Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Marbocyl 10%

Vétoquinol Italia S.r.l.
Ultimo aggiornamento: 13/06/2022




A cosa serve

Marbocyl 10% è un medicinale veterinario a base del principio attivo Marbofloxacina, appartenente alla categoria degli Antibiotici e nello specifico Fluorochinoloni. E' commercializzato in Italia dall'azienda Vétoquinol Italia S.r.l..

Marbocyl 10% può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Vetoquinol SA
Concessionario: Vétoquinol Italia S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Marbofloxacina
Gruppo terapeutico: Antibiotici
Forma farmaceutica: flaconi iniettabili

Confezioni

Marbocyl 10% im, ev o sottoc. 1 flacone 100 ml
Marbocyl 10% im, ev o sottoc. 1 flacone 250 ml

Principio Attivo

Un ml contiene: marbofloxacina 100 mg.

Indicazioni

In bovini: Trattamento delle infezioni respiratorie causate da ceppi sensibili di Pasteurella multocida, Mannheimia (Pasteurella) haemolytica e Mycoplasma bovis; Trattamento delle mastiti acute causate da ceppi di E. coli sensibili alla marboflossacina durante il periodo di lattazione. In scrofe: Trattamento della sindrome Metrite-Mastite-Agalassia causata da ceppi batterici sensibili alla marboflossacina.

Posologia

In bovini:
Trattamento delle infezioni respiratorie: Trattamento delle infezioni respiratorie causate da ceppi sensibili di Pasteurella multocida, Mannheimia haemolytica: la dose raccomandata è di 8 mg/kg di peso vivo (2 ml di prodotto/25 kg p.v.) in una singola iniezione intramuscolare. Trattamento delle infezioni respiratorie causate da ceppi sensibili di Mycoplasma bovis: la dose raccomandata è di 2 mg/kg di peso vivo (1 ml di prodotto/50 kg p.v.) una volta al giorno per via sottocutanea o intramuscolare, per 3-5 giorni consecutivi. La prima iniezione può anche essere effettuata per via endovenosa.
Trattamento delle mastiti acute: La dose raccomandata è di 2 mg/kg (1 ml/50 kg p.v.) in una singola iniezione giornaliera per via sottocutanea o intramuscolare, per 3 giorni consecutivi. La prima iniezione può anche essere effettuata per via endovenosa.
In scrofe: La dose raccomandata è di 2 mg/kg (1 ml/50 kg p.v.) in una singola iniezione giornaliera per via intramuscolare, per 3 giorni.

Avvertenze

Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: l'utilizzo dei fluorochinoloni deve limitarsi al trattamento di condizioni cliniche che hanno risposto o che si ritiene possano rispondere scarsamente ad altre classi di prodotti antimicrobici. Se possibile, i fluorochinoloni devono essere usati esclusivamente in base ai risultati dell'antibiogramma. Durante l'uso del medicinale veterinario, è necessario attenersi ai regolamenti ufficiali e locali sull'uso di prodotti antimicrobici. Un utilizzo di tali prodotti diverso dalle istruzioni fornite nel foglietto illustrativo può condurre ad un aumento della prevalenza dei batteri resistenti ai fluorochinoloni e allo stesso tempo ridurre l'efficacia del trattamento con altri chinoloni a causa della resistenza crociata. I dati di efficacia relativi a questo prodotto hanno dimostrato un grado di efficacia insufficiente nella terapia della mastite acuta causata da batteri Gram positivi.