Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Pedivax

MSD Animal Health S.r.l.
Ultimo aggiornamento: 01/08/2022




A cosa serve

Pedivax è un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Ristella Nodosa Inattivato, appartenente alla categoria degli Vaccini e nello specifico Vaccini batterici inattivati (inclusi Mycoplasma, Toxoide e Clamydia). E' commercializzato in Italia dall'azienda MSD Animal Health S.r.l..

Pedivax può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: MSD Animal Health S.r.l.
Concessionario: MSD Animal Health S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Vaccino Ristella Nodosa Inattivato
Gruppo terapeutico: Vaccini
Forma farmaceutica: fiala iniettabile

Confezioni

Pedivax sottoc. 1 flacone multidose 50 ml

Principio Attivo

ml di vaccino (= 1 dose) contiene: Colture batteriche inattivate di Bacteroides (Dichelobacter) nodosus, sierotipi A, B1, B2, C, D, E, F, G e H: 10 [7:m]g di pili per ciascun sierotipo. Dichelobacter nodosus sierotipo I: 5x10[5:8] cellule.

Indicazioni

Pedivax è indicato esclusivamente per la vaccinazione degli ovini, per la profilassi e la terapia della pedaina sostenuta da Bacteroides (Dichelobacter) nodosus. Insorgenza dell'immunità: 3 settimane dopo la seconda somministrazione. Durata dell'immunità: 5 mesi.

Posologia

il vaccino va somministrato a tutti gli animali del gregge (adulti e giovani sopra le 2-3 settimane di età) alla dose di 1 ml per capo mediante inoculazione sottocutanea nella zona retroauricolare dorsale. Pedivax è un preparato farmaceutico che si presenta come un liquido viscoso; è necessario, pertanto, agitare bene il flacone prima di dare inizio alle operazioni di vaccinazione.
Programmi di vaccinazione: i programmi di vaccinazione vanno studiati in modo da rispondere alle esigenze di ogni singolo gregge. La prima volta che si usa il vaccino è necessario comunque eseguire un doppio intervento vaccinale sugli animali, con un intervallo di 4-6 settimane. Per quanto riguarda le successive vaccinazioni di richiamo bisogna prestare attenzione a fattori quali le condizioni climatico-ambientali, il periodo dell'anno in cui la pedaina ha maggior incidenza, ecc. In condizioni normali è bene ripetere ogni 6 mesi la vaccinazione di richiamo. Ove le condizioni climatiche lo permettano (zone a clima secco o con scarsa incidenza della malattia) le vaccinazioni di richiamo possono essere effettuate anche con cadenza di 12 mesi. Ove la pedaina sia presente con una incidenza particolarmente alta o perduri per periodi prolungati, le vaccinazioni possono essere ripetute a cadenza più breve (3-4 mesi). E' preferibile eseguire la vaccinazione nelle 3-4 settimane antecedenti i periodi di maggiore incidenza della malattia, così da ottenere la massima efficacia vaccinale. Si consiglia, se possibile, di effettuare la somministrazione del Pedivax contemporaneamente in tutti i soggetti presenti in allevamento, così da costituire un gruppo di animali con un patrimonio immunitario omogeneo

Avvertenze

è sconsigliato vaccinare gli animali entro 6 - 8 settimane dalla tosatura o entro 6 mesi dalla vendita e/o partecipazione a mostre, poiché l'eventuale comparsa di reazioni al sito di inoculo potrebbe disturbare le operazioni di tosatura o causare decolorazioni localizzate alla pigmentazione del vello. Alcuni animali, a causa di un deficit contemporaneo del sistema immunitario o a seguito di fenomeni di immunosoppressione particolarmente estesi, non sviluppano una immunità specifica a seguito della vaccinazione e risultano, quindi, completamente esposti al periodo di infezione. Attenersi alle indicazioni d'uso. Evitare l'iniezione intramuscolare. Il vaccino deve essere somministrato rispettando quanto più possibile le normali condizioni di asepsi, cercando di evitare che l'inoculazione avvenga in aree bagnate o sporche e avendo l'avvertenza di disinfettare il punto di inoculo prima di effettuare la vaccinazione. Aghi e siringhe da usare per la vaccinazione vanno sterilizzate adeguatamente prima dell'impiego. Non vaccinare le pecore gravide durante l'ultimo mese di gestazione e nelle 2-4 settimane dopo il parto. Durante la lattazione usare conformemente alla valutazione del rapporto rischio-beneficio del veterinario. Non sono disponibili informazioni sulla sicurezza ed efficacia di questo vaccino quando utilizzato con altri medicinali veterinari. Pertanto la decisione di utilizzare questo vaccino prima o dopo un altro medicinale veterinario deve essere valutata caso per caso. La somministrazione di una dose doppia di vaccino può causare gonfiori o reazioni localizzate al sito di inoculo. Non miscelare con altri vaccini o medicinali ad azione immunologica.

Tempi di sospensione

Zero giorni