Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu
menu

Imrestor

Ultimo aggiornamento: 23/11/2018

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Imrestor 15 mg soluzione iniettabile per bovini 10 siringhe da 2,7 ml
Imrestor 15 mg soluzione iniettabile per bovini 50 siringhe da 2,7 ml

A cosa serve

Imrestor è un medicinale veterinario a base del principio attivo Pegbovigrastim, appartenente alla categoria degli Immunostimolanti e nello specifico Fattori di stimolazione delle colonie. E' commercializzato in Italia dall'azienda Elanco Italia S.p.A..

Imrestor può essere prescritto con Ricetta RNRV - ricetta medica in copia unica non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Eli Lilly and Company Ltd
Concessionario: Elanco Italia S.p.A.
Ricetta: RNRV - ricetta medica in copia unica non ripetibile
Principio attivo: Pegbovigrastim
Gruppo terapeutico: Immunostimolanti
Forma farmaceutica: soluzione


Principio Attivo

ogni siringa preriempita da 2,7 ml contiene: Pegbovigrastim (fattore bovino di stimolazione delle colonie di granulociti pegilato, PEG bG-CSF]) 15 mg.

Indicazioni

come coadiuvante in un programma di gestione dell'allevamento, volto a ridurre il rischio di mastite clinica nelle vacche da latte e nelle manze nel periodo del periparto, durante i 30 giorni successivi al parto.

Posologia

somministrazione sottocutanea. Il regime di trattamento è composto da due siringhe. Il contenuto di una singola siringa preriempita deve essere iniettato per via sottocutanea in una manza/vacca da latte 7 giorni prima della data prevista del parto. Il contenuto di una seconda siringa preriempita deve essere iniettato per via sottocutanea entro le 24 ore successive al parto. L'intervallo tra le due somministrazioni non deve essere inferiore a 3 giorni o superiore a 17 giorni. Una singola siringa fornisce una dose di 20-40 µg/kg di pegbovigrastim a seconda del peso corporeo per la maggior parte delle vacche : ad es. una dose di 21 µg/kg di peso corporeo per una vacca di 700 kg o una dose di 33 µg/kg di peso corporeo per una manza di 450 kg. Se la siringa viene agitata eccessivamente, pegbovigrastim può formare aggregati e ridurre la sua attività biologica. La soluzione deve essere ispezionata visivamente prima dell'uso. Devono essere somministrate solo le soluzioni limpide e prive di particelle.

Avvertenze

Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: solo per somministrazione sottocutanea. In uno studio sulla sicurezza in vacche di razza Jersey, il margine di sicurezza di questo prodotto è stato di 1,5 volte la dose massima raccomandata (era stato somministrato un sovradosaggio di 60 µg/kg in tre occasioni). Non eccedere la dose raccomandata. Come previsto dal meccanismo d'azione del principio attivo, i dati di sicurezza mostrano che si potrebbe notare un leggero e transitorio aumento della conta delle cellule somatiche nelle singole vacche.