Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu
menu

Parofor Crypto

Ultimo aggiornamento: 12/05/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Parofor Crypto 140.000 UI/ml soluzione orale 1 flacone da 1000 ml per bovini preruminanti
Parofor Crypto 140.000 UI/ml soluzione orale 1 flacone da 500 ml per bovini preruminanti

A cosa serve

Parofor Crypto è un medicinale veterinario a base del principio attivo Paromomicina, appartenente alla categoria degli Antibatterici e nello specifico Antibiotici. E' commercializzato in Italia dall'azienda Huvepharma NV.

Parofor Crypto può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Huvepharma NV
Concessionario: Huvepharma NV
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Paromomicina
Gruppo terapeutico: Antibatterici
Forma farmaceutica: soluzione


Principio Attivo

ogni ml contiene: 140.000 UI di paromomicina attiva.

Indicazioni

riduzione dei casi di diarrea causati da Cryptosporidium parvum. diagnosticata. I vitelli devono essere trattati con il prodotto solo dopo la conferma di oocisti criptosporali nelle loro feci e prima della comparsa della diarrea. La paromomicina riduce la diffusione di oocisti nelle feci.

Posologia

uso orale. Dosaggio: 35 000 UI di paromomicina/kg di peso corporeo/giorno per 7 giorni consecutivi, ovvero 2,5 ml di prodotto/10 kg di peso corporeo/giorno per 7 giorni consecutivi. Per assicurare un dosaggio corretto, è necessario l'uso di una siringa o di un dispositivo appropriato per la somministrazione orale e il prodotto deve essere somministrato direttamente nella bocca dell'animale. Per assicurare un dosaggio corretto, il peso corporeo deve essere determinato nel modo più accurato possibile.

Avvertenze

negli studi in campo, che hanno esaminato l'effetto del prodotto sulla diarrea associata a criptosporidiosi, il 23%-32% dei vitelli, nei gruppi trattati presentava diarrea, rispetto al 53% - 73% dei vitelli nei gruppi non trattati, durante il periodo di trattamento di 7 giorni.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: l'impiego del prodotto deve essere abbinato a buone prassi di gestione, ad esempio buone condizioni igieniche, una ventilazione adeguata, e non elevata densità di animali. L'utilizzo ripetuto o prolungato del prodotto va evitato, migliorando le prassi di gestione e mediante la pulizia e la disinfezione. Gli aminoglicosidi sono considerati di importanza critica in medicina umana. L'uso del prodotto che si discosta dalle istruzioni fornite nell'RCP può aumentare la prevalenza di batteri resistenti alla paromomicina e può ridurre l'efficacia del trattamento con aminoglicosidi a causa del potenziale di resistenza crociata. La sicurezza del prodotto non è stata studiata in animali di età inferiore a 3 giorni.