Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Nobilis Reo 1133

MSD Animal Health S.r.l.
Ultimo aggiornamento: 16/06/2021




A cosa serve

Nobilis Reo 1133 è un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Artrite Aviare Vivo Liofilizzato, appartenente alla categoria degli Vaccini e nello specifico Vaccini virali vivi. E' commercializzato in Italia dall'azienda MSD Animal Health S.r.l..

Nobilis Reo 1133 può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Intervet International B.V.
Concessionario: MSD Animal Health S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Vaccino Artrite Aviare Vivo Liofilizzato
Gruppo terapeutico: Vaccini
Forma farmaceutica: flaconi iniettabili

Confezioni

Nobilis Reo 1133 sottoc. 1 flacone da 1000 dosi

Principio Attivo

ogni dose contiene almeno 10[5:3,1] TCID[6:50] di Reovirus vivo attenuato, ceppo 1133, coltivato su fibroblasti di embrione di pollo.

Indicazioni

il vaccino è destinato alla profilassi della Tenosinovite (Artrite Virale) nei polli di 5 giorni di vita o più. E' destinato anche alla vaccinazione di base dei futuri riproduttori. Inizio dell'immunità: 1 settimana. Durata dell'immunità: 6 settimane.

Posologia

iniettare 0,2 ml di vaccino ricostituito per via sottocutanea nella parte posteriore del collo.
PREPARAZIONE DEL VACCINO:
1. Per la ricostituzione di questo vaccino, si raccomanda di usare il Diluente per Vaccini Aviari Liofilizzati. Utilizzare 200 ml di diluente per 1.000 dosi di vaccino; 2. L'attrezzatura per la vaccinazione deve essere sterile ed esente da tracce di alcool o altri disinfettanti; 3. Aggiungere un po' di diluente nel flacone di vaccino ed agitare bene; 4. Aspirare il vaccino ricostituito nella siringa ed aggiungerlo al resto del diluente. Agitare con delicatezza per miscelare bene. Aspirare una parte del diluente con la siringa per sciacquare il flacone di vaccino. Iniettare il liquido nuovamente nel flacone di diluente; 5. Togliere la siringa; 6. Riempire la siringa automatica, sterilizzata in precedenza, seguendo le istruzioni della ditta produttrice e regolare la dose su 0,2 ml; 7. Il vaccino è ora pronto per l'uso.
PROGRAMMA VACCINALE: Nel determinare un valido programma vaccinale per un determinato allevamento, bisogna prendere in considerazione numerosi fattori. Per essere pienamente efficace, il vaccino deve essere somministrato correttamente a polli sani, recettivi, mantenuti in un ambiente appropriato in buone condizioni di allevamento. Inoltre, la risposta alla vaccinazione può essere influenzata dall'età degli animali e dal loro stato immunitario. La protezione nei confronti dei Reovirus comporta il trasferimento degli anticorpi da parte della madre alla progenie, tramite l'uovo. Perché questo trasferimento possa avvenire, si raccomanda un programma vaccinale integrato, che comprenda l'impiego sia del vaccino inattivato che del vaccino a virus vivo modificato. Nelle zone ad alto rischio, i pulcini possono risultare sensibili durante le prime settimane di vita e perciò la vaccinazione precoce diventa imperativa. In queste zone, la vaccinazione con questo vaccino deve essere effettuata incominciando al 5° giorno di vita. Una vaccinazione di richiamo deve essere eseguita a 5 7 settimane di età e ripetuta nuovamente a 9 11 settimane di età. Nelle zone a minor rischio, la vaccinazione va effettuata a 5 7 settimane di età con un richiamo a 9 11 settimane. Nei riproduttori, questo programma vaccinale va completato effettuando una vaccinazione di richiamo con vaccino REO inattivato a 18 22 settimane di età.
Una volta ricostituito, il vaccino è molto vulnerabile e può perdere la sua attività in base alle condizioni ambientali. Una volta aperti i flaconi di vaccino, utilizzare tutto il contenuto.

Avvertenze

vaccinare solo animali sani.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: Sebbene la malattia possa non essere evidente, la coccidiosi, le infezioni da Mycoplasmi, la Malattia di Marek ed altre forme morbose, possono causare complicazioni o ridurre lo sviluppo dell'immunità. Bisogna cercare di ridurre gli stress durante la vaccinazione e durante il periodo post-vaccinale.