Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu
menu

Gelliflox

Ultimo aggiornamento: 03/02/2020

BoxAreaRiservataVet

Confezioni

Gelliflox 100 mg/ml iniett. flacone 100 ml
Gelliflox 100 mg/ml iniett. flacone 250 ml

A cosa serve

Gelliflox è un medicinale veterinario a base del principio attivo Enrofloxacina, appartenente alla categoria degli Antibiotici e nello specifico Fluorochinoloni. E' commercializzato in Italia dall'azienda MSD Animal Health S.r.l..

Gelliflox può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Chanelle Medical
Concessionario: MSD Animal Health S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Enrofloxacina
Gruppo terapeutico: Antibiotici
Forma farmaceutica: soluzione (uso interno)


Principio Attivo

1 ml contiene: enrofloxacina 100 mg.

Indicazioni

Bovini: trattamento delle infezioni del tratto respiratorio causate da ceppi sensibili all'enrofloxacina di Pasteurella multocida, Mannheimia haemolytica e Mycoplasma spp; trattamento delle infezioni del tratto gastrointestinale causate da ceppi sensibili all'enrofloxacina di Escherichia coli; trattamento della setticemia causata da ceppi sensibili all'enrofloxacina di Escherichia coli; trattamento dell'artrite acuta associata a micoplasmi causata da ceppi sensibili all'enrofloxacina di Mycoplasma bovis, in bovini di età inferiore a 2 anni. Suini: trattamento delle infezioni del tratto respiratorio causate da ceppi sensibili all'enrofloxacina di Pasteurella multocida, Mycoplasma spp. e Actinobacillus pleuropneumoniae; trattamento delle infezioni del tratto urinario causate da ceppi sensibili all'enrofloxacina di Escherichia coli; trattamento della sindrome da disgalassia post-partum (PDS o sindrome MMA) causata da ceppi sensibili all'enrofloxacina di Escherichia coli e Klebsiella spp; trattamento delle infezioni del tratto gastrointestinale causate da ceppi sensibili all'enrofloxacina di Escherichia coli; trattamento della setticemia causata da ceppi sensibili all'enrofloxacina di Escherichia coli. L'enrofloxacina deve essere usata quando l'esperienza clinica, confermata dove possibile da test di sensibilità dell'agente causale, indica l'enrofloxacina come farmaco di prima scelta.

Posologia

uso endovenoso, sottocutaneo o intramuscolare. Le iniezioni ripetute devono essere effettuate in differenti siti di iniezione. Per garantire la somministrazione della dose corretta, il peso corporeo (p.c.) deve essere determinato nel modo più accurato possibile al fine di evitare il sottodosaggio. Bovini: 5 mg di enrofloxacina/kg p.c., corrispondenti a 1 ml/20 kg p.c., una volta al giorno per 3-5 giorni. Artrite acuta associata a micoplasmi causata da ceppi sensibili all'enrofloxacina di Mycoplasma bovis, in bovini di età inferiore a 2 anni: 5 mg di enrofloxacina/kg p.c., corrispondenti a 1 ml/20 kg p.c., una volta al giorno per 5 giorni. Il medicinale può essere somministrato mediante iniezione endovenosa lenta o sottocutanea. In ciascun sito di iniezione sottocutanea non devono essere somministrati più di 10 ml. Suini: 2,5 mg di enrofloxacina/kg p.c., corrispondenti a 0,5 ml/20 kg p.c., una volta al giorno per 3 giorni mediante iniezione intramuscolare. Infezione del tratto gastrointestinale o setticemia causata da Escherichia coli: 5 mg di enrofloxacina/kg p.c., corrispondenti a 1 ml/20 kg p.c., una volta al giorno per 3 giorni mediante iniezione intramuscolare. Nei suini, l'iniezione deve essere effettuata nel collo, alla base dell'orecchio. In ciascun sito di iniezione intramuscolare non devono essere somministrati più di 3 ml.

Avvertenze

precauzioni speciali per l'impiego negli animali: non superare le dosi consigliate. Iniezioni ripetute devono essere praticate in sedi diverse. La sicurezza del prodotto non è stata accertata nei suini o nei vitelli se somministrato per via endovenosa e l'impiego di questa via di somministrazione è sconsigliato in questi gruppi di animali. L'enrofloxacina deve essere usata con attenzione negli animali epilettici o inanimali affetti da disfunzione renale. Nei bovini, occasionalmente possono insorgere disordini gastrointestinali. Quando si usa il prodotto, è necessario tenere conto delle linee guida ufficiali e locali sui trattamenti antimicrobici. L'utilizzo dei fluorochinoloni deve limitarsi al trattamento di condizioni cliniche che hanno risposto o che si ritiene possano rispondere scarsamente ad altre classi di prodotti antimicrobici. Se possibile, i fluorochinoloni devono essere usati esclusivamente in base ai risultati dei test di sensibilità. L'utilizzo di questo prodotto in modo diverso dalle istruzioni contenute nell'RCP può causare un aumento della prevalenza dei batteri resistenti ai fluorochinoloni e allo stesso tempo può ridurre l'efficacia del trattamento con altri chinoloni a causa della resistenza crociata. Nei vitelli trattati per via orale con 30 mg di enrofloxacina/kg p.c. per 14 giorni sono state osservate alterazioni degenerative delle cartilagini articolari.