Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu
menu

Pneumequine

Ultimo aggiornamento: 13/03/2019

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Pneumequine 1 flacone 1 ml

A cosa serve

Pneumequine è un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Rinopolmonite Equina Inattivato, appartenente alla categoria degli Vaccini e nello specifico Vaccini virali inattivati. E' commercializzato in Italia dall'azienda Equality S.r.l..

Pneumequine può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.
Concessionario: Equality S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Vaccino Rinopolmonite Equina Inattivato
Gruppo terapeutico: Vaccini
Forma farmaceutica: fiala iniettabile


Principio Attivo

1 dose 1 ml = subunità del virus della Rinopmeumonite Equina (Ceppo Kentuky) q.b. per ottenere nella cavia un titolo in anticorpi sieroneutralizzanti al minimo di 1/20 (1,3 log10).

Indicazioni

profilassi vaccinale nei confronti della Rinopneumonite Equina.

Posologia

somministrare per via intramuscolare preferibilmente alla base del collo, 1 dose da 1 ml, secondo lo schema seguente: 1[5:a] vaccinazione: 2 iniezioni a intervallo di 1 mese; 1° richiamo: 6 mesi dopo la 2[5:a] iniezione della prima vaccinazione; richiami ulteriori: ogni 6 mesi; in caso di minaccia epizootica, dev'essere praticato un richiamo a tutto l'effettivo; nelle giumente riproduttrici, la vaccinazione dev'essere praticata come segue: 1[5:a] vaccinazione: 2 iniezioni a intervallo di 1 mese; 3[5:a] iniezione dopo 6 mesi; si consiglia di praticare la prima vaccinazione antecedentemente la prima monta; richiami: a distanza di 6 mesi massimo 1 anno dalla 2[5:a] iniezione, da effettuare all'inizio della metà gestazione; in caso di minaccia epizootica, si consiglia di praticare un richiamo a tutto l'effettivo.

Avvertenze

vaccinare gli animali in buono stato di salute; rispettare le abituali condizioni di asepsi; utilizzare per l'iniezione materiale sterile e privo di tracce di antisettico; evitare di vaccinare le giumente sia la settimana precedente sia nei 24 giorni seguenti il salto.