transparent
Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Oxiter 200 Bmp

Dox-Al Italia S.p.A.
Ultimo aggiornamento: 29/03/2021




A cosa serve

Oxiter 200 Bmp è un medicinale veterinario a base del principio attivo Oxitetraciclina, appartenente alla categoria degli Antibiotici e nello specifico Tetracicline. E' commercializzato in Italia dall'azienda Dox-Al Italia S.p.A..

Oxiter 200 Bmp può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Dox-Al Italia S.p.A.
Concessionario: Dox-Al Italia S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Oxitetraciclina
Gruppo terapeutico: Antibiotici
Forma farmaceutica: granulato

Confezioni

Oxiter 200 Bmp os sacco da 20 kg

Principio Attivo

1 kg = ossitetraciclina 200 g.

Indicazioni

contro infezioni da germi sensibili alle tetracicline, in particolare: suini: malattie batteriche intestinali e respiratorie. Conigli: colibacillosi, salmonellosi, pasteurellosi. Pesci: malattie batteriche.

Posologia

il medicinale deve essere somministrato, accuratamente miscelato al mangime, per 7-10 giorni nei pesci, per 3-5 giorni nelle altre specie secondo prescrizione veterinaria, alle dosi giornaliere sotto elencate. La concentrazione nel mangime dovrà essere ricalcolata in funzione del peso reale degli animali e dell'effettivo consumo di alimento, avendo cura di non superare la posologia in mg/kg p.v. giornaliera autorizzata.
Suini: 2 - 12,5 g/kg di mangime (pari a 20 - 50 mg di ossitetraciclina/kg p.v.) con le seguenti modalità: 2 - 5 g/kg di mangime per suini alimentati in ragione del 5% del p.v.; 3,5 - 8 g/kg di mangime per suini alimentati in ragione del 3% del p.v.; 5 - 12,5 g/kg di mangime per suini alimentati in ragione del 2% del p.v.
Conigli: 2,75 - 7,70 g/kg di mangime (pari a 40 - 80 mg di ossitetraciclina/kg p.v.).
Pesci: 17,5 - 37,5 g/kg di mangime (pari a 75 mg di ossitetraciclina/kg p.v.).

Avvertenze

nel coniglio la somministrazione durante le prime fasi della gravidanza può determinare un aumento dei casi di riassorbimento fetale. In tutte le altre specie non si segnalano effetti di particolare gravità, ma, poiché l'antibiotico diffonde rapidamente attraverso la placenta e si rinviene nel sangue, nelle membrane e nei tessuti del feto, l'uso in corso di gravidanza deve essere limitato ai casi di effettiva necessità, sotto controllo del veterinario.