Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Pentothal Sodium

MSD Animal Health S.r.l.
Ultimo aggiornamento: 29/03/2021




A cosa serve

Pentothal Sodium è un medicinale veterinario a base del principio attivo Tiopental Sodico, appartenente alla categoria degli Anestetici generali e nello specifico Barbiturici, non associati. E' commercializzato in Italia dall'azienda MSD Animal Health S.r.l..

Pentothal Sodium può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Intervet Productions S.r.l.
Concessionario: MSD Animal Health S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Tiopental Sodico
Gruppo terapeutico: Anestetici generali
Forma farmaceutica: polvere iniettabile

Confezioni

Pentothal Sodium ev 1 flac. polvere da 0,5 g + 1 flac. 20 ml diluente
Pentothal Sodium ev 1 flac. polvere da 1 g + 1 flac. 50 ml diluente

Principio Attivo

1 flacone polvere contiene: 0,5 - 1 g Tiopentale sodico.

Indicazioni

il Pentothal è particolarmente indicato per interventi chirurgici brevi (10 - 20 minuti), riduzione di fratture, esami fisici, radiografici e cure odontoiatriche.. Gli animali possono essere completamente anestetizzati con una unica dose. Il Pentothal è anche un ottimo anestetico preparatorio per l'impiego di un anestetico volatile, che potrebbe essere richiesto in operazioni prolungate particolarmente in grossi animali. E' importante, durante la somministrazione del Pentothal Sodium, avere a disposizione un inalatore, per la somministrazione di ossigeno sotto pressione positiva.

