transparent
Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Maximec Iniettabile

Ceva Salute Animale S.p.A.
Ultimo aggiornamento: 25/03/2021




A cosa serve

Maximec Iniettabile è un medicinale veterinario a base del principio attivo Ivermectina, appartenente alla categoria degli Endectocidi e nello specifico Avermectine. E' commercializzato in Italia dall'azienda Ceva Salute Animale S.p.A..

Maximec Iniettabile può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Bimeda Animal Health Ltd.
Concessionario: Ceva Salute Animale S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Ivermectina
Gruppo terapeutico: Endectocidi
Forma farmaceutica: fiala iniettabile

Confezioni

Maximec iniettabile Flacone multidose in polietilene da 250 ml
Maximec iniettabile Flacone multidose in polietilene da 500 ml

Principio Attivo

ivermectina 1% p/v (10 mg/ml).

Indicazioni

bovini: per il trattamento e controllo dei nematodi gastrointestinali, polmonari e oculari, delle larve di ditteri, acari e pidocchi del bovino. Assicura un efficace controllo nei confronti dei seguenti parassiti del bovino: nematodi gastrointestinali (adulti e larve di 4° stadio): Ostertagia spp (incluse le larve inibite O. ostertagi), Haemonchus placei, Trichostrongylus axei, Trichostrongylus colubriformis, Cooperia spp, Bunostomum phlebotomum, Oesophagostomum radiatum, Strongyloides papillosus (adulti), Nematodirus helvetianus (adulti), N. spathiger (adulti); nematodi polmonari (adulti e larve di 4° stadio): Dictyocaulus viviparus; nematodi oculari (adulti): Thelazia spp. Ditteri (stadi larvali): Hypoderma bovis e H. lineatum; acari della rogna: Psoroptes bovis, Sarcoptes scabiei var. bovis; pidocchi ematofagi: Linognathus vituli, Haematopinus eurysternus e Solenopotes capillatus. Può essere usato come ausilio nel controllo dell'acaro Chorioptes bovis sebbene la sua completa eliminazione possa non avvenire.
Ovini: per il trattamento e controllo dei nematodi gastrointestinali, polmonari, e dell'estrosi. Controlla efficacemente i seguenti parassiti degli ovini: nematodi gastrointestinali (adulti e larve di 4°stadio): Ostertagia circumcincta (incluse le larve inibite di quarto stadio), O. trifurcata, Haemonchus contortus (incluse le larve inibite di quarto stadio), Trichostrongylus colubriformis, Cooperia curticei, Oesophagostomum columbianum, Nematodirus filicollis, Chabertia ovina, Trichostrongylus axei (adulti), T. vitrinus (adulti), Oesophagostomum venulosum (adulti), Trichuris ovis (adulti); nematodi polmonari (adulti e larve di 4° stadio): Dictyocaulus filaria, Protostrongylus rufescens (adulti); estrosi (adulti immaturi): Oestrus ovis (inclusi tutti gli stadi larvali).
Suini: per il trattamento ed il controllo dei nematodi gastrointestinali e polmonari, pidocchi e acari del suino. Efficace nel controllo nei confronti dei seguenti parassiti del suino: nematodi gastrointestinali (adulti e larve di 4° stadio): Ascaris suum, Hyostrongylus rubidus, Oesophagostomum spp. e stadi adulti di Strongyloides ransomi; nematodi polmonari: Metastrongylus spp. (adulti); pidocchi: Haematopinus suis; acari della rogna: Sarcoptes scabiei var. suis.

Posologia

il prodotto va usato solo per via sottocutanea al dosaggio raccomandato di 200 mcg di ivermectina per kg di peso vivo nel sottocute davanti o dietro la scapola nel bovino (il trattamento alle dosi raccomandate è in grado di controllare le reinfestazioni di Ostertagi spp. e Cooperia spp. che hanno luogo nei primi 7 giorni dopo il trattamento e di Dictyocaulus viviparus che ha luogo nei primi 14 giorni dopo il trattamento), e sopra il collo nell'ovino. Al dosaggio raccomandato di 300 mcg di ivermectina per kg di peso vivo, il prodotto deve essere somministrato solo per via sottocutanea nel collo dei suini.
1 ml (10 mg di ivermectina) è sufficiente per trattare 50 kg di peso corporeo di un bovino e di un ovino o 33 kg di peso corporeo di un suino. Il volume di somministrazione per punto di inoculo non deve superare i 10 ml. L'iniezione può essere effettuata con siringhe automatiche, siringhe monodose o ipodermiche. Si raccomanda l'uso di ago 17 Gauge da 1,27 cm. Sostituire l'ago con uno nuovo sterile dopo 10-12 animali trattati. Si sconsiglia la somministrazione in animali bagnati o sporchi. Se si usa una siringa monodose o una siringa ipodermica si consiglia di utilizzare un ago sterile a parte per prelevare il prodotto dal flacone. Nei suini giovani, specialmente quelli al di sotto di 16 kg, per i quali volumi inferiori a 0,5 ml di prodotto sono raccomandati, l'accuratezza del dosaggio è importante. Si raccomanda pertanto di utilizzare siringhe che possano rilasciare con precisione volumi di almeno 0,1 ml di soluzione. Negli agnelli, di peso inferiore a 20 kg somministrare una dose di 0,1 ml per 5 kg. In tali agnelli si raccomanda di utilizzare siringhe che possano rilasciare volumi di almeno 0,1 ml di soluzione.

Avvertenze

precauzioni speciali per l'utilizzazione negli animali: il prodotto è stato specificatamente formulato per il suo impiego in bovini, ovini e suini. Non deve essere utilizzato in altre specie animali in quanto possono insorgere gravi effetti collaterali inclusa la morte nel cane. L'uso frequente e ripetuto può favorire l'insorgere di resistenza. E' importante che sia somministrata la dose corretta per minimizzare i rischi di insorgenza di resistenza. Per evitare sotto-dosaggi, gli animali vanno raggruppati per pesi simili, e il dosaggio calcolato sull'animale più pesante del gruppo.