transparent
Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Doxylin CT WSP

Dopharma Italia S.r.l
Ultimo aggiornamento: 05/03/2021




A cosa serve

Doxylin CT WSP è un medicinale veterinario a base del principio attivo Doxiciclina Iclato, appartenente alla categoria degli Antibatterici tetraciclinici e nello specifico Tetracicline. E' commercializzato in Italia dall'azienda Dopharma Italia S.r.l.

Doxylin CT WSP può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Dopharma Research BV
Concessionario: Dopharma Italia S.r.l
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Doxiciclina Iclato
Gruppo terapeutico: Antibatterici tetraciclinici
Forma farmaceutica: soluzione

Confezioni

Doxylin CT WSP polvere per soluzione orale 1 kg

Principio Attivo

Ogni grammo contiene: Doxiciclina: 433,3 mg (come doxiciclina iclato 500,0 mg).

Indicazioni

Trattamento di infezioni respiratorie cliniche associate a Mycoplasma gallisepticum sensibile alla doxiciclina.

Posologia

Da somministrare in acqua da bere. Posologia: Polli: 20 mg di doxiciclina al giorno per kg di peso corporeo (equivalenti a 46 mg di prodotto per kg di peso corporeo), somministrati nell'acqua da bere per 5 giorni consecutivi.
Tacchini: 25 mg di doxiciclina al giorno per kg di peso corporeo (equivalenti a 58 mg di prodotto per kg di peso corporeo), somministrati nell'acqua da bere per 5 giorni consecutivi.
Somministrazione: In base alla dose raccomandata e al numero e al peso degli animali da trattare, è possibile calcolare la quantità giornaliera esatta di prodotto da somministrare utilizzando la seguente formula:
..... mg di prodotto per kg di peso corporeo al giorno X Peso corporeo medio (kg) degli animali da trattare : Consumo medio di acqua al giorno (litri) per animale =.... mg di prodotto per litro di acqua da bere
Per assicurare il corretto dosaggio è necessario determinare il peso dell'animale nel modo più accurato possibile.L'assunzione di acqua medicata dipende dalle condizioni cliniche degli animali. Per ottenere il dosaggio coretto è possibile che sia necessario aggiustare la concentrazione del prodotto nell'acqua da bere. Si raccomanda l'impiego di un dispositivo di pesatura adeguatamente calibrato in caso di utilizzo di confezioni porzionate. La quantità giornaliera deve essere aggiunta all'acqua da bere in modo tale che tutto il medicinale sia consumato in 24 ore. L'acqua da bere contenente il medicinale deve essere preparata nuovamente ogni 24 ore. Si consiglia di preparare una soluzione iniziale concentrata (max 100 grammi di prodotto per litro di acqua da bere), da diluire ulteriormente alle concentrazioni terapeutiche qualora sia necessario. In alternativa, la soluzione concentrata può essere impiegata in un dispositivo di medicazione proporzionale dell'acqua. È necessario assicurarsi che tutti gli animali da trattare abbiano libero accesso agli abbeveratoi. Al termine del trattamento, l'impianto di abbeverata deve essere pulito adeguatamente per evitare l'assunzione, da parte degli animali, di quantità residue in dosi subterapeutiche. L'acqua medicata deve essere l'unica fonte di acqua da bere per tutto il periodo di trattamento. L'acqua medicata non deve essere preparata o conservata in contenitori metallici. La solubilità del prodotto dipende dal pH e, in caso di utilizzo di soluzioni alcaline, il prodotto precipita. Per garantire lo scioglimento completo e permanente del medicinale veterinario in qualsiasi qualità di acqua, è necessario utilizzare una concentrazione minima. La concentrazione minima nell'acqua potabile è di 200 mg di medicinale veterinario per litro di soluzione. Gli animali che richiedono una concentrazione minore non devono essere trattati con il prodotto.

Avvertenze

L'assunzione del medicinale da parte degli animali può risultare alterata in presenza di malattie. In caso di assunzione insufficiente di acqua da bere, trattare gli animali per via parenterale.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: A causa della variabilità (temporale, geografica) della suscettibilità dei batteri alla doxiciclina, si raccomanda vivamente l'esecuzione del prelevamento batteriologico e dei test di suscettibilità dei microrganismi di animali malati presenti nella fattoria. L'uso non appropriato del prodotto può aumentare la prevalenza dei batteri resistenti alle tetracicline, a causa del rischio potenziale di resistenza crociata. L'impiego del prodotto deve tenere in considerazione le normative locali e ufficiali sull'uso degli antimicrobici. Evitare la somministrazione in dispositivi di abbeverata ossidati. Dal momento che non è possibile ottenere l'eradicazione degli agenti patogeni di destinazione, il medicinale deve essere combinato con buone pratiche di gestione, ad esempio una buona igiene, una corretta ventilazione e l'assenza di sovraccarico.