Posologia

cani: Indirizzo generico da 12 a 24 mg per kg di p.v. La dose letale è approssimativamente il doppio della dose massima raccomandata.Per anestesie di breve durata (8-10 minuti), che possono essere sufficienti per raggi X, esami fisici, interventi chirurgici brevi, da 12 a 15 mg per kg. Per anestesie di durata intermedia (10-15 minuti), quali possono essere richieste per interventi sui denti o riduzioni di fratture, 15-20 mg per kg. Per interventi chirurgici importanti che richiedono una anestesia di più lunga durata (superiore ai 15 minuti) impiegare per l'anestesia da 20 a 24 mg per kg di p.v.; circa metà dose viene somministrata rapidamente, la rimanenza molto lentamente, cioè in 15 secondi circa. La profondità dell'anestesia può essere determinata dalla perdita di forze e dai riflessi degli occhi. Il primo stadio dell'anestesia susseguente alla somministrazione di Pentothal è comunemente messo in evidenza da un profondo sbadiglio, subito seguito dalla perdita dei riflessi. Anche se la dose iniziale può essere sufficiente per tutta la durata dell'operazione, il chirurgo deve essere pronto in caso di necessità a somministrare una dose addizionale di Pentothal. Ogni dose addizionale di Pentothal deve essere somministrata sempre più lentamente. Può rendersi necessaria la somministrazione di un terzo od anche più della dose iniziale per ottenere l'anestesia desiderata. In questo caso le inoculazioni non devono essere fatte ad intervalli inferiori ai 30-60 secondi. Il Pentothal usato dopo agenti preanestetici. Agenti preanestetici (come morfina o tranquillanti) richiedono dosi inferiori di Pentothal, forniscono una facile induzione e ripresa, e possono prolungare il periodo di ripresa. A seguito dell'uso della morfina come agente preanestetico la dose di Pentothal può essere ridotta dal 40 al 50 per cento, a seguito del tranquillante dal 10 al 25 per cento. La vescica urinaria dovrebbe essere vuotata subito dopo l'instaurarsi dell'anestesia, particolarmente quando si prevede un'anestesia prolungata.
GATTI: l'uso ed i limiti del Pentothal per gatti è simile a quello specificato per i cani. La dose base solita è di 16-24 mg per kg per via endovenosa.
EQUINI: da 8 a 14 mg per kg di p.v. .Per un cavallo medio (400-500 kg) la dose consigliata è da 9 a 10 mg per kg. Per animali più piccoli, come i ponies, si consiglia una dose maggiore. Le dosi più basse riguardano i cavalli da tiro più grandi e gli animali debilitati e vecchi. Si raccomanda di isolare l'animale per ridurre o eliminare sforzi durante il periodo di ripresa. Il Pentothal è un anestetico generale per equini, di veloce azione e breve durata. Comunque si consiglia di isolare l'animale prima del periodo di ripresa oppure impiegare un tranquillante unitamente a questo agente anestetico in modo da permettere una ripresa dolce.10-20 minuti dopo la somministrazione per via endovenosa di un tranquillante fenotiazinico l'iniezione rapida per via endovenosa del Pentothal, in 20-40 ml di acqua distillata sterile, procurerà un'anestesia facile e rapida. Un'anestesia chirurgica della durata da 3 a 14 minuti richiede un periodo di ripresa che va dai 15 ai 120 minuti e la ripresa, pur senza isolamento, è rapida ed avviene senza particolare eccitamento o sforzo. Gli animali non devono essere stimolati ad alzarsi. Il Pentothal è particolarmente consigliabile in anestesie generali di breve durata, quale può essere il tempo richiesto per castrazione, cure odontoiatriche ed interventi chirurgici brevi. Il Pentothal è da preferire quale preanestetico, prima dell'impiego di anestetici volatili necessari allorchè si tratta di interventi chirurgici prolungati.
BOVINI: dosi: Pur tenendo presente le differenti reazioni individuali all'anestetico che non possono essere sempre previste, c'è una notevole differenza nelle reazioni dei vitelli da latte e degli animali più vecchi, i dosaggi consigliati sono i seguenti:A) Animali da 150 kg in su - La dose raccomandata, da somministrare rapidamente, va da 7,4 a 14 mg per kg di p.v. a seconda della profondità dell'anestesia richiesta. Per rapida somministrazione s'intende l'iniezione dell'intera dose in un solo colpo (10-30 ml) con una siringa ipodermica. Per somministrare 10 mg/kg p.v. impiegando una soluzione al 25 per cento, occorrono 2,0 ml per ogni 50 kg p.v.. Se è richiesta una dose addizionale di Pentothal (ad esempio in animali non molto pesanti) questa deve essere iniettata più lentamente, particolarmente quando si tratta di animali obesi e la quantità totale non deve superare i 20 mg per kg di p.v.. Il Nuttal ha dato notizia di un caso di morte dovuto alla rapida iniezione di 20 mg/kg. Quando un tranquillante di fenotiazina viene iniettato in vena 10-15 minuti prima dell'iniezione di Pentothal deve essere usata una dose più bassa di Pentothal (da 7,4 a 9 mg/kg). L'anestesia a seguito di tranquillante risulta molto più profonda ed il periodo di ripresa si prolunga.: B) Vitelli non svezzati - Per i vitelli non ancora svezzati ai quali non deve essere stato dato cibo per 6-12 ore prima dell'anestesia, non occorrono più di 6 mg di Pentothal per ogni kg per ottenere un'anestesia chirurgica profonda. Se un tranquillante di fenotiazina viene somministrato a tali vitelli 10-20 minuti prima dell'anestesia, la dose di Pentothal deve essere ridotta a 4 mg per kg di p.v. Il Pentothal è un efficace anestetico ad azione veloce per bovini. Non è necessario isolare i bovini durante il periodo di ripresa. Esiste comunque una notevole tendenza da parte del bovino a rigurgitare con conseguente pericolo di soffocamento. Di conseguenza il chirurgo dovrebbe tenersi pronto ad aprire la trachea. L'abbassamento della testa ed il tubo endotracheale sono mezzi suggeriti per aiutare ad evitare la soffocazione meccanica. La risposta ad un'iniezione di Pentothal fatta rapidamente per via endovenosa è quasi immediata. Entro pochi secondi l'animale cadrà a terra e sarà pronto per l'intervento. L'anestesia chirurgica ha di solito effetto per 10-15 minuti. Durante questo periodo la respirazione apparirà poco profonda. Ci potrebbe essere una leggera risposta a stimoli corneali ed anali, ma nessuna resistenza degli arti a movimenti passivi.Solitamente il tempo di ripresa è di 2-3 ore ed avviene in modo tranquillo. Il Pentothal è particolarmente indicato per interventi di breve durata, quali laparatomie dei vitelli, decornificazione, ernie ed altri interventi minori e quale preanestetico allorchè si impiegano anestetici volatili.
OVINI; il Pentothal è stato usato con successo in interventi chirurgici sperimentali su agnelli del peso di circa 18 kg l'uno con una dose di 9-13,50 mg per kg a seconda della profondità dell'anestesia desiderata. L'induzione è risultata rapida e senza eccitamento; la ripresa è stata dolce e tranquilla. Circa metà dose è stata iniettata rapidamente nella vena giugulare e poi si è continuato molto più lentamente in un periodo da 30 a 60 secondi fino al raggiungimento del grado anestetico desiderato. Per anestesie chirurgiche profonde si è continuata la somministrazione fino a che l'apnea è stata evidente per circa 15 secondi (il medico chirurgico veterinario forse non desidera spingere l'anestesia a questa profondità). L'apnea è stata seguita da debole ma regolare respirazione, assenza di riflessi corneali e rilassamento completo dei muscoli. L'aumento della salivazione ed i rigurgiti, nelle pecore, come nei bovini, costituiscono un problema in caso di anestesie generali e devono essere prevenuti come consigliato per i bovini.
SUINI: è ormai provato che il Pentothal Sodium è un ottimo anestetico nei suini per la sua facilità di somministrazione, la rapida induzione ed il periodo di ripresa dolce e breve. Viene indicato come il miglior anestetico per questi animali. Come per gli altri animali, le dosi sono inversamente proporzionali al peso del soggetto. La dose minima di anestetico per animali sani è indicata nella tavola seguente:
kg di peso vivo: 5- 25; mg/kg: 10; ml/kg per Sol. 5%: 0,20
kg di peso vivo: 25- 50; mg/kg: 9; ml/kg per Sol. 5%: 0,18
kg di peso vivo: 50- 100; mg/kg: 8; ml/kg per Sol. 5%: 0,16
kg di peso vivo: 100- 150; mg/kg: 7; ml/kg per Sol. 5%: 0,14
kg di peso vivo: 150- 200; mg/kg: 6; ml/kg per Sol. 5%: 0,12
kg di peso vivo: 200-300; mg/kg: 5; ml/kg per Sol. 5%: 0,10
Poichè qualche animale potrebbe richiedere una quantità leggermente maggiore, basandosi sulla suddetta tavola dovrebbe essere introdotta nella siringa una dose di poco superiore. Metà della dose preventiva verrà iniettata rapidamente ed il rimanente molto più lentamente fino al raggiungimento dell'anestesia desiderata; deve essere usata prudenza con animali deboli che come tali potrebbero non avere bisogno e di conseguenza non sopportare la dose calcolata. Solo un animale particolarmente robusto richiederà una dose leggermente superiore al minimo calcolato. La respirazione deve essere tenuta sotto controllo; qualche animale potrebbe necessitare della respirazione artificiale. Per grossi animali è meglio impiegare nella somministrazione del Pentothal un ago di piccolo calibro iniettando nella vena dell'orecchio mentre l'animale è chiuso in un travaglio per suini e tenuto fermo con un laccio nella bocca (Torcinaso).I maialini ed i suini piccoli possono essere convenientemente contenuti in posizione supina e l'iniezione fatta direttamente nella vena cava anteriore. Il Pentothal è un anestetico particolarmente utile per operazioni su suini quali: ernia, asportazione di tumori, estrazione di zanne e interventi chirurgici similari nella cavità orale, castrazione, splenectomia ed incisione di ascessi.

