Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Noromectin Ovini

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Noromectin Ovini iniettabile flacone 100 ml
Noromectin Ovini iniettabile flacone 250 ml

A cosa serve

Noromectin Ovini è un medicinale veterinario a base del principio attivo Ivermectina, appartenente alla categoria degli Endectocidi e nello specifico Avermectine. E' commercializzato in Italia dall'azienda Vétoquinol Italia S.r.l..

Noromectin Ovini può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Norbrook Laboratories Ltd
Concessionario: Vétoquinol Italia S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Ivermectina
Gruppo terapeutico: Endectocidi
Forma farmaceutica: fiala iniettabile


Principio Attivo

Ivermectina 1,0% p/v

Indicazioni

Noromectin iniettabile per ovini è indicato per il trattamento efficace e il controllo dei nematodi gastrointestinali e polmonari, della miasi nasale e della scabbia degli ovini:
Nematodi gastrointestinali (adulti e larve al quarto stadio): Ostertagia circumcincta (inclusi gli stadi larvali inibiti), Haemonchus contortus (inclusi gli stadi larvali inibiti), Trichostrongylus axei (adulti), Trichostrongylus colubriformis (adulti), Trichostrongylus vitrinus (adulti) Cooperia curticei, Nematodirus filicollis.
Nematodi polmonari: Dictyocaulus filaria (adulti e larve al quarto stadio).
Miasi nasale: Oestrus ovis (tutte le fasi larvali).
Acari della scabbia*: Psoroptes ovis.
*Per il trattamento e il controllo della scabbia degli ovini, per curare i segni clinici della scabbia ed eliminare gli acari vivi sono necessarie due iniezioni con un intervallo di sette giorni l'una dall'altra.

Posologia

0,5 ml per 25 kg p.c. (in base al livello consigliato di 200 mcg di ivermectina per kg p.c.). Somministrazione: per il trattamento dei nematodi gastrointestinali e polmonari, della miasi nasale e della scabbia degli ovini, iniettare una sola volta per via sc nel collo adottando misure precauzionali asettiche; si consiglia di usare un ago sterile 17G x 1/2". Per il trattamento della scabbia degli ovini (Psoroptes ovis), per curare i segni clinici della scabbia ed eliminare gli acari vivi sono necessarie due iniezioni con un intervallo di 7 giorni l'una dall'altra. La seconda iniezione dovrebbe essere eseguita dalla parte opposta del collo rispetto a quella utilizzata per la prima. Agli agnelli giovani di peso inferiore a 20 kg somministrare 0,1 ml ogni 5 kg. In questi agnelli si raccomanda di utilizzare una siringa capace di somministrare una quantità non superiore a 0,1 ml.

Avvertenze

il trattamento della scabbia ovina con una sola iniezione non è raccomandato, in quanto, sebbene si possano rilevare dei miglioramenti clinici, l'eliminazione di tutti gli acari non è possibile. La scabbia ovina (Psoroptes ovis) è una parassitosi esterna estremamente contagiosa. A seguito del trattamento degli ovini infestati prestare molta cura per evitare reinfestazione, poichè gli acari possono rimanere vitali per 15 giorni al di fuori degli ovini. È importante trattare tutti gli ovini che sono stati a contatto con gli animali infestati. Il contatto fra i greggi trattati, infestati ma non trattati e quelli non infestati deve essere evitato per almeno 7 giorni dopo il trattamento.