Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Ivomec

Ultimo aggiornamento: 17/03/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Ivomec sottocut. soluzione 50 ml

A cosa serve

Ivomec è un medicinale veterinario a base del principio attivo Ivermectina, appartenente alla categoria degli Endectocidi e nello specifico Avermectine. E' commercializzato in Italia dall'azienda Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A..

Ivomec può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.
Concessionario: Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Ivermectina
Gruppo terapeutico: Endectocidi
Forma farmaceutica: soluzione


Principio Attivo

100 ml = ivermectina 1 g.

Indicazioni

bovini: per il trattamento e il controllo dei nematodi gastrointestinali (inclusa Ostertagia ostertagi inibita), dei vermi polmonari (Dictyocaulus viviparus incluse le larve inibite), dei nematodi Parafilaria bovicola e Thelazia spp. e dei parassiti esterni: di tutti gli stadi larvali di Hypoderma spp., dei pidocchi ematofagi, degli acari della rogna (Psoroptes ovis, Sarcoptes scabiei var. bovis e come ausilio del controllo di Chorioptes bovis); somministrato alla dose raccomandata di 1 ml/50 kg di peso corporeo, possiede un'efficacia prolungata nei confronti dei nematodi gastrointestinali e polmonari; suini: la soluzione iniettabile di Ivomec è inoltre indicata per il trattamento e il controllo dei seguenti parassiti dei suini: Nematodi gastrointestinali (adulti e larve di 4° stadio); Ascaris suum, Hyostrongylus rubidus, Oesophagostomum spp., Strongyloides ransomi (adulti), come ausilio nel controllo dei nematodi ematofagi appartenenti alla specie Trichuris suis (adulti); Ivomec somministrato alle scrofe 7-14 giorni prima del parto, controlla efficacemente la trasmissione transmammaria ai suinetti delle infestazioni da Strongyloides ransomi. Vermi polmonari (adulti): Metastrongylus spp; Pidocchi: Haematopinus suis: nel caso di pediculosi può rendersi necessario ritrattare i soggetti poichè alle uova del parassita occorrono almeno 3 settimane per schiudere; acari: Sarcoptes scabiei var. suis: poichè l'effetto dell'ivermectina sugli acari non è immediato, i suini non dovrebbero essere spostati in luoghi indenni o esposti a contatto con soggetti sani per almeno una settimana dopo il completamento del trattamento.

Posologia

somministrare in dose unica per via sottocutanea alla dose di 1 ml/50 kg di p.v. nei bovini e di 1 ml/33 kg di p.v. nei suini

Avvertenze

Per maggiori informazioni leggere attentamente il foglietto illustrativo