Avvertenze

per gli equini non sono consigliate le somministrazioni ripetute o continue. Il medico veterinario deve stabilire preventivamente una dose di prova, osservarne l'effetto a distanza di 60 secondi dall'inoculazione, quindi - in assenza di reazione avversa - procedere con la dose stabilita.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: La soluzione deve essere preparata al momento; dopo ricostituzione il prodotto può essere conservato ad una temperatura tra +2 e +8°C, per un periodo non superiore a 24 ore.;L'erronea inoculazione del farmaco in sede perivascolare può indurre reazioni tissutali, talvolta molto gravi (ascessi, necrosi): in tal caso la zona interessata va infiltrata con soluzione fisiologica addizionata di lidocaina e jaluronidasi, in modo da favorire la dispersione del barbiturico.;Usare un catetere venoso per la somministrazione.;Osservare che la polvere si disciolga prontamente e dia una soluzione perfettamente limpida, altrimenti non utilizzarla.;L'inoculazione accidentale del farmaco in un'arteria può causare la comparsa di estesi fenomeni trombotico-gangrenosi, soprattutto impiegando soluzioni a concentrazioni superiori al 2,5%.;Evitare l'immissione di aria all'interno del flacone contenente la soluzione finale, poichè l'anidride carbonica può favorirne la precipitazione.;Per la somministrazione del prodotto adottare le opportune precauzioni di asepsi.;Per ridurre le possibilità di vomito o eccessiva salivazione quando è possibile, non deve essere dato cibo 12 ore prima di somministrare il Pentothal.;Garantire un'adeguata ventilazione dell'animale durante la somministrazione.