Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu
menu

Gonavet Veyx

Ultimo aggiornamento: 12/05/2020

BoxAreaRiservataVet

Confezioni

Gonavet Veyx 50 mcg/ml soluzione iniettabile 1 flacone 10 ml per bovine, suini e cavalle
Gonavet Veyx 50 mcg/ml soluzione iniettabile 1 flacone 50 ml per bovine, suini e cavalle

A cosa serve

Gonavet Veyx è un medicinale veterinario a base del principio attivo Gonadorelina Acetato, appartenente alla categoria degli Liberatori gonadotropine e nello specifico Ormoni liberatori delle gonadotropine. E' commercializzato in Italia dall'azienda Bayer S.p.A..

Gonavet Veyx può essere prescritto con Ricetta RNRV - ricetta medica in copia unica non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Veyx-Pharma
Concessionario: Bayer S.p.A.
Ricetta: RNRV - ricetta medica in copia unica non ripetibile
Principio attivo: Gonadorelina Acetato
Gruppo terapeutico: Liberatori gonadotropine
Forma farmaceutica: fiala iniettabile


Principio Attivo

1 ml contiene: Gonadorelina [6-D-Phe] 50 [7:m]g (equivalente a 52,4 [7:m]g di gonadorelina [6-D-Phe] acetato).

Indicazioni

controllo e stimolazione della riproduzione in bovine e suini. Trattamento di disturbi o disfunzioni della fertilità associati alle ovaie in bovine e cavalle.
Bovine (vacche, manze): induzione dell'ovulazione in caso di ritardata ovulazione causata da deficit di LH. Induzione / sincronizzazione dell'vulazione nell'ambito di sistemi di insminazione a tempo prefissato. Stimolazione delle ovaie durant eil periodo puerperale dal giorno 12 post-parto. Cisti ovariche (causate da deficit di LH).
Suini (scrofe, scrofette): induzione / sincronizzazione dell'ovulazione nell'ambito di sistemi di inseminazione a tempo prefissato e sincronizzazione dei parti.
Equini (cavalle): Aciclia e anestro causate da deficit di LH.

Posologia

per iniezione intramuscolar eo sottocutanea. Per impiego intramuscolare, preferibilmente nella regione del collo. Il prodotto è destinato alla singola somministrazione, eccetto quando impiegato come parte del protocollo di inseminazione artificiale a tempo prefissato "Ovsynch". Dosaggio in ml di prodotto in [7:m]g di gonadorelina [6-D-Phe] per animale.
Bovine (vacche e manze) mediante iniezione intramuscolare: 1,0-2,0 ml (corrispondenti a 50-100 [7:m]g di gonadorelina [6-D-Phe]). Induzione dell'ovulazione in caso di ovulazione ritardata dovuta a deficit di LH 2,0 ml. Induzione / sincronizzazione dell'ovulazione nell'ambito di sistemi di inseminazione a tempo prefissato 1,0-2,0 ml. Stimolazione delle ovaie durante il periodo puerperale dal giorno 12 post-parto 1,0 ml. Cisti ovariche (causate da deficit di LH) 2,0 ml.
Suini (scrofe e scrofette) mediante iniezione intramuscolare o sottocutanea: 0,5-1,5 ml (corrispondente a 25-75 [7:m]g di gonadorelina [6-D-Phe]). Induzione / sincronizzazione dell'ovulazione nell'ambito di sistemi di insminazione a tempo prefissato e sincronizzazione dei parti
Scrofe: 0,5-1,0 ml.
Scrofette: 1,0-1,5 ml. Equini (cavalle) mediante iniezione intramuscolare: 2,0 ml (corrispondenti a 100 [7:m]g di gonadorelina [6-D-Phe]). Il tappo in gomma del flacone può essere perforato in tutta sicurezza fino a 25 volte. Altrimenti, per flaconi da 20 e 50 ml deve essere utilizzato un dispositivo a siringa automatica oppure un apposito ago di erogazione per evitare l'eccessiva perforatura della chiusura.

Avvertenze

per massimizzare le percentuali di concepimento delle bovine trattate con protocolli di sincronizzazione basati su GnRH-PGF2[7:a], deve essere determinato lo stato di ovulazione e deve essere confermata la regolare attività ciclica ovarica. Risultati ottimali verranno raggiunti nelle bovine sane con un ciclo normale.