Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Phosphorum B12

Ultimo aggiornamento: 29/03/2021




A cosa serve

Phosphorum B12 è un medicinale veterinario a base del principio attivo Butafosfano + Cianocobalamina, appartenente alla categoria degli Anabolici e nello specifico Altri preparati minerali. E' commercializzato in Italia dall'azienda Elanco Italia S.p.A..

Phosphorum B12 può essere prescritto con Ricetta RRV - ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Elanco Italia S.p.A.
Concessionario: Elanco Italia S.p.A.
Ricetta: RRV - ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile
Principio attivo: Butafosfano + Cianocobalamina
Gruppo terapeutico: Anabolici
Forma farmaceutica: sciroppo

Confezioni

Phosphorum B12 soluzione iniett. flacone 100 ml

Principio Attivo

1 ml di soluzione contiene: Butafosfano 100,00 mg/ml, Cianocobalamina (DC.IT) (FU) 0,05 mg/ml.

Indicazioni

soluzione iniettabile al 10% di butafosfan con aggiunta di Vitamina B 12 per la terapia fosforica e stimolante. Coadiuvante nel trattamento di:
A) Malattie acute e disturbi acuti del ricambio, ad esempio debolezza organica e malattie dei neonati, stati di astenia dei piccoli animali domestici (cani, gatti) e a completamento della terapia calcica.
B) Malattie croniche e disturbi cronici del ricambio, ad esempio ritardi nello sviluppo dei giovani animali conseguenti a malattie di allevamento; disturbi generali del ricambio negli animali domestici in seguito ad alimentazione inadatta od unilaterale e manifestazioni conseguenti. Disturbi stagionali del ricambio nei bovini con le conseguenti manifestazioni: paraplegie ipofosfatemiche, inappetenza, indigestione cronica o sovraccarico degli stomaci, dimagramento, diminuzione della produzione lattea, manifestazioni nervose, sterilità. Anemia secondaria, anemia da verminosi; stress; affaticamento; esaurimento; dimagramento; convalescenze.
C) Altre indicazioni (in animali sani) per migliorare il rendimento dei cani sottoposti a stress e a particolari attività; per aumentare le difese organiche; per stimolare la crescita specialmente nei cuccioli e negli animali da pelliccia.

Posologia

il Phosphorum B 12 può essere somministrato nel bovino solo per via endovenosa; nelle restanti specie può essere somministrato endovena, intramuscolo o sottocute.
La posologia e la durata di somministrazione devono essere stabiliti nell'ambito dei range sottoindicati caso per caso, in rapporto alla forma morbosa da trattare e sua gravità, alla risposta al trattamento, ecc.
Si consigliano i seguenti dosaggi giornalieri per capo:
a) nelle malattie acute a seconda dei casi, della taglia e dell'età:
- bovino 5,0-25,0 ml
- vitello 5,0-12,0 ml
- cane 0,5- 5,0 ml
- gatto, animali da pelliccia 0,5- 2,5 ml
Le suddette dosi si possono ripetere giornalmente, fino a quando è necessario, a giudizio del medico veterinario.
b) nelle malattie croniche:
dosi dimezzate rispetto a quelle di cui alla lettera a); ripetere in caso di necessità ad intervalli di 1-2 settimane od a periodi più brevi.
c) altre indicazioni: dosi come in b).

Avvertenze

il Phosphorum B12 nei bovini non deve essere somministrato per via intramuscolare o sottocutanea.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: prima della somministrazione assicurarsi della pulizia e disinfezione del sito di inoculo. Impiegare il medicinale sotto controllo del medico veterinario, per evitare la somministrazione di dosi eccessive.