UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Eprecis

Ultimo aggiornamento: 06/04/2021




A cosa serve

Eprecis Ŕ un medicinale veterinario a base del principio attivo Eprinomectina, appartenente alla categoria degli Endectocidi e nello specifico Avermectine. E' commercializzato in Italia dall'azienda Ceva Salute Animale S.p.A..

Eprecis pu˛ essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Ceva Salute Animale S.p.A.
Concessionario: Ceva Salute Animale S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Eprinomectina
Gruppo terapeutico: Endectocidi
Forma farmaceutica: soluzione (uso interno)

Confezioni

Eprecis 5 mg/ml soluzione pour-on per bovini flacone da 1 litro
Eprecis 5 mg/ml soluzione pour-on per bovini flacone da 2,5 litri
Eprecis 5 mg/ml soluzione pour-on per bovini flacone da 2,5 litro

Principio Attivo

ogni ml contiene: Eprinomectina: 5 mg

Indicazioni

trattamento di infestazioni causate dai seguenti parassiti interni ed esterni sensibili all'eprinomectina:
Ascaridi gastrointestinali, Vermi polmonari: vedere dettagli nella tabella alla fine del presente foglietto illustrativo. Larve (stadi larvali): Hypoderma bovis, Hypoderma lineatum.
Acari della rogna: Chorioptes bovis, Sarcoptes scabiei var. bovis. Pidocchi ematofagi: Linognathus vituli, Haematopinus eurysternus, Solenopotes capillatus. Pidocchi morsicatori:Damalinia (Bovicola) bovis. Mosche: Haematobia irritans.
Prevenzione delle re-infestazioni: Il prodotto protegge gli animali contro re-infestazioni da: Nematodirus helvetianus per 14 giorni. Trichostrongylus axei e Haemonchus placei per 21 giorni. Dictyocaulus viviparus, Cooperia oncophora, Cooperia punctata, Cooperia surnabada,Oesophagostomum radiatum e Ostertagia ostertagi per 28 giorni.

Posologia

uso pour-on. Solo per singola somministrazione. Somministrare solo tramite applicazione topica al dosaggio di 1 ml di medicinale veterinario per 10 kg di peso corporeo,corrispondente al dosaggio consigliato di 0,5 mg di eprinomectina per kg p.c. Il medicinale veterinario deve essere applicato lungo una striscia sottile che va dal garrese alla base dellacoda, lungo la linea della colonna vertebrale. Per assicurare la somministrazione di una dose corretta, il peso corporeo deve essere determinato nel modo piu preciso possibile e l'accuratezza del dosatore deve essere controllata. Se gli animali devono essere trattati collettivamente piuttosto che individualmente, devono essere raggruppati in base al loropeso corporeo e al conseguente dosaggio, al fine di evitare sotto e sovradosaggio. Tutti gli animali appartenenti allo stesso gruppo dovrebbero essere trattati allo stesso tempo.
Per la presentazione da 250 ml: Il flacone e fornito di un dosatore incorporato e ha due aperture. Un'apertura e collegata al flacone e l'altra alla pistola dispensatrice (dosatore). Svitare il tappo anti-manomissione e rimuovere il sigillo della pistola dispensatrice (dosatore incorporato che permette dosaggi da 5 ml e 10 ml). Premere il flacone per riempire il dosatore con il volume di prodotto richiesto.
Per le presentazioni da 1 litro, 2,5 litri e 5 litri: Da utilizzare con un dosatore appropriato come una pistola dosatrice con tappo di ventilazione accoppiato. Svitare il tappo semplice in polipropilene (PP). Rimuovere il sigillo protettivo dal flacone. Avvitare il tappo di ventilazione al flacone ed assicurarsi che sia ben chiuso. Collegare l'altro lato ad una pistola dosatrice. Seguire le istruzioni del produttore della pistola per regolare il dosaggio e la manutenzione della pistola dosatrice e del tappo di ventilazione. Dopo l'uso i tappi di ventilazione devono essere rimossi e sostituiti da un tappo semplice in PP.

Avvertenze

in caso di rischio di re-infestazione rivolgersi ad un medico veterinario per quanto riguarda la necessita e la frequenza di somministrazione ripetuta. Prestare attenzione nell'evitare le pratiche seguenti perche aumentano il rischio di sviluppo di resistenza e potrebbero in ultimo risultare in una terapia inefficace:impiego troppo frequente e ripetuto di antielmintici della stessa classe, per un periodo di tempo troppo lungo; Sottodosaggio, che puo essere dovuto ad una sottostima del peso corporeo, ad una somministrazione errata del prodotto oppure a perdita della calibrazione del dosatore (se presente). Casi clinici sospetti di resistenza agli antielmintici dovrebbero essere ulteriormente investigati utilizzando test appropriati (ad esempio Faecal Egg Count Reduction Test = test di riduzione del conteggio delle uova nelle feci). Nel caso in cui i risultati del(i) test indichino in maniera evidente una resistenza ad un particolare antielmintico, si deve impiegare un antielmintico appartenente ad un'altra classe farmacologica e con diverso meccanismo d'azione. Ad oggi non e stata accertata all'interno dell'UE alcuna resistenza all'eprinomectina (un lattone macrociclico). Tuttavia e stata accertata resistenza ad altri lattoni macrociclici in specie di parassiti bovini all'interno dell'UE. Pertanto l'impiego di questo prodotto dovrebbe basarsi su informazioni epidemiologiche locali (regionali, aziendali) sulla sensibilita di nematodi e raccomandazioni su come limitare l'ulteriore selezione di resistenza agli antielmintici. Al fine di limitare il trasferimento incrociato dell'eprinomectina, gli animali trattati devono essere separati da quelli non trattati. Il non rispetto di questa raccomandazione puo condurre a violazioni dei residui in animali non trattati.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: Solo per uso esterno. Per un impiego efficace, il prodotto non dovrebbe essere applicato nelle zone del dorso coperte da fango o letame. Il prodotto deve essere applicato solo su cute sana. Non utilizzare in altre specie; le ivermectine possono causare mortalita in cani soprattutto Collie, Old English Sheepdog e razze correlate ed incroci ed anche in tartarughe marine e terrestri. La morte delle larve nell'esofago o nel canale vertebrale del midollo spinale puo causare reazioni secondarie. Per evitare reazioni secondarie dovute alla morte delle larve dell'Ipoderma nell'esofago o nel canale vertebrale del midollo spinale, si raccomanda di somministrare il prodotto alla fine del periodo di attivita degli insetti adulti e prima che le larve raggiungano le loro sedi finali nell'organismo.