Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Improvac

Ultimo aggiornamento: 24/10/2019

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Improvac sottocutanea 10 flaconi 100 ml (50 dosi)

A cosa serve

Improvac è un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Antiormone Di Rilascio Delle Gonadotropine, appartenente alla categoria degli Vaccini e nello specifico Antigonadotropine e sostanze similari. E' commercializzato in Italia dall'azienda Zoetis Italia S.r.l..

Improvac può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Zoetis Belgium SA
Concessionario: Zoetis Italia S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Vaccino Antiormone Di Rilascio Delle Gonadotropine
Gruppo terapeutico: Vaccini
Forma farmaceutica: fiale flaconcini fialoidi


Principio Attivo

una dose (2 ml) = analogo del fattore di rilascio delle gonadotropine (GnRF) coniugato ad una proteina (peptide sintetico analogo del GnRF coniugato al tossoide difterico) che induce un titolo geometrico medio anti-GnRF [7:>] 474 U/ml min. 300 mcg. Adiuvante dietilaminoetile (DEAE)-destrano, adiuvante acquoso, a base di olio non minerale 300 mg.

Indicazioni

induzione di anticorpi anti-GnRF per produrre una temporanea soppressione immunologica della funzione testicolare. Da utilizzare come alternativa alla castrazione fisica per la riduzione dell'odore di verro causato dalla principale sostanza responsabile dell'odore di verro, l'androstenone, nei suini maschi interi dopo l'inizio della pubertà. Un'altra sostanza che contribuisce in maniera fondamentale all'odore di verro, lo scatolo, può essere anche ridotta come effetto indiretto. Lo sviluppo dell'immunità (induzione di anticorpi anti-GnRF) può essere previsto entro 1 settimana dopo la seconda vaccinazione. La riduzione dei livelli di androstenone e di scatolo è stata dimostrata a partire da 4 a 6 settimane dopo la seconda vaccinazione. Questo arco temporale rappresenta il tempo necessario per l'eliminazione delle sostanze responsabili dell'odore di verro, già presenti al momento della vaccinazione, ed anche la variabilità della risposta tra singoli animali.

Posologia

2 ml, per iniezione sottocutanea (iniezione fatta sotto la pelle).

Avvertenze

Vaccinare solo animali sani. Improvac si è dimostrato sicuro in suini maschi da 8 settimane di età in poi. La vaccinazione accidentale di suini maschi da riproduzione può comprometterne la successiva fertilità. Il periodo raccomandato per la macellazione è da 4 a 6 settimane dopo la seconda somministrazione. Se i maiali non possono essere macellati entro questo arco temporale raccomandato, in base ai dati sperimentali disponibili i suini possono essere ancora inviati alla macellazione fino a 10 settimane dopo la seconda somministrazione con un rischio minimo di odore di verro. Dopo questo periodo di tempo, una crescente percentuale di animali ritornerà alle funzioni normali. Dal momento che i livelli di scatolo non sono completamente dipendenti dallo stato sessuale, per ridurre i livelli di scatolo sono anche importanti l'alimentazione e le procedure di gestione dell'igiene. Precauzioni speciali che devono essere adottate dalla persona che somministra il prodotto agli animali. L'autoiniezione accidentale nelle persone può produrre effetti simili a quelli rilevati nei suini. Questi possono includere una temporanea riduzione degli ormoni sessuali e della funzione riproduttiva, sia negli uomini che nelle donne, ed un effetto avverso sulla gravidanza. Il rischio che si manifestino questi effetti è maggiore dopo una seconda o successiva iniezione accidentale piuttosto che dopo una prima iniezione. Una particolare attenzione deve essere prestata per evitare l'autoiniezione accidentale e le lesioni da punture d'ago quando si somministra il prodotto. Il prodotto deve essere impiegato solo con un iniettore di sicurezza dotato di un doppio sistema di sicurezza che dispone sia di una protezione dell'ago che di un meccanismo per prevenire un'attivazione accidentale dello scatto. Il prodotto non deve essere somministrato da donne in gravidanza o che potrebbero essere in gravidanza. In caso di contatto con gli occhi, sciacquare immediatamente con acqua abbondante. In caso di contatto con la pelle, lavare immediatamente con acqua e sapone. Il prodotto deve essere conservato al sicuro fuori dalla portata dei bambini. Avviso all'operatore in caso di autoiniezione accidentale: In caso di autoiniezione accidentale, lavare la lesione completamente con acqua pulita corrente. Rivolgersi immediatamente ad un medico e mostrargli il foglietto illustrativo. Non somministrare più il prodotto in futuro. Avviso per il medico: l'autoiniezione accidentale può influire temporaneamente sulla fisiologia della riproduzione sia negli uomini che nelle donne e può influire sfavorevolmente sulla gravidanza. Se si sospetta una autoiniezione accidentale con Improvac, bisogna monitorare la fisiologia della riproduzione con l'esame dei livelli del testosterone o degli estrogeni (come appropriato). Il rischio di un effetto fisiologico è più grande dopo una seconda o successiva autoiniezione accidentale piuttosto che dopo una prima iniezione. La soppressione clinicamente manifesta della funzione delle gonadi deve essere gestita con una terapia endocrina sostitutiva di supporto fino al ritorno della normale funzionalità. Il paziente deve essere avvisato di non somministrare più Improvac® e/o qualsiasi altro prodotto con azione simile.