione alla risposta a causa dell'enorme variabilità dei fabbisogni tra un paziente e l'altro. Prima di usare una qualsiasi combinazione, si devono tenere in conto le avvertenze e le controindicazioni menzionate nel foglio illustrativo degli altri prodotti. Gli animali devono essere a digiuno da 12 ore prima dell'anestesia. L'animale deve essere portato in un ambiente calmo e silenzioso affinché l'effetto sedativo sia massimo. Ciò richiede circa 10-15 minuti. Non si deve avviare nessuna procedura né somministrare altri prodotti medicinali prima che l'effetto sedativo massimo sia stato raggiunto. Gli animali trattati devono essere tenuti al caldo e ad una temperatura costante, sia durante l'intervento che durante il periodo di risveglio. Gli occhi devono essere protetti con un lubrificante adeguato. Si deve dare la possibilità agli animali nervosi, aggressivi o eccitati di calmarsi prima di iniziare il trattamento. I cani e i gatti ammalati e debilitati devono essere soltanto presedati con la medetomidina prima dell'induzione e del mantenimento dell'anestesia generale a seconda della valutazione rischi-benefici. Si deve fare attenzione a somministrare la medetomidina ad animali con malattie cardiovascolari, anziani o in cattive condizioni generali di salute. La funzionalità epatica e renale devono essere valutate prima della somministrazione. La medetomidina può provocare una depressione respiratoria e in queste circostanze può essere necessaria una ventilazione manuale e la somministrazione d'ossigeno. Per ridurre il tempo di risveglio a seguito di un'anestesia o di sedazione, si può annullare l'effetto del Sedator mediante la somministrazione di un antagonista alfa-2 come ad es. l'atipamezolo o la yohimbina. Poiché la chetamina da sola può provocare dei crampi, gli antagonisti alfa-2 non devono essere somministrati prima di 30-40 min. dopo la chetamina. Per le istruzioni sul dosaggio, vedere il capitolo sul sovradosaggio. Precauzioni speciali che devono essere adottate dalla persona che somministra il prodotto agli animali: in caso d'ingestione accidentale o di autoinoculazione, rivolgetevi immediatamente ad un medico mostrandogli il foglio illustrativo contenuto nella confezione ma non guidate poiché si possono verificare effetti sedativi o variazioni della pressione sanguigna. Evitate ogni contatto con la pelle, gli occhi o le mucose. Lavate la pelle contaminata immediatamente con abbondante acqua fresca. Toglietevi tutti i vestiti contaminati che sono in diretto contatto con la pelle. In caso di contatto accidentale del prodotto con gli occhi, sciacquateli subito con abbondante acqua fresca. Se si manifestano dei sintomi, rivolgetevi ad un medico. Se il prodotto è manipolato da una donna incinta, si deve prestare una particolare attenzione a non autoinocularsi perché si possono verificare contrazioni uterine e un abbassamento della pressione sanguigna del feto dopo un'esposizione sistemica accidentale. Avvertenza per i medici: essendo la medetomidina un agonista alfa-2 recettore adrenergico, i sintomi post-assorbimento possono includere effetti clinici come effetti sedativi legati dose-dipendenti, depressione respiratoria, bradicardia, ipotensione, bocca secca e iperglicemia. Sono state osservate anche aritmie ventricolari. I sintomi respiratori ed emodinamici devono essere trattati sintomaticamente.