Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Econor 10% Premiscela

Elanco Italia S.p.A.
Ultimo aggiornamento: 02/04/2020




A cosa serve

Econor 10% Premiscela è un medicinale veterinario a base del principio attivo Valnemulina Cloridrato, appartenente alla categoria degli Antibiotici e nello specifico Pleuromutiline. E' commercializzato in Italia dall'azienda Elanco Italia S.p.A..

Econor 10% Premiscela può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Elanco Europe Ltd
Concessionario: Elanco Italia S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Valnemulina Cloridrato
Gruppo terapeutico: Antibiotici
Forma farmaceutica: granulato

Confezioni

Econor 10% Premiscela os sacco plastica/AL 25 kg

Principio Attivo

valnemulina cloridrato 106,5 mg/g equivalenti a valnemulina base 100 mg/g.

Indicazioni

Suini: trattamento e prevenzione della dissenteria dei suini. Trattamento dei segni clinici della enteropatia proliferativa suina (ileite). Prevenzione dei segni clinici della spirochetosi intestinale suina (colite) quando la malattia è stata diagnosticata in allevamento. Trattamento e prevenzione della polmonite enzootica dei suini. Al dosaggio consigliato di 10–12 mg/kg di peso corporeo consente di ridurre le lesioni polmonari e la perdita di peso, ma non di eliminare l'infezione da Mycoplasma hyopneumoniae.
Conigli: riduzione della mortalità durante un'epidemia di enteropatia epizootica del coniglio (ERE). Il trattamento deve essere iniziato all'inizio dell'epidemia, quando viene diagnosticata la malattia clinica nel primo coniglio.

Posologia

somministrare con il mangime.L'ingestione di mangime medicato dipende dalle condizioni cliniche dell'animale. Per ottenere il dosaggio corretto la concentrazione di Econor deve essere adeguata. Può anche rendersi necessario aumentarne l'inclusione nei suini anziani o in suini ad alimentazione limitata per raggiungere il dosaggio ottimale.
Suini: Terapia della dissenteria dei suini enteropatia proliferativa suina (ileite): il dosaggio è di 3-4 mg/kg di peso corporeo al giorno. Si raggiunge di norma incorporando Econor 10% Premiscela nella proporzione di 750 mg per kg di mangime, per assicurare 75 mg di principio attivo per kg di mangime. Questa dose è efficace per il trattamento dei sintomi clinici, mentre una terapia con dosi più alte o di durata maggiore può essere necessaria per la completa eliminazione dell'infezione. Il mangime medicato deve essere somministrato come unica razione giornaliera per un periodo di tempo compreso tra un minimo di 7 giorni e un massimo di 4 settimane o fino alla scomparsa dei sintomi della malattia nel caso di dissenteria e per 2 settimane o fino alla scomparsa dei sintomi della malattia nel caso di ileite. Nel caso di insorgenza di un'epidemia di dissenteria o di ileite è importante iniziare il trattamento il più presto possibile. Qualora non ci sia risposta alla terapia entro 5 giorni, la diagnosi deve essere riformulata.
Prevenzione della dissenteria dei suini e dei segni clinici di spirochetosi intestinale suina (colite): il dosaggio è di 1-1,5 mg/kg di peso corporeo al giorno. Si raggiunge di norma incorporando Econor 10% Premiscela con il mangime pronto per il consumo nella proporzione di 250 mg/kg di mangime, per assicurare 25 mg di principio attivo per kg di mangime. Il mangime medicato deve essere somministrato come unica razione giornaliera per un periodo di tempo compreso tra un minimo di 7 giorni e un massimo di 4 settimane nel caso della dissenteria e per 4 settimane nel caso della colite e un massimo di 4 settimane. L'utilizzo ripetuto di valnemulina deve essere evitato migliorando le pratiche di gestione nonché la pulizia e la disinfezione. Particolare considerazione deve essere data dall'eradicazione dell'infezione dall'allevamento.
Terapia e prevenzione della polmonite enzootica dei suini: il dosaggio è di 10-12 mg/kg di peso corporeo al giorno. Tale dosaggio si ottiene di norma, incorporando Econor 10% Premiscela nella proporzione di 2 g per kg di mangime per fornire 200 mg di principio attivo per kg di mangime a seconda del consumo di mangime dei suini. Il mangime medicato deve essere somministrato come unica razione giornaliera per un periodo di tempo fino a 3 settimane. Infezioni secondarie causate da organismi quali Pasteurella multocida ed Actinobacillus pleuropneumoniae possono complicare la polmonite enzootica e richiedere la somministrazione di farmaci specifici.
Conigli: Enteropatia epizootica del coniglio: il dosaggio è di 3 mg/Kg di peso corporeo al giorno. Tale dosaggio si ottiene di norma, incorporando Econor 10% Premiscela nella proporzione di 350 mg di premiscela per Kg di mangime per fornire 35 mg di principio attivo per Kg di mangime a seconda del consumo di mangime dei conigli. Il mangime medicato deve essere somministrato come unica razione giornaliera per un periodo di tempo fino di 21 giorni. Il consumo giornaliero di mangime deve essere registrato e il tasso di inclusione deve essere adeguato di conseguenza.

Avvertenze

è stato dimostrato che la valnemulina interagisce con gli ionofori quali monensin, salinomicina e narasin e può causare sintomi indistinguibili da quelli di una tossicosi da ionofori. Per un periodo minimo di 5 giorni prima e dopo il trattamento e per tutta la durata del trattamento con valnemulina, gli animali non devono ricevere prodotti contenenti monensin, salinomicina o narisin. Potrebbero altrimenti derivarne grave depressione della crescita, atassia, paralisi o morte. Reazioni avverse si sono verificate nei suini in seguito all'uso di Econor. La loro incidenza sembra essere principalmente associata a razze miste che includono Landrace Danese e/o Svedese. Estrema attenzione deve pertanto essere posta nell'uso di Econor in suini di razze Landrace Danese e Svedese, e i loro incroci, specialmente nei suini più giovani.
Conigli: Il prodotto deve essere utilizzato come parte di un programma comprendente misure atte a controllare la malattia nell'allevamento, come la biosicurezza ed i controlli di allevamento.
La diagnosi clinica deve essere confermata dall'esame necroscopico.
I conigli possono ancora mostrare segni clinici di enteropatia epizootica del coniglio (ERE), anche se trattati con il prodotto. Tuttavia la mortalità nei conigli affetti si riduce somministrando il prodotto. In una prova sul campo, i conigli trattati hanno mostrato una frequenza più bassa di costipazione e diarrea rispetto ai conigli non trattati (4% e 12% vs 9% e 13%, rispettivamente). La costipazione è osservata più frequentemente nei conigli che muoiono. Il meteorismo è più frequentemente riportato nei conigli trattati con il prodotto rispetto ai conigli non trattati (27% vs 16%). Una gran parte dei conigli con meteorismo si riprende successivamente.