UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Convenia

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Convenia 80 mg/ml polv. e solv. per soluz. iniett. fl. 10 ml (dopo ricostituzione)
Convenia 80 mg/ml polv. e solv. per soluz. iniett. fl. 4 ml

A cosa serve

Convenia Ŕ un medicinale veterinario a base del principio attivo Cefovecin, appartenente alla categoria degli Antibiotici e nello specifico Cefalosporine di terza generazione. E' commercializzato in Italia dall'azienda Zoetis Italia S.r.l..

Convenia pu˛ essere prescritto con Ricetta RNRV - ricetta medica in copia unica non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Zoetis Belgium SA
Concessionario: Zoetis Italia S.r.l.
Ricetta: RNRV - ricetta medica in copia unica non ripetibile
Principio attivo: Cefovecin
Gruppo terapeutico: Antibiotici
Forma farmaceutica: flaconi iniettabili


Principio Attivo

1 fl 20 ml = cefovecina 852 mg (come sale di sodio); 1 fl 5 ml = cefovecina 340 mg (come sale di sodio)

Indicazioni

cani: trattamento di infezioni della cute e dei tessuti molli comprese piodermiti, ferite ed ascessi in presenza di Staphylococcus intermedius, Streptococchi beta-emolitici, Escherichia coli e/o Pasteurella multocida. Trattamento di infezioni del tratto urinario in presenza di Escherichia coli e/o Proteus spp.. Trattamento aggiuntivo alla terapia parodontale chirurgica o meccanica nel trattamento delle gravi infezioni gengivali e dei tessuti parodontali causate da Porphyromonas spp. e Prevotella spp. Gatti: trattamento di ascessi e ferite a carico di cute e tessuti molli in presenza di Pasteurella multocida, Fusobacterium spp., Bacteroides spp., Prevotella oralis, Streptococchi beta-emolitici e/o Staphylococcus intermedius. Trattamento di infezioni del tratto urinario in presenza di Escherichia coli.

Posologia

Una singola iniezione ha durata di 14 giorni; cani e gatti: 1 ml/10 kg di p.c. Tabella dei dosaggi: 2,5 kg p.c.: 0,25 ml; 5 kg p.c.: 0,5 ml; 10 kg: 1 ml; 20 kg p.c.: 2 ml; 40 kg p.c. 4 ml; 60 kg p.c.: 6 ml.

Avvertenze

sarebbe auspicabile utilizzare le cefalosporine di terza generazione per il trattamento delle infezioni che non hanno ripsosto in modo adeguato, o si presume possano non rispondere in modo adeguato, alla terapia con altre classi di antibiotici o cefalosporine di prima generazione. Il prodotto dovrebbe essere utilizzato in accordo ai risultati dei test di sensibilitÓ e alla regolamentazione sull'uso delle sostanze antimicrobiche. Il requisito fondamentale nel trattamento delle malattie periodontali Ŕ l'intervento meccanico e/o chirurgico eseguito dal veterinario. La sicurezza di Convenia nel cane e nel gatto durante la gravidanza e l'allattamento non Ŕ stata accertata. Gli animali trattati non devono essere utilizzati per la riproduzione nelle 12 settimane successive ll'utlima somministrazione. Negli animali sofferenti di gravi dsfunzioni renali la sicurezza di Convenia non Ŕ stata accertata. Utilizzare con cautela nei pazienti che hanno manifestato in precedenza fenomeni di ipersenibilitÓ a cefovecina, alle cefalosporine, penicilline o altri farmaci. In caso di reazione allergica, sospendere la somministrazione di cefovecina e prescrivere un'adeguata terapia per l'ipersensibilitÓ da beta-lattamine. Le reazioni di ipersensibilitÓ gravi e acute possono richiedere il trattamento con adrenalina o altre misure di emergenza, quali somministrazione di ossigeno, fluidi per via endovenosa, antistaminici per via endovenosa, corticosteroidi, controllo della respirazione, come indicato dalle condizioni cliniche. I veterinari devono tenere presente che i sintomi della reazione allergica potrebbero ripresentarsi dopo l'interruzione della terapia sintomatica. Le sostanze dotate di un elevato grado di legame proteico (es.: furosemide o ketoconazolo o antinfiammatori non steroidei (FANS)) possono competere con il legame della cefovecina e pertanto l'uso concomitante di tali sosotanze potrebbe causare reazioni avverse. In cani giovani, somministrazioni ripetute (otto somministrazioni) a distanza di 14 giorni, ad una dose pari a cinque volte quella raccomandata, sono state ben tollerate. Dopo la prima e la seconda somministrazione Ŕ stato rilevato un gonfiore leggero e transitorio al sito di inoculazione. Una singola somministrazione di una dose pari a 22,5 volte quella raccomandata ha causato edema transitorio e dolore al sito di inoculo. In gatti giovani, somministrazioni ripetute (otto somministrazioni) a distanza di 14 giorni, ad una dose pari a cinque volte quella raccomandata, sono state ben tollerate. Una singola somministrazione di una dose pari a 22.5 volte quella raccomandata ha causato edema transitorio e dolore al sito di inoculo.
Per l'utilizzatore: penicilline e cefalosporine possono causare fenomeni di ipersensibilitÓ (allergia) in seguito ad iniezione, inalazione, ingestione o contatto cutaneo. L'ipersensibilitÓ nei confronti delle penicilline pu˛ causare sensibilitÓ crociata alle cefalosporine e viceversa. Le reazioni allergiche a qaueste sostanze possono talvotal avere conseguenze gravi. Non maneggiare questo prodotto in caso di sensibilitÓ accertata o sia stato raccomandato di non lavorare con queste sostanze. Maneggiare con cura questo prodotto per evitare l'esposizione, prendendo tutte le precauzioni raccomandate. Se, in seguito a contatto, dovessero svilupparsi sintomi come eruzioni cutanee, consultare un medico mostrandogli queste avvertenze. Sintomi pi¨ gravi come gonfiore di faccia, labbra od occhio o difficoltÓ respiratorie richiedono una visita medica urgente. In caso di accertata allergia nei confronti di penicilline o cefalosporine, evitare il contatto con lettiere contaminate. In caso di contatto, lavare la cute con acqua e sapone.