transparent
Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Prazil N Orale

Dopharma Italia S.r.l
Ultimo aggiornamento: 06/11/2021




A cosa serve

Prazil N Orale è un medicinale veterinario a base del principio attivo Sulfadimetoxina + Trimetoprim, appartenente alla categoria degli Sulfamidici e nello specifico Associazioni di sulfonamidi con trimetoprim, inclusi i derivati. E' commercializzato in Italia dall'azienda Dopharma Italia S.r.l.

Prazil N Orale può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Dopharma Research BV
Concessionario: Dopharma Italia S.r.l
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Sulfadimetoxina + Trimetoprim
Gruppo terapeutico: Sulfamidici
Forma farmaceutica: soluzione

Confezioni

Prazil N orale os flacone in polietilene 1000 ml
Prazil N Orale os flacone in polietilene 5000 ml

Principio Attivo

1 ml di soluzione contiene: Sulfadimetossina base 200,0 mg pari a Sulfadimetossina sodica 214,2 mg, Trimetoprim 40 mg.

Indicazioni

Trattamento terapeutico delle patologie sostenute da germi sensibili ai sulfamidici: polmoniti e broncopolmoniti, gastroenteriti infettive, colibacillosi, forme dissenteriche, metriti settiche, mastiti, zoppine.

Posologia

Vitelli: 1 ml /10 kg di peso vivo al dì per 5-6 giorni per via orale. Suini: 0,25 – 0,5 ml/10 kg di peso vivo al dì per 5-6 giorni per via orale. Broilers: 0,5 ml in 1-2 litri di bevanda per 5 giorni. Tacchini: 1 ml /10 kg di peso vivo al dì per 5 giorni per via orale (0,5 – 1 ml in 1 litro di bevanda per 5 giorni). Conigli: 1 ml /10 kg di peso vivo al dì per 6 giorni per via orale (0,5 – 1 ml in 1 litro di bevanda per 6 giorni). La confezione è munita di apposito dosatore.

Avvertenze

Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: Se possibile il medicinale deve essere usato in base ai risultati delle prove di sensibilità. Un utilizzo del prodotto diverso dalle istruzioni fornite può condurre ad un aumento della prevalenza dei batteri e ridurre l'efficacia dei trattamenti con altri antibatterici a causa della possibile comparsa di resistenza crociata. Si deve prestare particolare attenzione nel migliorare le pratiche di allevamento per evitare ogni condizione di stress. L'utilizzo ripetuto o protratto del prodotto va evitato, migliorando le prassi di gestione e disinfezione.