UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Purevax Rcpch Felv

Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.
Ultimo aggiornamento: 24/03/2021




A cosa serve

Purevax Rcpch Felv Ŕ un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Calicivirosi Felina Inatt. + Vaccino Chlamydia Felina Inatt. + Vaccino Leucosi Felina A Vettore Virale + Vaccino Panleucopenia Infettiva Felina Vl + Vaccino Rinotracheite Felina Vivo Att. Liof, appartenente alla categoria degli Vaccini e nello specifico Vaccini virali vivi, batterici e virali inattivati. E' commercializzato in Italia dall'azienda Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A..

Purevax Rcpch Felv pu˛ essere prescritto con Ricetta RRV - ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.
Concessionario: Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.
Ricetta: RRV - ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile
Principio attivo: Vaccino Calicivirosi Felina Inatt. + Vaccino Chlamydia Felina Inatt. + Vaccino Leucosi Felina A Vettore Virale + Vaccino Panleucopenia Infettiva Felina Vl + Vaccino Rinotracheite Felina Vivo Att. Liof
Gruppo terapeutico: Vaccini
Forma farmaceutica: fiala iniettabile

Confezioni

Purevax Rcpch Felv sc 10 flaconi da 1 dose di liofilizzato + 10 flaconi da 1 ml solvente

Principio Attivo

vaccino a Herpesvirus attenuato rinotracheite felina + antigeni inattivati della calicivirosi felina + Chlamydophila felis attenuata + virus attenuato della panleucopenia + vaccino leucemia felina a vettore virale.

Indicazioni

Immunizzazione attiva dei gatti di 8 settimane, o pi¨, di etÓ nei confronti: della rinotracheite infettiva felina, per la riduzione dei sintomi clinici, della infezione da calicivirus felino, per la riduzione dei sintomi clinici, della infezione da Chlamydophila felis, per la riduzione dei sintomi clinici, della panleucopenia felina, per la prevenzione della mortalitÓ e dei sintomi clinici, della leucemia felina, per la prevenzione della viremia persistente e dei sintomi clinici della malattia. Studi specifici hanno dimostrato l'insorgenza dell'immunitÓ 1 settimana dopo la vaccinazione di base per le componenti rinotracheite, calicivirosi, Chlamydophila felis e panleucopenia, e 2 settimane dopo la vaccinazione di base per la componente leucemia. La durata dell'immunitÓ dopo l'ultimo richiamo vaccinale Ŕ di 3 anni per le componenti rinotracheite, calicivirosi e panleucopenia, e di 1 anno per le componenti Chlamydophila felis e leucemia felina.

Posologia

Somministrare, per via sottocutanea, una dose (1 ml) di vaccino dopo ricostituzione dei componenti liofilizzati con il solvente, secondo il seguente schema: Vaccinazione di base: prima iniezione: a partire da 8 settimane di etÓ; seconda iniezione: 3 - 4 settimane dopo la prima vaccinazione. Qualora ci si aspetti la presenza di alti livelli di anticorpi di origine materna nei confronti delle componenti rinotracheite, calicivirosi, panleucopenia o Chlamydophila (ad esempio nei gattini di 9-12 settimane di etÓ, nati da madri vaccinate prima della gravidanza e/o con precedente esposizione all'(agli) agente(i) patogeno(i) nota o sospetta), la vaccinazione di base deve essere posticipata fino a 12 settimane di etÓ.
Richiami: il primo richiamo deve essere effettuato un anno dopo la vaccinazione di base per tutte le componenti, i richiami successivi devono essere effettuati: ogni anno per le componenti clamidiosi e leucemia felina, e ad intervalli fino a tre anni per le componenti rinotracheite, calicivirosi e panleucopenia.