UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Porcilis PCV

Ultimo aggiornamento: 03/02/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Porcilis PCV iniett. flacone 200 ml

A cosa serve

Porcilis PCV Ŕ un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Circovirus Suino Inattivato, appartenente alla categoria degli Vaccini e nello specifico Vaccini virali inattivati. E' commercializzato in Italia dall'azienda MSD Animal Health S.r.l..

Porcilis PCV pu˛ essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Intervet International B.V.
Concessionario: MSD Animal Health S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Vaccino Circovirus Suino Inattivato
Gruppo terapeutico: Vaccini
Forma farmaceutica: fiale flaconcini fialoidi


Principio Attivo

1 dose da 2 ml: subunitÓ antigenica ORF2 di Circovirus suino tipo 2: almeno 4,5 log[6:2] unitÓ ELISA come determinato dal potency test in vivo nei polli. Adiuvanti: 25 mg dl-alfa-tocoferil acetato, 346 mg paraffina liquida leggera, polisorbato 80.

Indicazioni

per l'immunizzazione attiva dei suini per ridurre la carica virale nel sangue e nel tessuto linfoide e per ridurre la mortalitÓ e la perdita di peso associate all'infezione da PCV2 che si presentano durante il periodo dell'ingrasso. Insorgenza dell'immunitÓ: 2 settimane. Durata dell'immunitÓ: 22 settimane.

Posologia

somministrare 1 dose (2 ml) per via intramuscolare nel collo nell'area sottostante l'orecchio, secondo il seguente schema: in caso di livelli di anticorpi materni verso PCV2 da bassi a medi, Ŕ consigliata una vaccinazione singola (2 ml) nei suini a partire dalle 3 settimane di vita. Se Ŕ probabile la presenza di livelli pi¨ alti di anticorpi materni verso PCV2, Ŕ consigliato il seguente schema a 2 vaccinazioni: la prima inoculazione (2 ml) pu˛ essere somministrata a partire da un'etÓ di 3-5 giorni, la seconda inoculazione (2 ml) 2-3 settimane dopo. Si possono prevedere alti livelli di anticorpi materni quando le scrofe/scrofette sono vaccinate contro il virus PCV2 o quando le scrofe/scrofette siano state recentemente esposte ad alti livelli di virus PCV2. In questi casi Ŕ consigliabile effettuare esami sierologici nei confronti di PCV2, utilizzando metodologie diagnostiche adeguate, al fine di selezionare lo schema vaccinale pi¨ appropriato. In caso di dubbio, applicare lo schema vaccinale a doppio intervento.

Avvertenze

prima dell'uso lasciare che il vaccino raggiunga la temperatura ambiente ed agitare bene durante l'uso. Evitare di perforare pi¨ volte il flacone. Usare aghi e siringhe sterili. Evitare di introdurre contaminazioni. Evitare l'uso di attrezzature per la vaccinazione con parti in gomma.