Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Cytopoint

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Cytopoint 10 mg soluzione iniettabile per cani 2 flaconcini da 1 ml
Cytopoint 20 mg soluzione iniettabile per cani 2 flaconcini da 1 ml
Cytopoint 30 mg soluzione iniettabile per cani 2 flaconcini da 1 ml
Cytopoint 40 mg soluzione iniettabile per cani 2 flaconcini da 1 ml

A cosa serve

Cytopoint è un medicinale veterinario a base del principio attivo Lokivetmab, appartenente alla categoria degli Dermatologici: antipruriginosi e nello specifico Preparati per dermatiti, escluso i corticosteroidi. E' commercializzato in Italia dall'azienda Zoetis Italia S.r.l..

Cytopoint può essere prescritto con Ricetta RNRV - ricetta medica in copia unica non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Zoetis Belgium SA
Concessionario: Zoetis Italia S.r.l.
Ricetta: RNRV - ricetta medica in copia unica non ripetibile
Principio attivo: Lokivetmab
Gruppo terapeutico: Dermatologici: antipruriginosi
Forma farmaceutica: soluzione (uso interno)


Principio Attivo

ogni flaconcino da 1 ml di Cytopoint 10 mg contiene Lokivetmab* 10 mg; ogni flaconcino da 1 ml di Cytopoint 20 mg contiene Lokivetmab* 20 mg; ogni flaconcino da 1 ml di Cytopoint 30 mg contiene Lokivetmab* 30 mg; ogni flaconcino da 1 ml di Cytopoint 40 mg contiene Lokivetmab* 40 mg.
*Il lokivetmab è un anticorpo monoclonale caninizzato prodotto mediante tecnologia ricombinante in cellule ovariche di criceto cinese (CHO).

Indicazioni

trattamento delle manifestazioni cliniche della dermatite atopica nei cani.

Posologia

per uso sottocutaneo. Evitare di agitare in eccesso o la formazione di schiuma nella soluzione. Somministrare l'intero contenuto (1 ml) del flaconcino. Per i cani sopra i 40 kg, è necessario il contenuto di più flaconcini da somministrare in una singola dose. In questi casi, prelevare da ciascun flaconcino il contenuto appropriato nella stessa siringa. Per consentire la miscelazione della soluzione, capovolgere delicatamente la siringa tre o quattro volte prima della somministrazione. La dose minima raccomandata è di 1 mg/kg di peso corporeo, una volta al mese. Dosare secondo il seguente schema di dosaggio:
Peso corporeo (kg) del cane: 3,0-10,0; dosaggio di Cytopoint 10 mg da somministrare: 1 flaconcino
Peso corporeo (kg) del cane: 10,1-20,0; dosaggio di Cytopoint 20 mg da somministrare: 1 flaconcino
Peso corporeo (kg) del cane: 20,1-30,0; dosaggio di Cytopoint 30 mg da somministrare: 1 flaconcino
Peso corporeo (kg) del cane: 30,1-40,0; dosaggio di Cytopoint 40 mg da somministrare: 1 flaconcino
Peso corporeo (kg) del cane: 40,1-50,0; dosaggio di Cytopoint 10 mg da somministrare: 1 flaconcino; dosaggio di Cytopoint 40 mg da somministrare: 1 flaconcino
Peso corporeo (kg) del cane: 50,1-60,0; dosaggio di Cytopoint 30 mg da somministrare: 2 flaconcini
Peso corporeo (kg) del cane: 60,1-70,0; dosaggio di Cytopoint 30 mg da somministrare: 1 flaconcino; dosaggio di Cytopoint 40 mg da somministrare: 1 flaconcino
Peso corporeo (kg) del cane: 70,1-80,0; dosaggio di Cytopoint 40 mg da somministrare: 2 flaconcini.

Avvertenze

il lokivetmab può indurre anticorpi anti-farmaco transitori o persistenti. L'induzione di tali anticorpi non è comune e può non avere alcun effetto (anticorpi anti-farmaco transitori) o può comportare una notevole diminuzione dell'efficacia (anticorpi anti-farmaco persistenti) negli animali che in precedenza avevano risposto al trattamento.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: nei casi di dermatite atopica, si raccomanda di ricercare e trattare i fattori complicanti, come infezioni/ infestazioni da batteri, funghi o parassiti (per esempio pulci e rogna). Si raccomanda di monitorare i cani per le infezioni batteriche, soprattutto durante le prime settimane di trattamento.Se non si ottiene alcuna risposta o nel caso si ottenga una risposta limitata entro un mese dalla somministrazione iniziale, una seconda dose a distanza di un mese può aumentarne l'efficacia. Se l'animale non mostra una risposta migliore dopo una seconda dose, il veterinario deve considerare trattamenti alternativi.