transparent
Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Doxybactin

Dechra Veterinary Products S.r.l.
Ultimo aggiornamento: 29/03/2021




A cosa serve

Doxybactin è un medicinale veterinario a base del principio attivo Doxiciclina Iclato, appartenente alla categoria degli Antibatterici tetraciclinici e nello specifico Tetracicline. E' commercializzato in Italia dall'azienda Dechra Veterinary Products S.r.l..

Doxybactin può essere prescritto con Ricetta RRV - ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Le Vet Beheer B.V.
Concessionario: Dechra Veterinary Products S.r.l.
Ricetta: RRV - ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile
Principio attivo: Doxiciclina Iclato
Gruppo terapeutico: Antibatterici tetraciclinici
Forma farmaceutica: compressa

Confezioni

Doxybactin 50 mg 1 blister da 10 compresse per cani e gatti

Principio Attivo

1 compressa contiene: Principio attivo: Doxiciclina (come doxiciclina iclato) 50 mg

Indicazioni

trattamento delle seguenti malattie causate da batteri sensibili alla doxiciclina:Cani: Rinite (innfiammazione della mucosa nasale) causata da Bordetella bronchiseptica e Pasteurella spp.; Broncopolmonite (innfiammazione lobulare dei polmoni) causata da Bordetella spp. e Pasteurella spp.; Nefrite interstiziale (innfiammazione di una parte del tessuto renale) causata da Leptospira spp.Gatti: Infezioni respiratorie causate da Bordetella bronchiseptica, Chlamydophila felis e Pasteurella spp.

Posologia

uso orale. La dose raccomandata nel cane e nel gatto è di 10 mg di doxiciclina per kg di peso corporeo al giorno. La maggior parte dei casi di routine risponde in genere dopo 5-7 giorni di terapia. La terapia deve proseguire per 2-3 giorni oltre il trattamento clinico per le infezioni acute. Nei casi cronici o refrattari può essere necessario prolungare la terapia ¬no a un massimo di 14 giorni. Nei cani affetti da nefrite interstiziale dovuta a leptospirosi si raccomanda un trattamento di 14 giorni. Nei gatti con infezione da C. felis si raccomanda un trattamento di almeno 28 giorni per garantire l'eliminazione dei microorganismi. Per un dosaggio corretto, il peso corporeo va determinato il più accuratamente possibile per evitare un sottodosaggio. La tabella seguente è intesa come guida alla somministrazione del prodotto alla dose standard di 10 mg per kg di peso corporeo al giorno.
Peso corporeo: 0,75 kg - 1,25 kg; Dose mg: 12,5; Doxybactin 50 mg: 1/4
Peso corporeo: >1,25 kg - 2,5 kg; Dose mg: 25; Doxybactin 50 mg: 1/2
Peso corporeo: >2,5 kg - 3,75 kg; Dose mg: 37,5; Doxybactin 50 mg: 3/4
Peso corporeo: >3,75 kg - 5 kg; Dose mg: 50; Doxybactin 50 mg: 1
Peso corporeo: >5 kg - 6,25 kg; Dose mg: 62,5; Doxybactin 50 mg: 1 1/4
Peso corporeo: >6,25 kg - 7,5 kg; Dose mg: 75; Doxybactin 50 mg: 1 1/2
Peso corporeo: >7,5 kg - 10 kg; Dose mg: 100; Doxybactin 50 mg: 2
Peso corporeo: >10 kg - 12,5 kg; Dose mg: 125; Doxybactin 50 mg: 2 1/2
Peso corporeo: >12,5 kg - 15 kg; Dose mg: 150; Doxybactin 50 mg: 3
Peso corporeo: >15 kg - 20 kg; Dose mg: 200; Doxybactin 200 mg: 1
Peso corporeo: >20 kg - 25 kg; Dose mg: 250; Doxybactin 50 mg: 1; E; Doxybactin 200 mg: 1
Peso corporeo: >25 kg - 30 kg; Dose mg: 300; Doxybactin 200 mg: 1 1/2
Peso corporeo: >30 kg - 35 kg; Dose mg: 350; Doxybactin 200 mg: 1 3/4
Peso corporeo: >35 kg - 40 kg; Dose mg: 400; Doxybactin 400 mg: 1
Peso corporeo: >40 kg - 45 kg; Dose mg: 450; Doxybactin 50 mg: 1; E; Doxybactin 400 mg: 1
Peso corporeo: >45 kg - 50 kg; Dose mg: 500; Doxybactin 200 mg: 1/2; E; Doxybactin 400 mg: 1
Peso corporeo: >50 kg - 60 kg; Dose mg: 600; Doxybactin 200 mg: 1; E; Doxybactin 400 mg:1
Peso corporeo: >60 kg - 70 kg; Dose mg: 700; Doxybactin 200 mg: 1 1/2; E; Doxybactin 400 mg: 1
Peso corporeo: >70 kg - 80 kg; Dose mg: 800; Doxybactin 400 mg: 2

Avvertenze

il medicinale va somministrato con cautela agli animali con disfagia (diffi¬coltà a deglutire) o malattie accompagnate da vomito, in quanto la somministrazione di compresse di doxiciclina iclato è stata associata a erosione esofagea (lesioni all'esofago). Per ridurre la probabilità di irritazione esofagea e di altri effetti collaterali gastrointestinali, il medicinale va somministrato insieme al cibo. Prestare particolare attenzione quando si somministra il medicinale ad animali con malattie epatiche, perché in alcuni animali sono stati segnalati aumenti degli enzimi epatici dopo il trattamento con doxiciclina. Il prodotto va somministrato con cautela agli animali giovani, perché i medicinali della classe delle tetracicline possono indurre alterazioni di colore permanenti dei denti se somministrati durante la fase di sviluppo dentale. Tuttavia, la letteratura riguardante gli esseri umani indica che, con la doxiciclina, il rischio di queste anomalie è minore rispetto ad altre tetracicline, a causa della sua minore capacità di legare il calcio. A causa della probabile variabilità (temporale, geografa) della presenza di batteri resistenti alla doxiciclina, si raccomanda al veterinario responsabile di eseguire campionamenti batteriologici e test di sensibilità. Per l'uso del medicinale devono essere tenute in considerazione le regolamentazioni uf¬ficiali nazionali e regionali sull'uso degli antibiotici. Un uso del prodotto non conforme alle istruzioni riportate nel foglietto illustrativo può aumentare la prevalenza di batteri resistenti alla doxiciclina e ridurre l'efficacia del trattamento con altre tetracicline, a causa della possibile resistenza crociata.