Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu
menu

Parvoruvax

Ultimo aggiornamento: 30/10/2019

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Parvoruvax im o sottoc. 1 flacone 50 ml (25 dosi)

A cosa serve

Parvoruvax è un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Mal Rosso Del Suino Inattivato + Vaccino Parvovirosi Inattivato Per Il Suino, appartenente alla categoria degli Vaccini e nello specifico Vaccini virali e batterici inattivati. E' commercializzato in Italia dall'azienda Ceva Salute Animale S.p.A..

Parvoruvax può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Ceva Salute Animale S.p.A.
Concessionario: Ceva Salute Animale S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Vaccino Mal Rosso Del Suino Inattivato + Vaccino Parvovirosi Inattivato Per Il Suino
Gruppo terapeutico: Vaccini
Forma farmaceutica: fiala iniettabile


Principio Attivo

ciascuna dose da 2 ml di vaccino contiene: parvovirus inattivato [7:>]2 U.IEA[5:1] e erysipelothrix rhusiopathiae (corpi batterici lisati), sierotipo 2 [7:>]1 U.ELISA[5:2]
[5:1]U.IEA: quantità sufficiente per ottenere un titolo anticorpale di 1 log 10 nella cavia, dopo somministrazionedel vaccino
[5:2] 1 U.ELISA: quantità sufficiente per ottenere negli animali un indice di sieroconversione (tramite ELISA) inaccordo con la Farmacopea Europea

Indicazioni

profilassi della parvovirosi e del malrossino nei suini. La protezione immunitaria si instaura 2-3 settimane dopo la vaccinazione di base.

Posologia

via di somministrazione: intramuscolare o sottocutanea nella fossetta retroauricolare.Dose: 2 ml. Programma vaccinale: vaccinazione di base: in assenza di anticorpi di origine materna, praticare 2 iniezioni a 3-4 settimane di intervallo, la seconda delle quali almeno una settimana prima del salto; richiami: semestrali. Agitare il contenuto del flacone prima dell'uso.

Avvertenze

nel caso della vaccinazione dei verri, deve essere assicurato agli animali, dopo ogni trattamento, un periodo di riposo di almeno 3 settimane. Nel caso di vaccinazione delle scrofe, evitare il trattamento nelle 3 settimane successive all'accoppiamento.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: vaccinare soltanto animali in buono stato di salute; adottare le usuali procedure di trattamento degli animali; adottare le usuali condizioni di asepsi; per la vaccinazione utilizzare materiale sterile privo di tracce di antisettici e/o disinfettanti.