UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Parvokan

Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.
Ultimo aggiornamento: 13/03/2019




A cosa serve

Parvokan Ŕ un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Parvovirosi Dell'anatra Di Barberia Inattivato + Vaccino Malattia Di Derzsy Vivo Liofilizzato, appartenente alla categoria degli Vaccini virali e nello specifico Vaccini virali vivi ed inattivati. E' commercializzato in Italia dall'azienda Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A..

Parvokan pu˛ essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.
Concessionario: Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Vaccino Parvovirosi Dell'anatra Di Barberia Inattivato + Vaccino Malattia Di Derzsy Vivo Liofilizzato
Gruppo terapeutico: Vaccini virali
Forma farmaceutica: fiala iniettabile

Confezioni

Parvokan 1 flacone di vaccino in sosp. da 500 dosi + 1 flacone vaccino liof da 500 dosi

Principio Attivo

1 dose (0,2 ml) = sospensione: virus inattivato della parvovirosi dell'anatra di Barberia, ceppo GM, [7:>] 1,5 log10 USN*; adiuvante: Al[5:3+]; liofilizzato: virus vivo attenuato della malattia di Derzsy, ceppo H, [7:>] 2,5 log10 DIT[6:50]. *! USN: quanto basta per ottenere, nell'animale vaccinato, un titolo medio di 1 in anticorpo sieroneutralizzanti.

Indicazioni

immunizzazione attiva delle anatre di Barberia contro la parvovirosi dell'anatra di Barberia e la malattia di Derzsy.

Posologia

0,2 ml/capo per via sottocutanea. Ricostituire il vaccino seguendo la modalitÓ riportata nel foglietto illustrativo. Programma vaccinale: Anatre di Barberia: proma vaccinazione: a 1 giorno di etÓ. Seconda vaccinazione: da 14 a 21 giorni dopo la prima somministrazione.

Avvertenze

una reazione infiammatoria transitoria si pu˛ verificare al sito d'inoculo. In assenza di studi specifici si raccomanda di non vaccinare le riporduttrici. In caso di autoinoculazione accidentale, rivolgersi immediatamente ad un medico mostrandogli il foglietto illustrativo o l'etichetta. Per maggiorni informazioni leggere atentamente il foglietto illustrativo.