Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Entericolix

CZ Veterinaria S.A.
Ultimo aggiornamento: 04/01/2021




A cosa serve

Entericolix è un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Colibacillosi Neonatale Del Suino Inattivato, appartenente alla categoria degli Vaccini e nello specifico Vaccini batterici inattivati (inclusi Mycoplasma, Toxoide, Clamydia). E' commercializzato in Italia dall'azienda CZ Veterinaria S.A..

Entericolix può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: CZ Veterinaria S.A.
Concessionario: CZ Veterinaria S.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Vaccino Colibacillosi Neonatale Del Suino Inattivato
Gruppo terapeutico: Vaccini
Forma farmaceutica: fiala iniettabile

Confezioni

Entericolix emulsione iniettabile 1flacone da 50 ml (25 dosi) per suini

Principio Attivo

Una dose (2 ml) di vaccino inattivato contiene: Escherichia coli ceppo P4 (adesine F6), [7:>] 1 RP*
Escherichia coli ceppo P5 (adesine F18ab), [7:>] 1 RP*
Escherichia coli ceppo P6 (adesine F4ac), [7:>] 1 RP*
Escherichia coli ceppo P9 (adesine F18ac), [7:>] 1 RP*
Escherichia coli ceppo P10 (adesine F5 + F41), [7:>] 1 RP*tossoide beta di Clostridium perfringens tipo C (CZV13) [7:>] 10 UI** di antitossina ß/ml di siero di coniglio
* RP: potenza relativa per ciascun antigene, secondo un vaccino di riferimento con risultato soddisfacente nel test di immunogenicità (monografia di Ph. Eur. 0962).
** UI: unità internazionali di tossina beta (monografia di Ph. Eur. 0363).

Indicazioni

vaccinazione di scrofe e scrofette per l'immunizzazione passiva dei suinetti contro la colibacillosi causata da ceppi di E. coli enteropatogeni ed enterotossigeni che esprimono le adesine F4ac, F5, F6, F18ac e F41, contro la malattia degli edemi causata dai ceppi di E. coli che esprime l'adesina F18ab e contro l'enterite necrotica causata da C. perfringens tipo C, come segue:
Suinetti lattonzoli: il vaccino riduce la mortalità e i segni clinici (diarrea grave) dovuti a colibacillosi. Il vaccino riduce la mortalità e i segni clinici dovuti a enterite necrotica causata da C. perfringens tipo C.
Suinetti svezzati: il vaccino riduce la mortalità e i segni clinici dovuti alla malattia degli edemi. Il vaccino riduce i segni clinici (diarrea grave) di colibacillosi. Il vaccino riduce i segni clinici di enterite cronica dovuta a C. perfringens tipo C.
Durata dell'immunità: 21 giorni per infezioni causate da F4ac, F18ac (colibacillosi) e Clostridium perfringens tipo C (enterite necrotica).
21 giorni per anticorpi contro F5, F6 e F41; tuttavia l'efficacia protettiva dei livelli di anticorpi non è stata stabilita.
28 giorni per infezioni causate da F18ab (malattia degli edemi).

Posologia

via intramuscolare profonda. Dosi: scrofe e scrofette: 2 ml.
Programma di vaccinazione: Scrofe gravide: il ciclo iniziale consiste di due dosi. Somministrare una dose 7 settimane prima del parto, seguita da una seconda dose 4 settimane prima del parto. Rivaccinare con una dose singola 4 settimane prima del parto nei periodi di gestazione successivi. Prima dell'uso, lasciare che il vaccino raggiunga la temperatura ambiente e agitare il flacone energicamente. Inoculare la dose corrispondente mediante iniezione intramuscolare profonda nei muscoli del collo. È molto importante utilizzare aghi di lunghezza adeguata, in base al peso dell'animale. Si raccomanda di somministrare la seconda dose preferibilmente sull'altro lato. Agitare energicamente prima dell'uso e a intervalli durante l'uso. Evitare l'introduzione di contaminazione durante l'uso.

Avvertenze

Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: Non pertinente.
Precauzioni speciali che devono essere adottate dalla persona che somministra il medicinale veterinario agli animali:
Per l'operatore: Questo medicinale veterinario contiene olio minerale. L'inoculazione/auto-inoculazione accidentale può determinare intenso dolore e tumefazione, soprattutto se inoculato in un'articolazione o in un dito e, in rari casi, può provocare la perdita del dito colpito se non si ricorre immediatamente alle cure mediche. In caso di auto-inoculazione accidentale, anche di piccole quantità, di questo medicinale veterinario, rivolgersi immediatamente ad un medico e mostrargli il foglietto illustrativo. Se il dolore persiste per più di 12 ore dopo l'esame medico, rivolgersi nuovamente al medico.
Per il medico: Questo medicinale veterinario contiene olio minerale. L'inoculazione accidentale di questo medicinale veterinario, anche se in piccole quantità, può determinare evidente tumefazione che potrebbe, per esempio, evolvere in necrosi ischemica e perfino perdita di un dito. Si richiede una IMMEDIATA ed esperta valutazione di tipo chirurgico e potrebbe essere necessaria una tempestiva incisione e drenaggio del sito di inoculo, soprattutto se c'è interessamento dei tessuti molli del dito o dei tendini.