UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Ctc 150

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Ctc 150 os sacco da 25 kg

A cosa serve

Ctc 150 Ŕ un medicinale veterinario a base del principio attivo Clortetraciclina Cloridrato, appartenente alla categoria degli Antibatterici tetraciclinici e nello specifico Tetracicline. E' commercializzato in Italia dall'azienda Dox-Al Italia S.p.A..

Ctc 150 pu˛ essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Dox-Al Italia S.p.A.
Concessionario: Dox-Al Italia S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Clortetraciclina Cloridrato
Gruppo terapeutico: Antibatterici tetraciclinici
Forma farmaceutica: granulato


Principio Attivo

1 kg = clortetraciclina base 150 g (come clortetraciclina cloridrato).

Indicazioni

suini, polli da carne, galline ovaiole. Infezioni da germi sensibili alle tetracicline, in particolare: suini: malattie batteriche intestinali e respiratorie. Polli da carne e galline ovaiole: malattie batteriche respiratorie, gastrointestinali e dell'apparato genitale, setticemie batteriche.

Posologia

il medicinale deve essere somministrato, accuratamente miscelato al mangime, per 3-5 giorni secondo prescrizione veterinaria, alle dosi giornaliere sotto elencate. La corrispondente concentrazione nel mangime deve essere ricalcolata in funzione del peso reale degli animali e dell'effettivo consumo di alimento (per ogni specie Ŕ riportato un intervallo di concentrazione indicativo), avendo cura di non superare le dosi di principio attivo/kg p.v. indicate. Suini: 20-50 mg di clortetraciclina/kg p.v. (2,67-16,66 g/kg di mangime). Polli da carne: 25-50 mg di clortetraciclina/kg p.v. (2,67-16,66 g/kg di mangime). Galline ovaiole: 25-50 mg di clortetraciclina/kg p.v. (2,67-6,66 g/kg di mangime). La somministrazione nel mangime deve essere eseguita tenendo conto del consumo giornaliero di alimento e del peso vivo in modo da somministrare la dose prescritta. L'assunzione di mangime medicato dipende dalle condizioni cliniche degli animali. Per assicurare la corretta posologia ed evitare sovra- sottodosaggio raggruppare gli animali da trattare in base al peso vivo, tenendo conto del consumo giornaliero di alimento, e calcolare accuratamente il dosaggio di prodotto da miscelare nel mangime.

Avvertenze

a causa di possibili variazioni nel tempo e geografiche della sensibilitÓ delle specie microbiche target alla clortetraciclina si raccomanda di effettuare l'esame batteriologico e test di sensibilitÓ. L'uso inappropriato del prodotto potrebbe incrementare la prevalenza di germi resistenti e ridurre l'efficacia dei trattamenti con altri derivati della stessa classe a causa della possibile comparsa di resistenza crociata.