Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Nobilis Gumboro 228e

Ultimo aggiornamento: 03/02/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Nobilis Gumboro 228e 1 flacone da 1000 dosi
Nobilis Gumboro 228e 1 flacone da 5000 dosi

A cosa serve

Nobilis Gumboro 228e è un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Borsite Infettiva Aviaria (malattia Di Gumboro) Vivo, appartenente alla categoria degli Vaccini e nello specifico Vaccini virali vivi. E' commercializzato in Italia dall'azienda MSD Animal Health S.r.l..

Nobilis Gumboro 228e può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Intervet International B.V.
Concessionario: MSD Animal Health S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Vaccino Borsite Infettiva Aviaria (malattia Di Gumboro) Vivo
Gruppo terapeutico: Vaccini
Forma farmaceutica: flaconi iniettabili


Principio Attivo

ogni dose di vaccino contiene: almeno 10[5:2] EID[6:5][6:0] del virus vivo attenuato della Malattia di Gumboro, ceppo 228E in uno stabilizzante.

Indicazioni

vaccinazione dei polli contro la Malattia di Gumboro. Il vaccino riduce la mortalità, i segni clinici e le lesioni della malattia. Insorgenza dell'immunità: 1 settimana. Durata dell'immunità: almeno sei settimane.

Posologia

il vaccino va somministrato nell'acqua da bere. Il vaccino va disciolto in una quantità di acqua che verrà consumata dagli animali in circa due ore. L'età alla quale i polli possono essere vaccinati per ottenere una buona immunità dipende dal livello di anticorpi materni e quindi dal tipo di polli e dal modo in cui sono stati vaccinati i genitori. Schema: i polli da carne derivati da genitori vaccinati soltanto con vaccini vivi contro la Malattia di Gumboro, possono essere vaccinati a partire da 7-14 giorni. I polli da carne derivati da genitori vaccinati con vaccini inattivati contro la Malattia di Gumboro, possono essere vaccinati a partire da 14-17 giorni. La vaccinazione delle future ovaiole nate da genitori vaccinati soltanto con vaccini vivi contro la Malattia di Gumboro, può essere eseguita a partire da 14-21 giorni. La vaccinazione delle future ovaiole nate da genitori vaccinati con vaccini vivi e con inattivati contro la Malattia di Gumboro, può essere eseguita a partire da 21-28 giorni. Il presente schema si basa sul presupposto che nei suddetti giorni di vaccinazione la progenie abbia raggiunto un livello di anticorpi materni sufficientemente basso (ad esempio un titolo di Neutralizzazione Virale compreso tra circa 7,0 e 8,5 log[6:2] in modo che sia possibile vaccinarla con successo con Nobilis Gumboro 228E, ma ancora abbastanza elevato per proteggere gli animali contro l'infezione da virus di campo.